Sacred Citadel: la nota serie di rpg diventa hack 'n' slash a scorrimento orizzontale

Sacred Citadel: la nota serie di rpg diventa hack 'n' slash a scorrimento orizzontale

Vi parliamo oggi di questo nuovo hack 'n' slash dei ragazzi di Deep Silver e della loro idea sul rinnovamento dei giochi di combattimento a scorrimento laterale. Gli eventi narrati in Sacred Citadel rivestono il ruolo di preludio per Sacred 3.

di Marco Fiore pubblicato il nel canale Videogames
 

Introduzione

Che i ragazzi di Deep Silver fossero ambiziosi, pieni di iniziativa e pronti a tuffarsi in progetti innovativi lo abbiamo visto quando abbiamo parlato di Saints Row 4. Rimaniamo quindi ancora stupiti di fronte a questo intrigante progetto che ha portato alla sviluppo di Sacred Citadel, prequel di Sacred 3 per quanto concerne la trama, ma dal punto di vista della modalità di gioco titolo a sè stante.

Tantissimi lettori avranno giocato almeno una volta ad uno dei titoli della saga di Sacred e i fan più affiatati stanno senz'altro aspettando con ansia il terzo capitolo della serie di cui appunto Sacred Citadel rappresenta il preludio, preludio che alzerà il velo su un intrigante segreto del Serafino con il quale i giocatori si imbatteranno in Sacred 3, in fase di sviluppo da parte di Keen games e in arrivo sul mercato nel 2013.

Andiamo quindi a presentare Sacred Citadel, un intenso gioco d'azione arcade a scorrimento laterale con elementi RPG, grafica Cel Shading e con una componente multiplayer cooperativa fino a 3 giocatori.

Rispetto quindi ai Sacred cui siamo abituati c'è stato un cambiamento di rotta, una sperimentazione da parte di questo spin-off della serie con l'obiettivo di semplificare le meccaniche dei giochi hack 'n' slash (semplificazione che ad esempio sta avvenendo nel porting di Diablo 3 verso le console) rendendole più fruibili, immediate e divertenti per i giocatori casual e per l'uso sulle console di questa generazione.

 
^