The Elder Scrolls Online: Tamriel adesso in un MMORPG

The Elder Scrolls Online: Tamriel adesso in un MMORPG

In occasione del Bethesda for Gamers svoltosi a Londra qualche giorno fa, abbiamo avuto modo di provare una beta di The Elder Scrolls Online, il nuovo atteso MMORPG che permetterà ai fan della storica serie ambientata a Tamriel di godere di scenari, storie e personaggi in un modo completamente diverso rispetto alla tradizione. All'interno trovate anche l'intervista a Matt Firor, game designer di The Elder Scrolls Online.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
 

Le Skill di Elder Scrolls

La maggior parte degli MMO richiede al giocatore di scegliere una classe all'inizio dell'esperienza di gioco, e questa scelta ovviamente comporta una serie di restrizioni sulle skill che poi si potranno usare durante il gioco vero e proprio. Anche The Elder Scrolls ha un class system, ma non è rigoroso come quello dei giochi di ruolo tradizionali. Le classi in ESO, infatti, determinano solamente alcune competenze di base.

A prescindere dalla classe scelta, infatti, i giocatori avranno comunque la possibilità di usare qualsiasi arma sia presente nel mondo di gioco, così come qualsiasi altro pezzo di equipaggiamento. In questo modo si potrà sempre scegliere se usare un'armatura pesante, leggera o media. Lo stesso vale per le armi: si può scegliere quale arma impugnare, se a singola mano o a due mani, e combattere come si desidera. Le classi, quindi, non limitano il giocatore nella scelta dell'equipaggiamento, ma semplicemente impongono una direttiva generale su come il personaggio si evolverà.

Come da tradizione per gli Elder Scrolls, al giocatore è lasciata la libertà di migliorare la padronanza di ciascuna delle armi e di ciascuna delle abilità. Man mano che si livella per ciascuna arma, si apprendono nuove skill e si migliora la loro efficienza. Queste skill quindi migliorano indipendentemente dalle skill di classe di base, e cambieranno a seconda dell'arma che viene usata nel corso dell'avventura.

Gli alberi legati a Salute, Stamina e Magicka si trovano altresì in Teso così come nei precedenti Elder Scrolls. La quantità di punti risorsa che si trovano in ciascuno di questi alberi dipende da come il giocatore decide di spendere i suoi Skill points. Si può quindi scegliere di migliorare solo uno degli attributi o di equilibrare tutti e tre. Tale sistema, come abbiamo appreso nel corso degli anni con gli Elder Scrolls single player, permette di creare un personaggio unico con una distribuzione di risorse negli attributi ben specifica, in dipendenza da come il giocatore ha affrontato l'esperienza multiplayer e da quali scelte ha fatto.

Si potrà ottenere così un guaritore che allo stesso tempo è molto abile con le magie incendiarie o un mago stealth. Teso offre quindi delle possibilità interessanti in termini di personalizzazione del personaggio, che difficilmente si ritrovano in altri MMORPG.

Anche il gameplay ovviamente cambia in funzione di come vengono spesi gli Skill points. Ad esempio, se si attribuiscono molti punti alla Salute si otterrà un guerriero o un tank, il che stabilirà quindi il proprio ruolo all'interno delle strategie del gruppo di cui si fa parte. Se si preferisce Stamina, invece, si otterrà un personaggio più orientato al dps. Ma chiaramente si possono creare delle commistioni e avere dei personaggi intermedi, completi, anche se non eccellono in nessuna caratteristica in particolare.

Si potranno, pertanto, ottenere sempre la maggior parte delle abilità, ma in alcuni casi bisognerà fare delle scelte, perché una strada occluderà l'altra. Ad esempio, non sarà possibile essere contemporaneamente lupi mannari e vampiri.

 
^