GamesCom 2013: round decisivo tra PS4 e Xbox One

GamesCom 2013: round decisivo tra PS4 e Xbox One

Eccovi il nostro report dal consumer game show più grande al mondo, che si è svolto la scorsa settimana a Colonia. Non solo gli eventi pre-show di Microsoft, Electronic Arts e Sony, ma il resoconto su tutti i giochi che abbiamo avuto modo di provare in anteprima. All'interno, tra gli altri, trovate quindi dettagli su Call of Duty Ghosts, The Sims 4, Command & Conquer, Assassin's Creed IV, Watch Dogs, Ryse Son of Rome, Battlefield 4, e molti altri ancora.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
SonyMicrosoftXboxElectronic ArtsAssassin's CreedCall of DutyBattlefield
 

F1 2013

F1 2013
publisher: Codemasters
software house: Codemasters Birmingham
piattaforme: PC, PlayStation 3, Xbox 360
data di pubblicazione: 4 ottobre 2013

Al GamesCom, F1 2013 era disponibile in versione pressoché definitiva (che arriverà nei negozi il prossimo 4 ottobre) e girava su Xbox 360. Abbiamo provato sia la parte moderna del gioco che quella classica, senza riscontrare delle novità rilevanti sul piano del modello di guida. F1 2013 conferma quindi l'impostazione dei precedenti capitoli a metà strada tra simulazione e arcade. Togliendo gli aiuti, però, come al solito avremo un'esperienza profonda e una sfida molto alta nel controllare l'auto.

Abbiamo notato delle novità nell'effetto tilting della telecamera. Quest'ultima, nella fattispecie, segue lo sguardo del pilota e anticipa la vettura nel momento in cui si sposta verso l'interno della curva. Questa aggiunta fa parte di tutta una serie di novità all'effetto tilting che rendono la guida delle vetture di Formula 1 ancora più veemente e intensa.

Ma le novità consistenti riguardano la nuova modalità di gioco F1 Classics, già annunciata. Quest'ultima permetterà di sfidare alcuni piloti degli anni '80 come Mario Andretti, Nigel Mansell, Emerson Fittipaldi e Gerhard Berger, su circuiti come Brands Hatch e Jerez. Ma ci sarà anche la parte dedicata agli anni '90 in cui si potranno guidare le Ferrari e le Williams di quegli anni e avere a che fare con piloti come David Coulthard, Jacques Villeneuve, Eddie Irvine e Alain Prost.

Dopo un paio di test, possiamo dire che Classics è un'approssimazione della Formula 1 degli anni '80 e '90 in cui non c'era l'elettronica e la vettura risultava molto instabile. Soprattutto se si gioca con gli aiuti disattivati (purtroppo era disponibile in Germania solo un controller e non il volante), controllare l'auto è difficile, perché molto più nervosa e scattante rispetto alle F1 moderne, domate in gran parte dall'elettronica. Rimane, però, evidente che si tratta di uno strato supplementare aggiunto sull'impalcatura già esistente, visto che la fisica e il modello di guida alla base rimangono immutati rispetto alla parte moderna.

Quella che cambia è poi l'interfaccia, adattata allo stile retrò delle immagini di F1 Classics. La palette cromatica risulta allo stesso tempo alterata con il tipico colore giallo della TV dell'era. Si può giocare con questa palette cromatica anche se si segue l'esperienza dalla visuale interna al cockpit, ma il filtro può essere disabilitato ristabilendo i colori originali.

Codemasters Birmingham ha fatto un egregio lavoro sul piano poligonale, modellando in maniera fedele le vetture del passato secondo le controparti originali. E chi seguiva già a quei tempi la F1 lo noterà in maniera netta, anzi il tutto gli consegnerà una sensazione di nostalgia. Le forme del passato si possono notare anche dalla visuale interna al cockpit, visto che le distanze tra l'abitacolo e la pista saranno minori.

In F1 Classics si possono affrontare gare singole con vetture come Williams, Ferrari, McLaren e Lotus del passato. Ma c'è anche la modalità scenario, in cui bisogna portare a termine degli obiettivi, come arrivare sul podio partendo dall'ultimo posto con la Ferrari di Gerhard Berger.

 
^