FarmVille 2: torna il Re del casual gaming

FarmVille 2: torna il Re del casual gaming

Tante novità per gli appasionati di gaming su social network, anzi un restyling pressoché totale rispetto al gioco originale. Le introduzioni più importanti? Localizzazione in 16 lingue, tra cui l'italiano, e nuova grafica tridimensionale. È subito giocabile.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
 

Più intimo

LeTourneau è un veterano dell'industria e fa parte di Zynga da 18 mesi, ovvero da quando ha lasciato Electronic Arts. Adesso guida un team composto da esperti di gaming sociale e tradizionale. "Ci siamo chiesti: 'come dovrebbe essere la generazione successiva di un gioco come FarmVille?", ha detto LeTourneau durante la sua presentazione. "Stiamo reimmaginando e reinventando FarmVille, sfruttando tutto quello che Zynga ha appreso nel campo dei giochi sociali e cercando di capire cosa si può prelevare dai giochi tradizionali. Per coloro che non hanno mai giocato FarmVille, abbiamo cercato di reimmaginare come dovrebbe funzionare il virtual farming. Alla fine, ci siamo resi conto che il nostro obiettivo era quello di creare un'esperienza professionale più intima".

Come il gioco originale, FarmVille 2 è prevalentemente tarato sui giocatori che vogliono giocare cinque minuti al giorno e interagire con grande naturalezza con gli amici. La fattoria deve essere uno strumento per esprimere la propria personalità, aderendo pienamente al senso del social network. Nel primo FarmVille, i contadini virtuali raccolgono ogni giorno oltre un miliardo di colture virtuali. Dal momento del lancio ad oggi, complessivamente sono state piantate 50,4 milioni di viti. Come sappiamo, quel gioco riuscì a raggiungere il tetto dei 10 milioni di giocatori in sole sei settimane dal lancio e a consentire a Zynga di diventare una società con un fatturato di un miliardo di dollari nel 2011.

Per questo, Zynga non chiuderà FarmVille nemmeno all'uscita del suo seguito. Come detto, nei piani del produttore di San Francisco, i due giochi conserveranno caratteristiche diverse: il primo continuerà ad essere semplicistico e assolutamente immediato, il secondo più realistico e più tendente al social gaming 2.0. Zynga, dunque, continuerà a supportare l'originale FarmVille.

Ma FarmVille 2 è un'altra cosa. Abbiamo detto della grafica: con elementi tridimensionali e animazioni avanzate, il tutto basato sulla piattaforma Adobe Flash 11 e su Stage 3D, che Adobe ha creato proprio per rendere le animazioni più realistiche per quei personaggi impiegati all'interno del browser web. Personaggi, animali ed edifici, nonostante siano adesso dei modelli poligonali, continuano a essere visualizzati tramite la tradizionale prospettiva isometrica. FarmVille 2 è un tentativo di capitalizzare i miglioramenti della tecnologia di web-gaming fatti negli ultimi anni.

Ma tutto ciò non è solamente un orpello estetico, visto che Zynga ha deciso di migliorare in maniera notevole anche l'interazione. Mentre il primo FarmVille richiedeva ai giocatori un numero di click notevole, con questo seguito si vuole ridurre ai minimi termini l'uso del tasto sinistro del mouse. Il gioco, in qualche modo, deve "capire" le intenzioni del giocatore e anticipare quando possibile le sue azioni.

Cambia completamente il feedback con il mouse: ad esempio muovendo il puntatore sugli animali questi seguiranno con lo sguardo i movimenti di quest'ultimo, come se stessero attendendo delle nuove istruzioni dal giocatore. Poi, i giocatori non devono più cliccare per svolgere le operazioni di base, ma basta spostare il puntatore su alcuni punti sensibili per ottenere gli effetti sperati. Sarà, così, possibile mietere le colture già pronte semplicemente passando il mouse su di esse oppure innaffiare con un semplice movimento del mouse sulle piante, senza alcun click.

Gli elementi della struttura gestionale, d'altra parte, rimangono quelli di sempre. Il gioco, come al solito, si basa su semina e raccolto, sull'allevamento di animali che creano una connessione emotiva con i giocatori, e sulla lavorazione delle merci fresche da vendere porta a porta o al negoziante di alimentari del posto. Gli amici possono osservare cosa succede nella fattoria, fino a quando non si assegna loro un compito da svolgere nel proprio campo. Ognuna di queste azioni diventa fondamentale perché accelera i progressi nei lavori agricoli quotidiani. È quindi possibile visitare le aziende degli amici, nutrire i loro animali, raccogliere le risorse, e così via.

 
^