Metro Last Light: i dettagli tecnici del motore grafico

Metro Last Light: i dettagli tecnici del motore grafico

In sede di recensione non abbiamo avuto modo di esaminare con calma i dettagli tecnici del motore grafico di Metro Last Light, che però presenta diversi spunti di interesse, collocandosi come una delle migliori soluzioni nel panorama attuale. Vediamo le caratteristiche del 4A Engine in termini di PhysX, tassellatura, anti-aliasing, post-processing e molto altro.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
 

Anti-aliasing

Come impostazione predefinita, Last Light utilizza la tecnica proprietaria di 4A Games chiamata Analytical Anti-Aliasing (AAA) per smussare i bordi degli oggetti, dei personaggi, delle texture trasparenti e di tutti gli altri oggetti che si trovano sullo schermo. Si tratta di una sorta di evoluzione della tecnica di base FXAA di Nvidia, che consente di ottenere risultati migliori raddoppiando la risoluzione interna delle immagini attraverso l'uso di pattern per la rilevazione delle forme. Alla fine del processo, si applica un downsampling delle immagini ottenute con effetto di post-processing fino alla risoluzione dell'immagine scelta dall'utente, il che consente di ottenere figure lisce e chiare.

In Metro 2033 i giocatori potevano utilizzare la tecnica di Multisample Anti-Aliasing (MSAA) per avere immagini ancora più nitide rispetto a quelle ottenute tramite AAA. Purtroppo, però, questa tecnica aveva un forte impatto sulle prestazioni per via della presenza della tecnica di illuminazione differita usata dal 4A Engine.

Per Last Light, quindi, 4A Games ha sostituito MSAA con la nuova tecnica Supersampling Anti-Aliasing (SSAA), che offre un notevole miglioramento nella qualità delle immagini come potete vedere anche nei due screenshot che riportiamo in questa pagina. In altre parole, se la risoluzione di default è impostata su 1920x1080, il filtro 2X SSAA renderizza originariamente le immagini alla risoluzione 2688x1512 per poi ridimensionarle alla risoluzione originale, e aumentare così il livello di dettaglio per ogni pixel. Con SSAA 3X le immagini vengono renderizzate a 3264x1836 e con SSAA 4A a 3840x2160, ovvero la risoluzione dei monitor 4K di prossima generazione.

SSAA ha un vantaggio con Metro Last Light perché è costruita su misura sul codice del motore del nuovo gioco di 4A Games. Rispetto alle altre tecniche di anti-aliasing è quindi ottimizzata per il tipo di rendering e di gestione delle illuminazioni che si trovano in Metro Last Light.

Il 4A Engine continua ad utilizzare AAA anche quando SSAA è abilitato, in modo da assicurarsi di avere la migliore gestione dello smussamento dei bordi in qualsiasi condizione. Naturalmente, tutto ciò produce un calo consistente nelle prestazioni, come abbiamo visto nella recensione, con una riduzione del frame rate da 60 a 20 fps in condizioni standard con una scheda video GeForce 660 Ti. Insomma, per abilitare SSAA bisogna possedere una delle più recenti schede video introdotte sul mercato.

 
^