Cortex Command: beta finita, lunga vita alla 1.0!

Cortex Command: beta finita, lunga vita alla 1.0!

Ci sono voluti 11 anni, 11 anni di attesa, di test e Game play più o meno rifinito. Periodi di pausa, squarciati da periodi di grandi idee e di integrazioni. Oggi, finalmente, Cortex Command è tra noi nella sua veste 1.0, a ricordarci che i piccoli progetti, le piccole idee, se ben realizzate, finiscono per diventare gioielli di perfetta bellezza. Avendo del tempo libero, ho deciso di dedicarmi ad un gioco che ho seguito con passione e divertimento per 4 lunghi anni. Alcuni di voi l'avranno già incontrato tramite l'offerta dell'Humble Bundle 2 (a mio parere il più bello), ed alcuni di voi probabilmente ancora ci giocano. Tanti altri, invece, non ne hanno mai sentito parlare: un vero peccato, se volete il mio parere. Ma non temete, se state leggendo queste righe, siete sulla giusta via della redenzione!

di Gioacchino Visciola pubblicato il nel canale Videogames
 

Cortex Command, la storia ha inizio...

Non posso partire con una semplice review del gioco senza prima raccontarvi un po' di storia ed un po' di fatti accaduti alla Software House “Data Realms”; è la bellezza insita dei piccoli progetti: poter seguire passo passo ogni evento e sentirsi parte della creazione.

Tutto ha inizio con Daniel Tabar, in arte DaTa: è sua l'idea del gioco, e sue le meccaniche. Sfortunatamente, non sono sue le skin e le texture del gioco. In un giusto eccesso di umiltà, il giovane Daniel si rende conto che le sue doti artistiche non sono all'altezza delle sue idee; contatta così Niklas Jansson, in arte Prometheus, che da vita allo stile unico ed inconfondibile che oggi caratterizza il gioco.

Nel tempo la piccola Software House “Data Realms” non si è dimostrata sempre costante. Pur con l'aggiunta di nuovi membri, le release si facevano attendere, e non poco.

Ricordo bene il periodo tra la Beta B23 e la Beta B24, dove l'intero progetto fu lasciato nelle abili mani dei modders, congelato dai suoi creatori. Con un colpo inaspettato, poi, si è ripartiti con il beta testing e l'introduzione di nuove funzioni. Sono uscite a breve distanza (relativamente breve) le Build B25, B26 e B27, l'ultima, prima del grande salto verso Steam e la versione 1.0.

La formula di vendita optata da Data Realmsè semplice e già vista in altri progetti più o meno indipendenti: paghi una quota iniziale, per poi ricevere in futuro tutti gli aggiornamenti del gioco, senza DRM alcuno e senza nessuna restrizione nell'usarlo su più computer. Naturalmente, agli albori del progetto, il prezzo era decisamente più amichevole. Oggi, Cortex Command è venduto al prezzo di 20$ sul sito principale, e 18,99 euro su Steam.

La somma in questione non è certo tra le più basse della storia, ma è sicuramente inferiore ad altre produzioni più famose e meno...come dirlo in maniera educata?...meno pensate, ecco. Ad ogni modo, se dopo queste pagine avrete ancora dei dubbi sul suo acquisto, non disperate: Natale non è poi così lontano, e gli sconti Steam vi renderanno sicuramente le idee più chiare. Non so se mi spiego.

Cortex Command si presenta come uno sparatutto/strategia in tempo reale, con fase a turni in modalità campagna, il tutto in 2D. La maggior parte delle missioni ci vedrà alla prese con la costruzione di una base prima, e la sua difesa poi. Ma andiamo con ordine.

 
^