League of Legends: una guida per il MOBA più giocato

League of Legends: una guida per il MOBA più giocato

Vi proponiamo una guida per 'novizi' di League of Legends, con lo scopo di affascinare i giocatori con l'universo del titolo free to play di Riot Games, e aiutarli a comprendere le meccaniche di base del MOBA ideato da Steve Feak, conosciuto come Guinsoo. Per la realizzazione di questa guida ci siamo avvalsi del supporto del nostro prezioso collaboratore Marco Fiore, e del pro-gamer Mattia Rosselli (nickname malgax92), che ha partecipato alla finale della Coppa Go4IT di Esl.

di Marco Fiore, Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
 

Le meccaniche di base

Sono quattro le mappe dove si svolgono i match multiplayer PvP di League of Legends: Summoner's Rift, per 10 giocatori; The Twisted Treeline, per 6 giocatori; The Proving Grounds, una mappa giocabile solo in custom con una sola linea centrale che congiunge le due basi, per 10 giocatori; alle quali si aggiunge la mappa The Crystal Scar per la modalità Dominion, una novità rispetto agli altri MOBA.

Consigliamo di iniziare con il tutorial e poi di cimentarsi nel 5 vs 5 contro l'IA per cominciare a comprendere le meccaniche fondamentali di Summoner's Rift, la mappa più giocata e quella dove si giocano i tornei più importanti. La mappa per il 3 vs 3 è un ottimo punto per iniziare ma essendo ancora in beta ed essendo gli equilibri di gioco abbastanza differenti rispetto al 5 vs 5 (oggetti diversi, meccaniche di gioco differenti, Champion che ricoprono un ruolo diverso) sarebbe meglio iniziare con il 5 vs 5. A monte di tutto, però, c'è la pratica in co-op contro l'IA, modalità di gioco disponibile su entrambe le mappe, a cui bisogna fare riferimento per ogni Champion comprato/sbloccato.

League of Legends è un gioco fortemente strutturato sull'abilità nel controllare i Champion. Il giocatore bravo a LoL deve conoscere diversi eroi, e con conoscere intendiamo avere assimilato a menadito tutte le abilità associate a quel Champion, e aver capito come utilizzarle nel confronto con gli avversari. La conoscenza delle abilità di ogni campione è fondamentale per capire di quali peculiarità dispongono gli avversari che ci troveremo di fronte. League of Legends distingue i campioni in varie tipologie: pusher, jungler, support, assassin, ranged, stealth, mage, carry, tank, fighter, melee.

A parte questa divisione piuttosto generica si può senz'altro dire che i campioni di League of Legends assumono ruoli molto diversi in base all' "itemizzazione" che gli si dà: specialmente con l'arrivo della nuova Season, la Season 3, il numero degli oggetti è considerevolmente aumentato e ogni campione dispone di moltissime combinazioni di oggetti che alterano le sue caratteristiche radicalmente, consentendo di ricoprire ruoli diversi e a volte totalmente inaspettati.

La chiave di ogni partita di LoL sarà proprio trovare la giusta combinazione di oggetti (ogni campione può trasportarne massimo sei) adattata in base alla composizione di campioni del team avversario e al ruolo che, indipendentemente dal campione da noi scelto, saremo chiamati a ricoprire nel team. League of Legends è un gioco di squadra in tutto e per tutto e solo la cooperazione tra compagni di squadra e la comunicazione continua può garantire una possibilità di vittoria.

Le abilità definiscono ciascuno dei Champion, per cui vanno conosciute profondamente prima di poter utilizzare il Champion sul campo di battaglia. Queste abilità sono collegate ai tasti Q, W, E, R. All'ultimo dei tasti indicati è associata la "finale", o "ulti", in inglese, di solito l'attacco più devastante per ogni Champion. Quando si attacca uno dei nemici bisogna solitamente usare tutte le abilità in rapida successione, nell'ordine specifico richiesto dalle caratteristiche delle abilità a disposizione, per finire proprio con la "ulti". Quest'ultima, dunque, solitamente non va usata, a meno proprio di avere l'opportunità di ultimare uno dei Champion avversari.

 
^