Recensione Metro Last Light: non ci può essere potere senza sangue

Recensione Metro Last Light: non ci può essere potere senza sangue

Dopo aver dedicato l'ultima settimana al nuovo shooter di 4A Games, eccovi le nostre considerazioni in fatto di gameplay e tecnologia. Last Light è il proseguimento della storia che abbiamo avuto modo di vivere in Metro 2033, raccontata lungo una campagna da 20 ore. All'interno trovate anche il videoarticolo e una gallery di screenshot inediti.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
 

Conclusioni

La serie Metro presenta da sempre diversi evidenti limiti al gameplay. Innanzitutto la caratterizzazione dei tetri è piuttosto scialba, sia visivamente che in termini di gameplay. Le loro animazioni sono approssimative e non fedeli, stridendo nettamente con l'alto livello di pulizia del resto degli elementi, e questo vale sia per Metro 2033 che per Metro Last Light. Hanno un'intelligenza artificiale deficitaria che gli impedisce di fare molto di più che andare verso il giocatore e infliggere contro di lui, vorrei usare un termine più aulico ma mi sembra che questo sia l'unico veramente calzante, sonore "manate".

Speravo che 4A Games rivedesse questo aspetto, ma così non è stato. Last Light è, infatti, un pedissequo riprorre molti degli asset del primo capitolo, senza alcun miglioramento sostanziale sul piano del gameplay. Soprattutto nella prima parte della campagna di Last Light, poi, le location di gioco sono decisamente ripetitive: è vero che il giocatore non riceve mai alcuna indicazione su come procedere e nessun aiuto sul piano visivo, ma è anche vero che i livelli di gioco sono sempre lineari. Il giocatore, insomma, si ritrova in un tunnel e ha una sola direzione da percorrere.

Ho avuto, quindi, delle serie difficoltà a stabilire il voto definitivo per questo Last Light: ero indeciso se assegnare o meno il voto pieno di quattro stelline. Ciò che alla fine mi ha fatto propendere verso questa decisione è stata la durata della campagna: ho finito Metro Last Light, infatti, in circa 20 ore. Si tratta di una campagna decisamente più lunga rispetto a quelle a cui ci hanno abituato gli shooter di oggi. 4A Games ha fatto letteralmente un miracolo a mantenere le vicende sempre intense, nonostante il gameplay prolungato. La storia è interessante in ogni punto, grazie soprattutto alla contestualizzazione di base proveniente dai romanzi di Glukhovsky, e qualsiasi parte della campagna risulta curata nei minimi particolari, dalla recitazione degli attori virtuali alle fasi più spettacolari e adrenaliniche.

Metro Last Light è quindi un gioco che offre un alto livello di sfida in alcune parti, con un'eccellente gestione delle parti stealth e un mondo realistico e immersivo. L'avere a che fare con tanti oggetti hand-made e il prolungarsi delle avventure in questo infinito budello metallico sono elementi di grande fascinazione, che piaceranno soprattutto ai cosiddetti giocatori hardcore. Dover centellinare i proiettili, scegliere sempre la via stealth e dover agire senza alcun aiuto e senza alcuna indicazione su come proseguire sono elementi messi lì da 4A Games per andare incontro soprattutto a questo tipo di pubblico.

Dobbiamo aggiungere anche le mirabilie a cui abbiamo assistito sul piano tecnico, sia grafico che sonoro. Ma se la grafica di Last Light è gradevole soprattutto perché si gioca in piccoli spazi, che hanno consentito a 4A Games di mettere tanto dettaglio sugli oggetti che vi si trovano, l'audio è altamente immersivo e intenso, svolgendo un ruolo determinante nel rendere il tutto così realistico.

Il nuovo gioco di 4A Games espleta quindi in maniera opportuna il compito di accompagnare il giocatore verso il destino di Artyom. Sebbene la narrazione sia limitata dall'opprimente presenza di spazi bui e ristretti, riesce comunque a emozionare il giocatore, a fargli vivere questa realtà alternativa in cui l'umanità è divenuta prigioniera di invalicabili parete di metallo, per sua stessa colpa. Il tutto affascinerà i giocatori e, sebbene rimangano i limiti di cui abbiamo parlato, che mettono ancora più rabbia perché già presenti nel gioco precedente, Metro Last Light resta comunque un'esperienza da vivere.

  • Articoli Correlati
  • Metro Last Light: di nuovo soli nella metro di Mosca Metro Last Light: di nuovo soli nella metro di Mosca Metro Last Light è uno dei più interessanti titoli del line-up di THQ per il prossimo anno. Vediamo quali sono i miglioramenti rispetto al precedente capitolo e le caratteristiche di gioco completamente nuove, come il multiplayer. THQ ha realizzato un video playthrough di 13 minuti che mostra gli elementi salienti del nuovo shooter di 4A Games.
34 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
fukka7513 Maggio 2013, 19:32 #1
Avete provato le differenze fra l'uso di PhysX e non? in M2033 le differenze erano nulle, in questo come va?
Ale55andr013 Maggio 2013, 19:36 #2
mah, altrove dicono che dura 7 ore, 9-10 se ci cercano le pagine del diario e si fa largo uso di stealth e qua addirittura 4 stelle e mezza alla longevità
RealB33rM4n13 Maggio 2013, 19:56 #3
LoL questo articolo sembra una pubblicità dell'nvidia!
Fantomatico13 Maggio 2013, 20:46 #4
Mmm... avevo appena letto una rece, e qui vedo che viene detto l'esatto opposto... mi sa che a questo punto aspetterò commenti di utenti sul thread ufficiale, per vedere se la maggioranza dei commenti è positiva o negativa, in generale.

Non si sa proprio come gira sulle AMD?
bobby1013 Maggio 2013, 22:02 #5
Mio
ranxerox66613 Maggio 2013, 22:24 #6
Originariamente inviato da: Fantomatico
Mmm... avevo appena letto una rece, e qui vedo che viene detto l'esatto opposto... mi sa che a questo punto aspetterò commenti di utenti sul thread ufficiale, per vedere se la maggioranza dei commenti è positiva o negativa, in generale.

Non si sa proprio come gira sulle AMD?


su un altro sito ho letto che,siccome con le schede amd non si ha (purtroppo ) il supporto a Physix,si dovrebbero ottenere circa 15-20 fps in più rispetto ad una configurazione nvidia!!
movengia13 Maggio 2013, 23:15 #7

Il miglior gioco in 3D Vision

Ho giocato Metro 2033 appena un mese fa con le mie 680 gtx sli e schermo 3D e ha una profondità stuefacente e resa cromatica perfetta in 3D. Questo nuovo Last Light è già 3D Vision Ready nei drivers Nvidia quindi immagino sarà stupefacente. Nessun gioco si avvicinava a Metro 2033 nel 3D Surround nemmeno gli ottimi Batman Arkham City e Just Cause 2. Metro 2033 aveva ghosting praticamente assente e sdoppiamento del mirino inesistente in 3D. In una parola perfetto. In molte scene del gioco rimasi a bocca aperta come incantato. Non vedo l'ora di mettere le mani sul 3D di Last Light!
PConly9214 Maggio 2013, 01:19 #8
Originariamente inviato da: RealB33rM4n
LoL questo articolo sembra una pubblicità dell'nvidia!


"Ma siamo rimasti comunque decisamente soddisfatti dalle prestazioni di Metro Last Light con le configurazioni con cui abbiamo provato il gioco. Con hardware Nvidia, si mantengono quasi sempre i 60 fps, il che consente di avere un'esperienza ampiamente godibile e sempre fluida, senza cali di prestazioni o la presenza di stuttering. La versione PC di Last Light, graficamente, è nettamente superiore rispetto alle controparti per console, in cui 4A Engine invece presenta diversi limiti in termini di risoluzione delle texture, gestione dell'anti-aliasing e dettaglio poligonale. Segnaliamo, inoltre, che Nvidia suggerisce il download dei driver Beta 320.14 per le migliori prestazioni con Metro Last Light."


ice_v14 Maggio 2013, 01:28 #9
7stars14 Maggio 2013, 02:25 #10
Originariamente inviato da: RealB33rM4n
LoL questo articolo sembra una pubblicità dell'nvidia!

non sembra, è... altrimenti lo avrebbero testato anche con AMD senza fare tutta 'sta solfa. Tra l'altro stai pur certo che girerà abbastanza bene anche con AMD senza AA e DOF... l'AA nell'immagine postata di sicuro non fa alcuna differenza per cui si debba sentirne il bisogno, poi cmq si deve vedere ingame...inoltre io sono contrario al comportamento di alcuni sviluppatori che scelgono un motore di fisica come il Physx che butta fuori la concorrenza, quando ci sono altre soluzioni oppure l'Havok che attraggono un'utenza molto più vasta visto che ogni gpu può eseguire le direttive senza un gran calo di performance...quindi ragazzi di 4A e anche gamemag, avete toppato...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^