FX Calcio: un manageriale sulle orme di PC Calcio

FX Calcio: un manageriale sulle orme di PC Calcio

Avete dedicato decine di ore a PC Calcio e state cercando un manageriale calcistico immediato e decisamente più snello di Football Manager? Allora siete capitati nell'articolo giusto.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
 

Ed è gol! Ma la difesa dov'era?

Non so se è capitato anche a voi, ma con i giochi che offrivano per le prime volte il parlato mi succedeva sovente di memorizzare le poche espressioni di quei titoli, e di ripeterle in maniera ossessiva. Capitava anche con PC Calcio. Oggi si potrebbe ridere alla cosa, visto che i giochi sono interamente parlati, e non ci sono espressioni che ti rimangono impresse più di altre, a meno che ovviamente non rimandino a qualcosa che emotivamente ti scuote. Ma con FX Calcio torniamo al passato, proprio perché la telecronaca è scarna, quasi come quella di PC Calcio.

Una volta lanciata la partita vera e propria infatti, ci accolgono Massimo Tecca e José Altafini, all'interno della riproduzione tridimensionale del match. Nonostante qualche limite, la partita è ben resa in tre dimensioni, principalmente perché si nota la presenza di una reale base simulativa. Insomma, i giocatori si muovono sul campo in maniera aderente alle statistiche che hanno nella parte gestionale. Avremo, quindi, l'alter ego di Totti che si muove in maniera elegante, sfoggiando le sue qualità tecniche; mentre l'alter ego di Burdisso sarà un deciso randellatore, e potrà sbagliare qualche passaggio.

Ma ci sono comunque tanti limiti, a partire dal fatto che le azioni sono sempre troppo simili tra di loro. La maggior parte dei gol vedono l'attaccante scattare in profondità, dribblare il portiere e depositare la palla nella rete ormai incustodita. Ma ci sono anche troppi rimpalli, mentre i giocatori lisciano con eccessiva facilità la palla.

Tutto questo rende abbastanza difficile continuare a seguire le partite nella modalità tridimensionale, spingendo il giocatore a lasciare al sistema il compito di simulare l'intera partita, fornendo solamente il risultato finale. Anche perché non è possibile accelerare il tempo: quindi o ci si sorbisce l'intera stramba prestazione della propria squadra o si rinuncia completamente alla modalità 3D. In quest'ultimo caso non si potranno neanche fare le sostituzioni nel corso di uno dei due tempi, ma solo alla fine del primo tempo. Non c'è neanche l'opportunità di impartire comandi da bordo campo, in modo da influire sulla psicologia degli atleti impegnati sul terreno di gioco.

Gli sviluppatori di FX Interactive hanno cercato di impreziosire questa modalità di gioco con qualche virtuosismo. Nel caso dei gol più spettacolari, infatti, il tempo risulterà rallentato e la telecamera girerà attorno al pallone in stile cinematografico. Semra però un paliativo, che dà la sensazione di voler coprire magnagne ben evidenti.

 
^