Saints Row 4: cosa "non aspettarsi" dal nuovo titolo di Volition

Saints Row 4: cosa "non aspettarsi" dal nuovo titolo di Volition

Questa volta i ragazzi si Volition hanno deciso proprio di esagerare con Saints Row 4: invasioni aliene, superpoteri, mondo virtuale alla Matrix e chi più ne ha più ne metta. Andiamo a vedere cosa possiamo "non" aspettarci da questo nuovo titolo dopo l'acquisizione di Koch Media a seguito del fallimento di THQ.

di Marco Fiore pubblicato il nel canale Videogames
 

Da DLC a sequel: la storia di Saint's Row 4

Tutti coloro che hanno seguito le vicende legali di THQ in questi ultimi mesi sono sicuramente a conoscenza dell'acquisizione di Volition e del brand Saints Row da parte di Koch media, la quale ha subito dato il progetto di un seguito in mano alla sua divisione gaming, Deep Silver. La collaborazione tra Deep Silver e i ragazzi di Volition ha portato a due cambiamenti: l'abbandono del DLC "Enter the Dominatrix" e lo sviluppo del sequel di Saint's Row: The Third, appunto Saints Row 4.

Si è deciso quindi di espandere le idee del DLC in attesa per il 2013 e le cui vicende si sarebbero ambientate in un mondo virtuale, Dominatrix appunto (per chi non ci fosse ancora arrivato è un chiaro riferimento a Matrix, ma sappiamo che voi lettori siete molto attenti!) e di aggiungere un plot narrativo che giustificasse l'entrata in Dominatrix oltre che la produzione di un titolo a sé stante.

L'obiettivo dei ragazzi di Volition rimane quello di creare un titolo action-adventure in un mondo aperto e completamente esplorabile in cui le possibilità del giocatore si espandano e vadano oltre i limiti dell'"umanità" dei personaggi interpretati: se nei prequel di Saints Row 4 si parlava infatti di situazioni surreali, armi futuristiche ed improbabili come dildi di gomma, trame divertenti ma fuori da ogni schema narrativo e un generale feeling di demenzialità che portava anche tanta ilarità (mi viene subito da pensare alle missioni secondarie sul frodo assicurativo, in cui bisognava farsi investire per farsi pagare al termine della missione dall'assicurazione, con un "boost" dopo un certo periodo di tempo che faceva letteralmente fluttuare in aria il nostro alter-ego da una macchina all'altra), nel perfetto stile dei "So bad it's so good", video di qualche noto Youtuber italiano, nel nuovo titolo di casa Volition si punta all'esagerazione definitiva. Invasioni aliene, superpoteri e un mondo come quello di Matrix, a questo punto iniziamo seriamente a spaventarci pensando a cosa ci possa essere in un futuro Saints Row 5.

 
^