Cosa aspettarsi dal 2013 - Prima parte

Cosa aspettarsi dal 2013 - Prima parte

I titoli più importanti dell'anno appena entrato. Le caratteristiche, i dettagli tecnici e le aspettative sui 35 videogiochi più promettenti tra quelli che saranno rilasciati nel 2013. Si parla, tra gli altri, di BioShock Infinite, Tomb Raider, Battlefield 4, Splinter Cell Blacklist e Crysis 3.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
Battlefield
 

Battlefield 4 (PC, PS3, 360, next-gen)

Lo sappiamo noi e lo sa DICE: i fan di Battlefield non gradiscono rilasci troppo frequenti per la serie Battlefield. Il giocatore di vecchia data vorrebbe, invece, che lo sviluppatore continuasse a supportare nel corso del tempo i suoi giochi, magari espandendoli e affinandoli senza ulteriori costi per gli utenti. Questo sembra non essere il destino di Battlefield 3, visto che EA e DICE hanno già annunciato l'uscita di Battlefield 4, che dovrebbe arrivare nel prossimo ottobre e che dovrebbe essere uno dei primi giochi per la next-gen.

Lo sviluppatore svedese riuscirà a convincere i giocatori che vale la pena spendere altri 60 euro per accedere a un'esperienza ancora più intensa e realistica di Battlefield? Si può veramente spingere oltre Battlefield 3? Certo, i giocatori chiedono sempre affinamenti negli equilibri e sembrano non essere mai soddisfatti di ciò che fa lo sviluppatore, il che richiede a DICE uno sforzo non indifferente, forse non più sostenibile. Questo potrebbe far pensare a un cambio di target per il prossimo Battlefield.

Per quanto si è avuto modo di sapere fin qui, il processo di sviluppo di Battlefield 4 è iniziato da poco, con EA che ha organizzato una struttura simile a quella che ha utilizzato per lo sviluppo dei suoi più recenti giochi. Sembra, infatti, che abbia programmato un ciclo di sviluppo su due anni con 30-40 programmatori focalizzati sul progetto nel primo anno, mentre il team è destinato a crescere fino a 150-300 programmatori nel secondo anno di sviluppo.

Tornerà il comandante, feature cara ai fan dei precedenti giochi della serie Battlefield. Questi apparirà fisicamente sulla mappa di gioco e potrà impartire ordini vocali. Il profilo utente potrà inoltre essere condiviso su altri dispositivi come i tablet. Si parla anche di auto login, della necessità di stare sempre connessi a internet per continuare a giocare e dello storage dei salvataggi in cloud.

L'obiettivo di EA, dunque, sembra quello di creare un gioco immediato, capace di attirare anche i giocatori di Call of Duty. Ci sarà un miglioramento nel sistema di tracciamento delle statistiche e per quanto riguarda l'integrazione con il Battlelog. DICE implementerà poi le funzionalità di video playback e di condivisione dei video.

In Battlefield 4 ci saranno tre fazioni: Russia, Stati Uniti e Cina, e sarà possibile combattere con le sembianze femminili. Il gioco sarà basato nuovamente su Frostbite 2.0 e consentirà di giocare fino in 64 su PC, PlayStation 4 e Xbox 720, mentre i giocatori presenti in una singola partita saranno in numero inferiore nei casi di PlayStation 3 e Xbox 360. Su PC, PS4 e 720 sarà inoltre possibile giocare a 60 frame per secondo. BF4 sfrutterà fino all'80% del potenziale di Frostbite 2, mentre BF 3 si fermerebbe al 30-40%. Sicuramente ne sapremo di più al prossimo E3.

 
^