Crysis 3 e CryEngine 3: fotorealismo raggiunto?

Crysis 3 e CryEngine 3: fotorealismo raggiunto?

Negli ultimi giorni abbiamo provato intensamente l'ultimo gioco di Crytek, principalmente per andare a scovare gli spunti tecnici di maggiore interesse. Crysis 3 offre un dettaglio grafico, a tratti, fotorealistico, a cui fa da contraltare però un gameplay spesso approssimativo, con un bilanciamento non sempre convincente. Le immagini sparse per l'articolo sono quelle fornite dal produttore, mentre nella gallery trovate una serie di shot che abbiamo catturato dall aversione PC di Crysis 3 impostata al massimo livello di dettaglio grafico.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
 

Level cap

Quanto alle vecchie modalità di gioco, oltre alla già citata Punto d'Impatto, abbiamo Deatmatch e Team Deathmatch, che non necessitano di ulteriori descrizioni. In Assalto, invece, una squadra di agenti dotati di nanotute deve passare da una console all'altra per scaricare dati. I loro avversari, una squadra di soldati della Cell, devono cooperare per fermarli. In questa modalità il giocatore dispone di un'unica vita e, se eliminato, non ha la possibilità di rientrare in gioco fino alla fine del turno in corso.

In Recupero, invece, le squadre di agenti dotati di nanotute sbarcano da un VTOL. La loro missione è recuperare il maggior numero possibile di dispositivi da diversi luoghi sulla mappa nei cinque minuti a disposizione in ogni turno. Le squadre si scambiano i ruoli dopo cinque minuti, quindi gli attaccanti diventano difensori e viceversa.

Prendi il trasmettitore è il classico cattura la bandiera rivisto in chiave Crysis. Bisogna, infatti, conquistare il trasmettitore nemico e riportarlo nella propria base per guadagnare punti.

Nel multiplayer di Crysis 3, i giocatori guadagnano esperienza uccidendo i nemici, vincendo i turni o completando determinati incarichi e missioni, come le sfide giocatori. Con l'esperienza accumulata si possono sbloccare nuove armi e nuovi moduli per la Nanotuta. Una volta sbloccate le armi, inoltre, è possibile migliorarle continuando a utilizzarle nei match multiplayer, il che consente di installare degli aggiornamenti sulle armi stesse.

Il livello massimo di esperienza in Crysis 3 è il 50, dopo il quale la Nanotuta si riavvierà, riportando il giocatore al livello 1. Ma a questo punto sarà possibile utilizzare le armi CELL e si otterrà una piastrina esclusiva.

C'è poi tutto il sistema delle valutazioni abilità, ovvero traguardi e requisiti che possono essere raggiunti svolgendo particolari azioni sul campo di battaglia. Per soddisfare questi requisiti i giocatori devono assicurarsi di usare tutte le tue armi, giocare diversi tipi di partita e utilizzare tutte le funzioni della Nanotuta.

Nel multiplayer di Crysis 3, poi, Crytek ha inserito un sistema di tipo social network, chiamato feed di New York. Si tratta di una community in cui è possibile tenere traccia dei propri progressi e degli amici. Nel multiplayer di Crysis 3 ci sono 12 mappe differenti, mentre l'intero sistema è strutturato attorno ai server dedicati. C'è un browser delle partite che consente di scegliere il match ideale in base alle proprie preferenze e alle caratteristiche della propria connessione a internet. Confermiamo le ottime impressioni, in termini di velocità del matchmaking e livello di ottimizzazione del netcode, avute in occasione dell'open beta.

 
^