Cosa aspettarsi dal 2013 - Prima parte

Cosa aspettarsi dal 2013 - Prima parte

I titoli più importanti dell'anno appena entrato. Le caratteristiche, i dettagli tecnici e le aspettative sui 35 videogiochi più promettenti tra quelli che saranno rilasciati nel 2013. Si parla, tra gli altri, di BioShock Infinite, Tomb Raider, Battlefield 4, Splinter Cell Blacklist e Crysis 3.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
Battlefield
 

Arma 3 (PC, Linux)

Arma 3 è stato recentemente posticipato, visto che originariamente era previsto per l'estate del 2012. Chi segue le news di videogiochi sa, infatti, che il team di sviluppo è in difficoltà per via dell'arresto di due sue dipendenti, accusati di aver spiato alcune installazioni militari in territorio greco. Dopo l'ultimo comunicato ufficiale, la nuova data di rilascio di Arma 3 è collocata proprio nel 2013.

Arma 3, nei piani del team di sviluppo, trarrà vantaggio dall'esperienza decennale di Bohemia nello sviluppo della serie e migliorerà i predecessori soprattutto nel livello di dettaglio degli scenari di gioco, con un motore grafico ampliato e un'esperienza di gioco ancora più libera.

Dopo aver combattuto per anni contro le milizie orientali, la NATO deve adesso intervenire sul suolo europeo in quella che è stata definita Operation Magnitude. Un piccolo gruppo di forze speciali e ricercatori sono stati spediti su un'isola del Mediterraneo, ovvero l'isola greca di Lemnos, per scoprire un segreto militare attentamente protetto. Tuttavia, la missione risulterà compromessa e il capitano Scott Miller si ritroverà a contrastare le forze ostili presenti sull'isola.

La campagna single player presenterà degli elementi di progressione, da preda solitaria nel corso della storia si diventerà un esperto comandante militare. Si controlleranno molteplici veicoli con modello di guida realistico, tra cui aerei, mezzi da terra e imbarcazioni. Tra le armi si spazierà dalle pistole alle più sofisticate armi moderne.

La simulazione dei veicoli viene adesso fatta attraverso il middleware PhysX, con nuove interazioni in-game e un sistema di animazioni rivisto. L'isola del Mediterraneo in cui si svolgono le vicende, inoltre, è modellata fedelmente su dati geografici provenienti dalla realtà. La grafica verrà gestita, invece, dalla nuova versione del motore grafico Real Virtuality, pronto per l'ingresso nella nuova generazione.

Il multiplayer verrà migliorato e ci sarà il supporto ai server dedicati sia su Windows che su Linux. Non mancherà un nuovo editor di missioni easy-to-use che consentirà di creare le proprie missioni con un elevato livello di personalizzazione. Anche i soldati possono essere personalizzati nelle uniformi, nel kit delle armi e nell'equipaggiamento.

 
^