Forza Horizon: il franchise sui terreni inesplorati delle corse arcade

Forza Horizon: il franchise sui terreni inesplorati delle corse arcade

Il Colorado diventa il palcoscenico di questo spin-off brillante, diretto e votato all’esplorazione di un’intera regione. Sarete all’altezza di battere il veterano Darius Flynt ed ergervi a nuovi re di Horizon?

di Davide Spotti pubblicato il nel canale Videogames
 

Una ‘Forza’ anche online

A dire il vero il titolo che abbiamo scelto si presta solamente al gioco di parole, poiché il comparto multiplayer di Forza Horizon non lascia propriamente gridare al miracolo. Esistono cinque categorie di partita selezionabili, in relazione alle proprie abilità di guida. In Beginners e Social Racing si possono affrontare altri utenti che abbiano appena avviato la loro carriera online e competere al livello di difficoltà più basso.

Se si opta per Veteran Racing o Pure Skill si potrà invece accedere a gare dalla difficoltà più elevata, con avversari di livello superiore. In quest’ultima categoria non si può nemmeno decidere liberamente l’auto da utilizzare, in quanto ad ogni nuova gara verrà operata un’assegnazione randomica, identica per tutti i partecipanti. A qualsiasi livello le stanze possono ospitare fino ad un massimo di 8 giocatori, mentre i tracciati vengono sempre selezionati in automatico dal sistema. In tutte queste categorie l’impostazione di fondo rimane la medesima. Si tratterà sempre e comunque di gare su circuito o di percorsi disseminati di checkpoint.

Diversa la questione qualora si decida di entrare in Playground. In questa modalità si accede ai match ‘Gatto e Topo’, ‘Infezione’ e ‘Re’, che si alterneranno senza soluzione di continuità. Nel primo caso i giocatori vengono suddivisi in due squadre e ciascuno dovrà cercare di arrestare la marcia del concorrente avversario che riveste la posizione del topo. Il primo dei due che taglierà il traguardo farà vincere il proprio team. In Infezione e Re si devono rispettivamente contagiare tutti gli altri partecipanti alla partita oppure sfuggire dai loro attacchi mantenendo la posizione di Re e continuando in questo modo a incamerare punti. In tal caso i tracciati si presentano con una struttura un po’ più articolata, in modo da poter consentire ai giocatori di cambiare spesso direzione o di risultare imprevedibili.

Il sistema di ricompense funziona in modo analogo alla campagna offline. Ai punti incamerati grazie al livello della categoria e al piazzamento raggiunto si affiancano i punteggi inerenti lo stile di guida, gli scontri, le derapate, gli oggetti distrutti e quant’altro.

Al termine della gara il denaro verrà aggiunto al proprio portafoglio virtuale e potrà essere impiegato per sbloccare nuove automobili nell’autosalone, esattamente come i soldi acquisiti nel corso del festival. In alternativa, se si è fortunati, verrà sorteggiata un’auto, che entrerà direttamente a far pare del proprio garage.

 
^