Fifa 14: Protect the Ball, Pure Shot e le altre novità di questa stagione

Fifa 14: Protect the Ball, Pure Shot e le altre novità di questa stagione

Come sempre, in questo periodo dell’anno, è tempo per dare una prima occhiata al nuovo capitolo di Fifa, che ci terrà compagnia nella prossima stagione pallonara. Per farlo, EA ha organizzato una mattinata presso lo Starhotel di Piazza Fontana dove sono intervenuti Sebastian Enrique e Nick Channon, Producer del gioco.

di Stefano Carnevali pubblicato il nel canale Videogames
 

Protect the Ball

Forse l’innovazione più interessante. Di certo quella che credo sia maggiormente da apprezzare.

Fifa è sempre stato molto indietro sul versante protezione della palla. Molto più proficuo continuare a passarla, sviluppando sempre e comunque azioni molto ‘verticali’. In questo modo, la simulazione si rivelava fallace, proponendo un calcio troppo rapido, fatto di continui ‘coast to coast’.

Semplicemente, la protezione della palla era sempre troppo complessa. Il fisico dei calciatori, di fatto, non si rivelava ‘pesare’ a sufficienza: il portatore di palla – contrariamente alla realtà – non era mai in grado di usare il proprio corpo per ‘tagliare fuori’ i difensori a caccia della sfera.

Chiunque segue il calcio sa benissimo che rubare il pallone a un avversario dotato di buona tecnica o fisico importante, non è mai facile.

La protezione della palla è centrale nel calcio. Perché è la chiave del gioco di una squadra. E’ il segreto per gestire i tempi e ritmi di una partita. La pressoché totale mancanza di poterla gestire con calma, in Fifa, è sempre stata pesante lacuna.

Di fatto, nel simulatore di EA, l’unica possibilità era trattenere la palla, attraverso una complicata combinazione di tasti da premere, interrompendo la propria corsa. E, in ogni caso, non era comunque una situazione davvero efficace. Adesso le cose cambieranno.

Il trigger sinistro sarà la chiave per la protezione di palla (quindi, per i ‘numeri’ sarà sufficiente utilizzare lo stick destro, senza più abbinarlo alla pressione di alcun dorsale).

Secondo EA – tenendo presente che il trigger destro sarà sempre il tasto della corsa accelerata -, il dorsale sinistro diverrà una sorta di freno. Sarà sempre possibile ‘attivarlo’ e, contestualmente a una riduzione nella corsa, consentirà al portatore di palla una difesa dagli assalti fisici dell’avversario. Insomma, se prima la difesa, con la semplice pressione, poteva sempre mettere in crisi il portatore di palla, adesso, finalmente, le cose cambieranno.

Un attaccante tecnico o potente potrà credibilmente tenere testa a i difensori avversari, per quanto questi si sforzino nel tentativo di sbilanciarlo. In questo modo, non solo la palla smetterà di ‘scottare’ nei nostri piedi permettendoci di avere un vero controllo sui ritmi di gioco: si apriranno così grandi possibilità prima inesplorate, visto che gli attaccanti potranno mettere in pratica un vero gioco spalle alla porta, riuscendo a dialogare con efficacia con il centrocampo, creando molte più occasioni.

Decisamente, se ben implementata, si tratta di una nuova feature in grado di incidere pesantemente sulle dinamiche di gioco.

 
^