GamesCom 2013: round decisivo tra PS4 e Xbox One

GamesCom 2013: round decisivo tra PS4 e Xbox One

Eccovi il nostro report dal consumer game show più grande al mondo, che si è svolto la scorsa settimana a Colonia. Non solo gli eventi pre-show di Microsoft, Electronic Arts e Sony, ma il resoconto su tutti i giochi che abbiamo avuto modo di provare in anteprima. All'interno, tra gli altri, trovate quindi dettagli su Call of Duty Ghosts, The Sims 4, Command & Conquer, Assassin's Creed IV, Watch Dogs, Ryse Son of Rome, Battlefield 4, e molti altri ancora.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
SonyMicrosoftXboxElectronic ArtsAssassin's CreedCall of DutyBattlefield
 

Dying Light

Dying Light
publisher: Warner Bros. Interactive Entertainment
software house: Techland
piattaforme: PC, PlayStation 3, PlayStation 4, XBox 360, Xbox One
data di pubblicazione: 2014

Come vedremo, il nuovo gioco Techland, basato sull'ultima versione della tecnologia Chrome, è una sorta di via di mezzo tra Dead Island e ZombiU. Lo sviluppatore polacco ha voluto riprendere la struttura di gioco del suo precedente titolo, ma allo stesso tempo ha deciso di cambiare gli equilibri di gioco, cercando di rendere il tutto meno rapido, più ragionato e più tattico.

Innanzitutto, ci viene mostrato il rapporto con le armi e con lo scenario. Ad esempio correndo velocemente e realizzando un salto, il personaggio si scaglierà verso la vittima in perfetto stile wrestling: una sorta di "volo d'angelo". Se si impugna una pesante ascia, inoltre, se si cerca di farla ruotare intorno alla sagoma del personaggio, ecco allora che l'inerzia del corpo trascinerà il nostro alter ego che si ritroverà, dopo la rotazione, in una posizione leggermente più girata rispetto all'originale.

In questa demo, avevamo a che fare con una grossa area di gioco, una sorta di baraccopoli infestata dagli zombi. L'approccio con questi ultimi è decisamente diverso rispetto a Dead Island, perché vanno aggirati quanto possibile sfruttando i gadget a disposizione e facendo parkour sui muri. La componente platforming è preponderante in Dying Light, visto che il protagonista può aggrapparsi alle sporgenze e saltare di tetto in tetto. Il tutto mentre aggira letteralmente una marea di zombi, in numero così alto che è assolutamente impossibile affrontarli direttamente.

Sulla mappa, inoltre, si verificano eventi casuali come air drop e incontri con minacce particolari. Quando si verifica un evento casuale, quest'ultimo viene segnalato al giocatore con un avviso sulla mini-mappa. Poi sta allo stesso giocatore decidere se affrontare tale evento o se ingnorarlo. Un assembramento di zombi, infatti, potrebbe essere da evitare, perché la ricompensa nell'affrontarlo inferiore rispetto alle risorse che bisogna spendere per mettere fuori combattimento gli zombi. Inoltre, gli zombi possono decidere dinamicamente di attaccare un insediamento e i civili che vi si trovano all'interno. Nella missione che ci è stata proposta dovevamo piazzare delle trappole nottetempo in punti della bidonville stabiliti dal gioco.

Abbiamo poi chiesto se ci saranno armi da sparo o veicoli. Ci è stato detto che non possono ancora parlare di questi aspetti, ma ci hanno fatto capire che ci saranno entrambi. Insomma, alla fine dei giochi Dying Light solo sulla carta è effettivamente differente da Dead Island. Sembra un adattamento di quest'ultimo più ragionato, con un approccio alle minacce più simile a ZombiU, e con molto più spazio per il parkour.

 
^