È scontro tra Xbox One e PS4 all'E3 più importante di sempre

È scontro tra Xbox One e PS4 all'E3 più importante di sempre

Di ritorno da Los Angeles, facciamo il punto della siturazione su un E3 che è punto di svolta, e non solo per l'introduzione dei nuovi hardware su cui, con ogni probabilità, graviterà l'industria dei videogiochi nei prossimi anni. Ma ci sono anche molti giochi importanti come Metal Gear Solid 5, Company of Heroes 2, Total War Rome II, The Witcher 3, Dead Rising 3 e Forza Motorsport 5.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
XboxThe WitcherTotal WarMicrosoft
 

Assassin's Creed e Watch Dogs

Assassin's Creed IV Black Flag
publisher: Ubisoft
software house: Ubisoft Montreal
piattaforme: PC, PlayStation 3, PlayStation 4, XBox 360, Xbox One, Wii U
data di pubblicazione: 1 novembre 2013

Dopo aver occupato uno spazio rilevante sia nella conferenza Microsoft che nella conferenza Sony pre-E3, il nuovo Assassin's Creed poteva essere visto anche in una presentazione a porte chiuse. Quest'ultima si concentrava sulle missioni secondarie, e quindi faceva perno sulla grandezza del mondo di gioco, oltre che sul nuovo scenario. Ovvero quell'ambientazione piratesca che sta già "gasando", e non poco, i fan della serie.

A detta dei programmatori, le missioni secondarie offriranno decine di ore di gioco e costituiranno un grosso motivo di interesse in Black Flag. La demo iniziava con un classico salto verso il vuoto del nuovo protagonista, Edward Kenway, ma con destinazione stavolta l'acqua. Edward doveva nuotare per qualche frangente prima di raggiungere una spiaggia, e recarsi in un villaggio.

Black Flag è ambientato nel Mar dei Caraibi all'inizio del diciottesimo secolo. Edward non è tra gli assassini di riferimento della sua setta, e questo gli consente di comportarsi in maniera libera, e seguire degli scopi personali nell'obiettivo di arricchirsi. Nel villaggio di cui dicevamo riesce a far fuori uno dei suoi due bersagli, mentre l'altro fugge e bisogna inseguirlo con la nave, la cosiddetta Jackdaw.

Le parti navali sono incredibilmente dettagliate dal punto di vista grafico. Con molti più vascelli riprodotti, i liquidi incredibilmente naturali e tantissimi soldati sui ponti della nave che si danno battaglia fra di loro. Ma i movimenti dei soldati non sono ripetitivi, visto che ognuno fa cose originali, non del tutto prevedibili. Inoltre, il giocatore si trova ad avere a che fare con diverse armi sul vascello, con cui poter attaccare le imbarcazioni avversarie mentre intorno a lui impazza il combattimento tra i soldati.

Le condizioni meteo sono più credibili rispetto ad Assassin's Creed III, con violenti uragani che si abbattono sulle imbarcazioni, influendo massicciamente sul loro andamento. Il giocatore può poi decidere se lasciare una nave al suo destino, dopo averla distrutta, oppure se tentare l'arrembaggio per impossessarsi di ulteriori ricchezze.

La parte di arcipelago è completamente esplorabile. Per esempio, andando a nuoto su un piccolo atollo ci imbatteremo in un cadavere. Questo contiene una mappa del tesoro che, di fatto, abilita una nuova missione secondaria. Potremo decidere se andare alla ricerca di quel tesoro o se proseguire sulla nostra strada.

Sullo showfloor era poi presente un piccolo assaggio della modalità multiplayer. Un tipo di partita che si chiama Wanted, già visto in realtà in Assassin's Creed III e in Revelations. Otto giocatori si trovano sulla mappa e sono chiamati ad assassinare un preciso bersaglio, riconoscendolo tra gli altri giocatori e rispetto ai personaggi non giocanti gestiti dall'IA.

La componente stealth ritornerà protagonista, secondo le promesse di Ubisoft Montreal, mentre dal precedente Assassin's Creed verrà ripescata anche la caccia. Black Flag ha impressionato un po' tutti per il fenomenale dettaglio grafico raggiunto, sia nei combattimenti a terra che, soprattutto, per le battaglie navali. C'è un po' di incertezza, però, sulla piattaforma sulla quale girava. I producer sostengono che si trattasse di PC con configurazione limitata in modo da riprodurre le condizioni di PS4. Effettivamente giocavano con un controller della console Sony.

Insomma, se è veramente questa la grafica di PS4, tra l'altro alle sue prestazioni migliori in tutto l'E3 con Assassin's Creed, allora tanto di cappello. Ma il dubbio che si trattasse di un PC ben più potente è forte...

Watch Dogs
publisher: Ubisoft
software house: Ubisoft Montreal
piattaforme: PC, PlayStation 3, PlayStation 4, XBox 360, Xbox One, Wii U
data di pubblicazione: 22 novembre 2013

La presentazione a porte chiuse all'E3 di Watch Dogs era divisa in due parti. La prima era del tutto identica alla demo mostrata durante la Conferenza pre-show di Sony. Il protagonista Aiden Peirce assiste a distanza un hippie, TBone, mentre sta scappando da un appartamento. Per farlo si serve di un sistema di telecamere a circuito chiuso, riuscendo ad avvisare il fuggiasco in caso di presenza di guardie a altri individui che potrebbero bloccare la sua fuga.

Dopo aver salvato TBone, Aiden viene improvvisamente seguito da un elicottero e deve fuggire rocambolescamente. Già in passato Ubisoft Montreal aveva parlato di forte integrazione con i dispositivi mobile per Watch Dogs, e all'E3 ne ha dato ulteriore dimostrazione. Ha fatto vedere, infatti, come sia possibile distruggere l'elicottero che insegue Aiden in questa sequenza con una semplice pressione sul dispositivo touchscreen.

Ma anche Aiden, e passiamo alla seconda parte della demo, può essere vittima di hack. Non solamente per mano degli stessi personaggi presenti all'interno del gioco, ma anche da coloro che sono connessi in rete e che stanno giocando a Watchdogs. Infatti, è possibile inseririsi all'interno delle partite di altri giocatori e manomettere sistemi informatici in modo da rendere le cose più difficili, il tutto rimanendo completamente anonimi.

Insomma, queste feature si sposano bene con il clima che si respira in Watch Dogs e con la stessa trama del gioco. Infatti, in Watch Dogs, il giocatore si ritrova ad agire in un'immensa città e può intervenire su target e nella ricerca degli indizi in maniera libera, organizzando delle tattiche.

Si gioca in una versione alternativa di Chicago a cui Ubisoft si riferisce semplicemente con il nome di Windy City, città ventosa. Nell'agosto del 2013 un virus si è diffuso negli Stati Uniti e per avviare il processo di ricostruzione le autorità hanno deciso di collegare le varie città da una rete coordinata da supercomputer conosciuto come "ctOS" (Central Operating System). Il sistema controlla tutti i dispositivi elettrici della città e contiene informazioni sui residenti e le attività. Ma può essere facilmente violato.

Il vero dubbio con Watch Dogs è se si tratta effettivamente di un gioco completamente nuovo, con meccaniche sue, o una sorta di Assassin's Creed con una nuova veste grafica. Saprà offrire un gameplay veramente incisivo o avrà le incertezze della serie parallela di Ubisoft? I movimenti di Aiden, il suo modo di interfacciarsi con la città e i suoi abitanti e la stessa conformazione del mondo di gioco, insomma, ricordano pericolosamente Assassin's Creed.

 
^