Halo 4 attacca l'ultima parte del ciclo vitale di Xbox 360

Halo 4 attacca l'ultima parte del ciclo vitale di Xbox 360

Il blockbuster per eccellenza in ambito Xbox 360, e volendo per l'intera industria dei videogiochi, è ormai in dirittura d'arrivo. Ecco le prime sensazioni dopo aver visto il 20% del gioco che uscirà, nella versione definitiva, il 6 novembre.

di Stefano Carnevali pubblicato il nel canale Videogames
XboxMicrosoft
 

Pad alla mano, il primo feeling con Halo 4 è decisamente familiare

Tutto è al ‘proprio’ posto anche dal punto di vista dei comandi (persino le soluzioni meno azzeccate, come LB per l’attacco corpo a corpo o LT per le granate) e del feeling con il protagonista (con Chief che si muove rapido, sicuro e ‘morbido’ sullo schermo, nonostante sia una devastante macchina di morte).

Sostanziale continuità anche dal punto di vista visivo, con i soliti scenari molto popolati e molto colorati. Solo che il tutto risulta davvero ‘tirato a lucido’. L’intero engine grafico, infatti, è stato riscritto appositamente per creare uno dei giochi più belli da vedere su Xbox 360.

Anche il combattimento – vero cuore di Halo – presenta notevoli similitudini con la storia della saga: esso è frenetico e caratterizzato da scontri contro gruppi numerosi di nemici, contraddistinti da una notevole resistenza ai nostri colpi. Tutto questo, come si può intuire, riporterà in auge il consueto schema di lotta, per cui Master Chief dovrà presto rendersi ‘sciacallo’ del campo di battaglia, saccheggiando i rivali caduti in cerca di nuove armi e più proiettili.

Niente di nuovo, come l’appassionato di Halo ben sa, ma tutto che funziona a meraviglia: giocando ad Halo dà la netta sensazione di avere sempre tutto sotto controllo e la potenza dello Spartan – unita alla nostra perizia – rende perfettamente credibili le evoluzioni (e i massacri) che andremo a compiere sul campo di battaglia. Il discorso armi merita una nota a parte: gli strumenti d’offesa ‘classici’ ritornano con accresciuto splendore (sia visivo, sia audio), con maggiore credibilità e accresciuta varietà.

I Promethean, la nuova razza ostile che cercherà di eliminare Chief, vanterà tutta una nuova gamma di armi, le quali sono caratterizzate da numerose modalità di fuoco differenti e da un elevato volume di fuoco che però va a scapito della precisione.

A proposito dei Promethean. Essi appariranno dopo qualche livello e la loro ostilità verso Chief e verso la razza umana, risulterà presto acclarata. Nell’hands-on abbiamo avuto modo di affrontare due tipologie di Promethean: i Crawler (dalle dimensioni minute, quadrupedi e dal comportamento ferino) e i Knight (simili per comportamento e apparenza agli Elite). Questi ultimi erano in grado di mettere in campo strategie piuttosto articolate, avvalendosi, tra l’altro, di numerosi gadget tecnologici.

 
^