I migliori videogiochi del 2012: la parola ai lettori

I migliori videogiochi del 2012: la parola ai lettori

Anche quest'anno Hardware Upgrade e Gamemag offrono la classica dei migliori giochi dell'anno precedente, scelti dai lettori. Si parte dalla decima posizione e si risale fino al gioco vincitore.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
 

9a posizione

The Walking Dead

Produttore: Telltale Games
Sviluppatore: Interno
Piattaforma: PC, Mac, PlayStation 3, Xbox 360
Rilascio: aprile
Percentuale di voti conseguita: 3,58%

Sulla scia del successo agli Spike VGA di quest'anno, in occasione dei quali è stato insignito addirittura della palma di miglior videogioco dell'anno in assoluto, The Walking Dead è stato premiato anche dalla community di Hardware Upgrade, che gli conferisce un più che dignitoso nono posto, con un'ultima parte della sua rincorsa molto vibrante, proprio perché ha guadagnato diverse posizioni, una delle quali a scapito di Xcom Enemy Unknown.

The Walking Dead è un'avventura a episodi sviluppata e prodotta da Telltale Games. Come per i precedenti giochi di Telltale, il giocatore deve sfruttare gli oggetti che si trovano negli scenari e combinarli con ciò che si trova all'interno del suo inventario. Ma una componente inedita per Telltale è proprio l'introduzione del tempo, visto che bisogna agire entro un certo intervallo di tempo. Inoltre, il giocatore potrebbe rimanere ucciso nel corso dell'azione.

Si tratta pertanto di un ibrido tra avventura e azione, in cui si seguono le vicende dalla prospettiva di Lee Everett, che è dunque il personaggio controllato dal giocatore. Ma appaiono in cameo alcuni personaggi presenti nel fumetto come Glenn e Hershel.

The Walking Dead si divide in cinque episodi. Nel primo, A New Day, Lee Everett è accusato di omicidio, mentre la storia prende avvio nel momento in cui un ufficiale di polizia scorta il protagonista al di fuori della città di Atlanta. Ad un tratto un uomo attraversa la strada e causa un incidente in cui è coinvolto il poliziotto. Il cadavere di quest'ultimo diventa uno zombi che non esita ad assalire Everett. In Starved for Help, invece, la storia riprende tre mesi dopo la conclusione delle vicende del primo episodio, quando l'invasione degli zombi è ormai giunta in una fase avanzata. Fra i sopravvissuti si aggiunge Mark, giovane soldato, unitosi più per il bisogno di fame. La storia ruota intorno al gruppo creatosi per fronteggiare l'invasione degli zombi, al cui interno non mancano le tensioni.

In Long Road Ahead, la situazione per Lee e il gruppo di sopravvissuti risulta peggiorata, visto che i banditi hanno cominciato ad attaccare il motel in cui il gruppo si è rifugiato per accaparrarsi le poche scorte di cibo rimaste. L'inverno è alle porte e il rapporto tra i sopravvissuti si fa sempre più aspro. Nell'episodio 4 i protagonisti giungono a Savannah dove li aspetta una barca che può portarli in un luogo più sicuro.

Mentre l'episodio 5 riparte dal punto in cui si era interrotta la puntata precedente, ovvero nella camera mortuaria dell'ospedale, in cui il giocatore dovrà prendere delle decisioni critiche, come scegliere se amputare o meno il braccio di uno dei protagonisti. Ma in questo episodio finale il giocatore avrà la possibilità di incidere fortemente su tantissimi aspetti della storia, anche sul destino dello stesso protagonista Lee.

 
^