Assassin's Creed III: al meglio su PC

Assassin's Creed III: al meglio su PC

Dallo scorso 23 novembre è diventata disponibile la versione PC di Assassin's Creed III. Sono diversi gli spunti tecnici che meritano una sottolineatura, a partire dalle sontuose animazioni di Ubisoft Montreal, ma anche in riferimento al supporto DirectX 11 che riguarda principalmente TXAA e tassellazione. All'interno videoarticolo e gallery di screenshot dalla versione PC di Assassin's Creed III.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
UbisoftAssassin's Creed
 

Tassellazione

Le DirectX 11 offrono i migliori compromessi per raggiungere gli obiettivi che Ubisoft Montreal si è prefissata, rendendo la versione PC dal punto di vista tecnico nettamente superiore rispetto agli Assassin's Creed III su console. Tassellazione e TXAA (compatibile solo con la famiglia di schede video GeForce GTX 600) sono le due tecnologie più moderne di cui Assassin's Creed III fa uso.

Per chi non dispone di una delle schede video di ultima generazione di Nvidia, c'è sempre l'anti-aliasing di tipo FXAA, combinabile con il classico MSAA. Queste due tecniche consentono un comunque soddisfacente ammorbidimento dei bordi, senza rinunciare in maniera sensibile alle prestazioni. Assassin's Creed III, quindi, offre quattro tipi di combinazioni di tecniche di anti-aliasing: Normale (FXAA), Elevato (FXAA HQ), Molto Elevato (FXAA HQ + MSAA 4x) e TXAA (4x TXAA).

La tassellazione, come abbiamo visto in altri articoli simili, produce dinamicamente un maggior numero di poligoni per ogni scena in modo da avere location più realistiche e dettagliate rispetto al rendering tradizionale. In Assassin's Creed III, la tassellazione è principalmente impiegata per rendere più realistici e profondi i solchi lasciati dai personaggi sulla neve. Nelle stagioni invernali, infatti, si crea un vero e proprio avvallamento nelle zone in cui si verifica il passaggio dei personaggi, e all'interno del percorso ci sono delle increspature variabili prodotte dagli stivali indossate dai personaggi stessi. Queste increspature presentano un livello di dettaglio maggiore, con fedeltà visiva incrementata, se l'effetto di tasselazione è attivato.

I personaggi, infatti, lasciano delle impronte dinamicamente tassellate sulla neve, nel momento in cui camminano negli scenari di montagna in condizioni atmosferiche difficili. La neve, inoltre, tende a ricadere all'interno del solco prodotto dal passaggio dei personaggi, ricoprendo le tracce così lasciate.

Si tratta di cose che vengono utilizzate anche dal punto di vista del gameplay, visto che il giocatore è spesso chiamato a rintracciare altri personaggi che hanno lasciato proprio un segnale del loro passaggio nella location innevata.

Non siamo riusciti a catturare delle immagini che evidenzino i cambiamenti tra tassellazione attivata e disattivata, proprio perché si tratta di cambiamenti invisibili su immagini statiche. Dando un'occhiata ai video diffusi da Nvidia, che sottolineano le caratteristiche grafiche consentite dal supporto Dx 11 in Assassin's Creed III, non capita mai di vedere delle comparazioni tra la grafica con effetto di tassellazione attivato e disattivato. Con ogni probablità, dunque, questa implementazione comporta unicamente vantaggi prestazionali non tangibili sul piano visivo.

Ecco, in ogni caso, il video con cui Nvidia "dimostra" la presenza dell'effetto di tassellazione:

 
^