Battlefield 3 Aftermath: le mappe sono il cuore pulsante

Battlefield 3 Aftermath: le mappe sono il cuore pulsante

E' davvero difficile immaginare cos'altro possano desiderare i giocatori di Battlefield: sono state aggiunte nuove mappe, nuove armi, nuovi veicoli, taglierini, mimetiche e dog tag di ogni genere. Non sempre apprezzati, i DLC della Dice si sono dimostrati più o meno sempre un aggiunta interessante al gioco base. Nel caso di Aftermath, basteranno 4 mappe ed una curiosa arma, la balestra, ad accontentare la numerosa schiera di giocatori ed appassionati?

di Gioacchino Visciola pubblicato il nel canale Videogames
Battlefield
 

Cam Camini Spazzacamin...

Non che volessi fare uno sgarbo alla povera tutrice inglese, ma il richiamo era troppo forte. La modalità “Spazzino” è una delle nuove introduzioni del DLC Aftermath.

A metà tra un “Conquest Domination” ed un “Gun Master”, saremo chiamati a combattere con nient'altro che le nostre pistole e quello che riusciremo a trovare per terra, come da tradizione di un qualsiasi gioco survival.

Le similitudini tra “Gun Master” e “Conquest Domination” sono molte: vi sono dei punti di cattura che saranno più veloci da conquistare, come in “Dominazione”, ma saranno decisamente più numerosi, come in un conquista normale. Tutti inizieremo con una pistola, di nostra scelta, e andando avanti con il gioco potremmo raccogliere armi da terra. Non esistono basi su cui rinascere, ma solo un respawn casuale o quelli dato dai nostri compagni; un altra piccolezza, ma che spinge fortemente al gioco di squadra.

Come un fulmine a ciel sereno, la Dice ha deciso di non introdurre in questa modalità le armi migliori e più abusate, quali M16, M416 e compagnia bella, optando invece per armi meno “tutto fare” e più adatte a specifiche situazioni; finalmente si potranno affrontare delle partite con armi meno usate, senza subire le angherie dei giocatori armati con i soliti noti.

Vi saranno comunque armi migliori rispetto ad altre, ma questa volta la differenza è meno marcata.

Le armi di Spazzino sono catalogate in 3 livelli, che vanno dal Primo al Terzo. Questa introduzione permette di capire a colpo d'occhio se l'arma che abbiamo davanti vale la pena di essere raccolta o meno, permettendoci così di non sprecare tempo nell'avvicinarci e capire di cosa si tratti.

Ricordate anche che una volta raccolta un arma, quella che impugneremo sparirà. Meditate bene dunque, perché non solo potreste peggiorare la vostra situazione, ma potreste levare ad un alleato una preziosa risorsa!

La rigiocabilità di Spazzino certo non si attesta a livelli altissimi: la velocità dell'azione porta il giocatore a buttarsi a capofitto sulle bandiere, impedendo così un gioco ragionato e più tattico. Naturalmente un simile stile di gioco non è negativo di per sé, ma risulterebbe più proficuo e gratificante in Team Death Match che non in Scavanger.

 
^