I 10 migliori videogiochi per iPhone 5

I 10 migliori videogiochi per iPhone 5

Dopo un periodo iniziale difficile, a causa dei problemi con la distribuzione su larghi volumi dell'ultimo smartphone Apple, gli utenti italiani hanno adesso l'opportunità di iniziare la loro esperienza con iPhone 5 e quindi a scaricare le app che sfruttano le nuove caratteristiche hardware. Vediamo, dunque, in questo speciale quali sono le app consigliate per iniziare a sfruttare al meglio iPhone 5.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
AppleiPhone
 

Introduzione

I ritardi nella produzione nelle fabbriche Foxconn e l'elevata richiesta di dispositivi da parte del pubblico hanno posticipato l'effettiva disponibilità sul mercato di iPhone 5. Gli utenti italiani hanno avuto difficoltà a reperire un iPhone 5 nella fase iniziale del lancio, e per molti le cose si sono sbloccate solamente nelle ultime settimane. Il nuovo smartphone Apple è in grado di offrire una capacità computazionale notevole, e può pertanto spingere la grafica e la complessità della struttura dei giochi su nuovi livelli.

Avere a disposizione un nuovo hardware per gli sviluppatori costituisce naturalmente una sfida. Bisogna ritarare i processi di sviluppo e adattare i motori grafici alla rinnovata disponibilità di risorse, operazioni non semplici e non immediate. È per questo che al momento non è possibile trovare un gioco completamente ottimizzato sul nuovo hardware. La rinnovata capacità computazionale potrebbe consentire di introdurre mondi poligonali ancora più complessi, migliori effetti in post-processing in termini di anti-aliasing e motion blur, tanto per fare qualche esempio, e sistemi di illuminazione dinamica più rifiniti con un maggior numero di fonti.

Niente di tutto ciò è al momento possibile: da questi punti di vista, dunque, i giochi mantengono lo stesso livello di fedeltà grafica che avevano sul 4S. Però, le varie software house hanno iniziato ad adattare i loro prodotti al nuovo display, che ricordiamo si caratterizza per la risoluzione di 1.136x640, e che al momento è l'unico display 16:9 nel catalogo dei prodotti Apple. Questo tipo di adattamento non è immediato, e richiede agli sviluppatori un lavoro di rifinitura supplementare soprattutto per quanto riguarda alcuni elementi dell'interfaccia utente oltre che la risoluzione e il design delle texture.

iPhone 5 usa il nuovo processore A6, basato su un'achitettura curstom di Apple costruita a partire da ARM Cortex-A9. A6 è in grado di garantire una capacità di elaborazione superiore di due volte rispetto alla CPU precedente. In iPhone 5 presenta una configurazione dual core e lavora a 1,3 Ghz ed è, inoltre, realizzato con un processo di costruzione affinato rispetto alle soluzioni precedenti, che garantisce una migliore resa e un minore consumo.

Quanto alla GPU, Apple è tornata ad affidarsi alle soluzioni PowerVR, e questo consente di avere su iPhone 5 PowerVR SGX543MP4 in configurazione tri-core. Si tratta di una soluzione leggermente meno performante rispetto a quelle adottate negli ultimi iPad. I due SoC della famiglia A5 differiscono per la componente GPU integrata: PowerVR SGX 543MP2 per A5 e PowerVR SGX 543MP4 per il SoC A5X. iPad di quarta generazione invece monta processore A6X e l'ultima GPU PowerVR, che si contraddistingue per la sigla SGX554MP4 e per la configurazione quad-core. Chiaramente iPad 4, ma anche lo stesso iPad 3 lato GPU, garantiscono una capacità di elaborazione superiore ad iPhone 5 in termini teorici.

Bisogna, però, considerare che questi dispositivi gestiscono risoluzioni nettamente superiori (2.048x1.536 nel caso di iPad di quarta generazione), il che obbliga il sistema a scendere a compromessi sul piano delle prestazioni. Da questo punto di vista, dunque, iPhone 5 è al momento la migliore soluzione in assoluto sul mercato, a patto, chiaramente, che venga sfruttata a dovere. Le elevatissime risoluzioni degli ultimi iPad, invece, rendono questi dispositivi poco adatti al gaming, evidenziando come per Apple questo settore non è quello di riferimento nel caso di iPad. Le difficoltà a gestire grafica complessa a quella risoluzione spesso spingono gli sviluppatori a dimezzare la risoluzione a cui girano i giochi, raddoppiando le dimensioni dei pixel e applicando complessi filtri di anti-aliasing per ripristinare la fedeltà dell'immagine.

Problemi che, dicevamo, non ci sono su iPhone 5, che ha una risoluzione invece congeniale per il gaming, anche in considerazione dell'hardware che monta. Tutto questo, però, va sfruttato e, come dicevamo, ciò al momento non succede in forma completa, e non succederà fino al lancio di Real Racing 3.

iPhone 5 poi è dotato di 1 GB di RAM, capacità raddoppiata rispetto al modello che l'ha preceduto. Si tratta di eDRAM LPDDR2-1066. Apple ha inserito una batteria agli ioni di litio dalla capacità di 1440mAh e il nuovo connettore Lightning che, teoricamente, dovrebbe caricare il dispositivo in meno tempo. L'autonomia della batteria è comunque un problema rilevante per le applicazioni gaming: serve, infatti, ricaricare quest'ultima dopo circadue ore di gaming continuato.

La capacità di elaborazione supplementare non sfruttata, d'altra parte, si traduce in una sensibile rapidità per il dispositivo nella gestione delle applicazioni videoludiche. I tempi di caricamento sono sempre molto ridotti e spesso è possibile mantenere in memoria più di un gioco. Quando ci saranno prodotti più ottimizzati, tutto questo svanirà progressivamente: ad esempio i tempi di caricamento saranno più prolungati per via della presenza di texture a risoluzione maggiore e per la necessità di dover processare mondi di gioco più complessi. D'altra parte, il dispositivo, come rilevato anche in sede di recensione, tende a surriscaldarsi con facilità già dopo pochi minuti dall'avvio delle app di gaming.

In questo articolo vediamo, dunque, i dieci giochi che meglio si sono adattati ad iPhone 5 e che garantiscono una profondità e un coinvolgimento di un certo livello. Si tratta di giochi dalle caratteristiche molto diverse tra di loro, indirizzati di volta in volta a un pubblico diverso. Abbiamo, infatti, cercato di garantire una certa eterogeneità fra le varie strutture di gioco proposte. Inoltre, abbiamo tralasciato i classici più famosi come Jetpack Joyride, Infinity Blade, Angry Birds, Piante Contro Zombi (non ancora adattato alla nuova risoluzione di iPhone 5 peraltro), Tiny Tower, di cui abbiamo già diffusamente parlato in passato.

 
^