Tutte le novità dal Gamescom 2012

Tutte le novità dal Gamescom 2012

Il report contiene tutte le informazioni rivelate al GamesCom e le prime impressioni sui giochi presentati, che faranno parte della prossima stagione videoludica. Tra gli altri, Borderlands 2, Call of Duty Black Ops 2, Dishonored, Remember Me, Crysis 3, SimCity, Total War Rome 2, Hitman Absolution e Assassin's Creed III.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
Assassin's CreedCall of DutyTotal War
 

Electronic Arts

Army of Two The Devil's Cartel
software house: Visceral Games
piattaforme: PlayStation 3, XBox 360
data di pubblicazione: marzo 2013

A Colonia era presente la prima versione giocabile di questo sparatutto co-operativo, terza installazione della serie. Army of Two adesso viene sviluppato da Visceral Games (Dead Space), che lavora su motore grafico Frostbite 2. I protagonisti dell'avventura non saranno più Salem e Rios, ma Alpha e Bravo; e si troveranno a combattere contro il cartello della droga messicano, dotato di un vero e proprio esercito che si opporrà ai due soldati controllati dai giocatori.

Nel livello di gioco mostrato al Gamescom si combatteva all'interno di un palazzo che richiedeva l'appostamento di uno dei due soldati nella parte superiore della struttura, in modo da garantire il fuoco di soppressione necessario a permettere all'altro di procedere. Le meccaniche dei due giochi precedenti vengono confermate, così come la necessità di collaborare.

Uccidendo i bersagli si ottengono punti Overkill e, quando la relativa barra sarà piena, sarà possibile sprigionare una potenza di fuoco supplementare sfruttando il rallentamento del tempo in stile Bullet Time. Se entrambi i soldati sono in grado di entrare nella modalità speciale, allora avremo la Double Overkill, con un conseguente raddoppiamento del danno inflitto al nemico, oltre che rinnovata spettacolarità e devastazione sullo schermo.

La seconda parte della demo di Colonia era pensata per esaltare le potenzialità del motore grafico Frostbite 2, quello di Battlefield 3. A bordo di un elicottero, infatti, si poteva devastare il paesaggio e le forze militari nemiche attraverso un Vulcan, che fa letteralmente a pezzi tutto quanto si trovi a terra.

Si potrà giocare sia in split screen che online, e i giocatori potranno personalizzare fin nei minimi particolari, maschere da combattimento e armi incluse, Alpha e Bravo. Army of Two The Devil's Cartel sarà disponibile a partire da marzo 2013 per PlayStation3 e Xbox 360.

Command & Conquer
software house: BioWare Victory
piattaforme: PC
data di pubblicazione: 2013

Uno degli annunci più deludenti per i fan di strategici vecchio stile riguarda il cambiamento di focus di Command & Conquer Generals 2, che diventa semplicemente Command & Conquer, diventa free-to-play e perde interamente la componente single player. Sviluppato da BioWare Victory, Generals 2 doveva rappresentare un nuovo punto di riferimento per questo tipo di strategici, con nuove soluzioni anche sul piano del coinvolgimento nella storia grazie al motore grafico Frotsbite 2.

Electronic Arts parla di un nuovo tipo di esperienza digitale, sostenuta da una nuova piattaforma di servizi online che verrà lanciata nel 2013 e che sarà inaugurata proprio da Command & Conquer. Il nuovo progetto vanterà comunque una grafica avanzata gestita da Frostbite 2, sonoro e distruzione realistici e una profondità strategica da titolo Tripla A.

I giocatori prenderanno il controllo di una tra diverse fazioni, si sfideranno per l'approvvigionamento delle risorse, costruiranno basi operative e guideranno grandi batterie di carro armati, soldati e aeromobili in battaglia. Command & Conquer continuerà a essere un gioco client-based e arriverà nella piattaforma PC nel corso del 2013.

Crysis 3
software house: Crytek
piattaforme: PC, PlayStation 3, XBox 360
data di pubblicazione: febbraio 2013

Per Crysis 3, che ha meravigliato ancora una volta per un dettaglio grafico di prim'ordine, è stata rivelata una nuova modalità multigiocatore denominata Hunter Mode. Due Hunter, che dispongono delle potenzialità concesse dalla Nanotuta, devono affrontare un intero team di soldati C.E.L.L., precisamente 14.

La modalità Hunter era subito giocabile tra i padiglioni della fiera di Colonia. Si è potuto quindi constatare come i due cacciatori dispongano dell'arco futuristico, ovvero la principale novità in fatto di armi per Crysis 3 rispetto al capitolo precedente, e come siano sempre invisibili ai soldati del team C.E.L.L. Per ogni cattura, gli Hunter sono in grado di portare una delle prede nella propria squadra. Per queste ultime, quindi, lo scopo del match è di sopravvivere il più a lungo possibile, coordinandosi ed evitando di cadere nelle imboscate dei cacciatori.

Nella mappa presente a Colonia si alternavano grandi spazi aperti e spazi di piccole dimensioni. I primi sono assolutamente da evitare per i soldati, mentre gli Hunter possono incontrare qualche difficoltà nei locali più angusti.

Al Gamescom veniva poi riproposta anche la modalità Crash Site, già vista in Crysis 2. Una navicella aliena si schianta al suolo in diverse posizioni della mappa nel corso del match, e i giocatori devono rapidamente spostarsi per raggiungere il luogo dell'impatto. Una volta raggiunto bisogna conquistarlo e difenderlo per ottenere i punti con cui si vincono le partite. In Crysis 3 ci saranno nuove mappe di tipo Crash Site, insieme a caratteristiche inedite, come la presenza di mech alieni che accresceranno la forza di fuoco.

Ci sarà poi un nuovo sistema di progressione per il multiplayer, che non solo consentirà di sbloccare nuove abilità e nuovi perk ma invoglierà anche i giocatori ad affrontare delle Sfide. Ad esempio uno dei giocatori potrebbe proporre a un amico la sfida a chi realizza il maggior numero di uccisioni consecutive, il tutto all'interno delle tradizionali sessioni di gioco.

Crysis 3 era presente al Gamescom nelle versioni PC e Xbox 360. La prima appare già finemente ottimizzata, supporta le DirectX 11 e offre un dettaglio poligonale che semplicemente non ha rivali nel mondo dei videogiochi. Certo, rispetto al primo Crysis presta il fianco a qualche critica, soprattutto perché gli ambienti di gioco non sono più così grandi e la fisica è molto meno presente; ma, per il resto, Crysis continua a essere un gioco più da vedere che da giocare.

Dead Space 3
software house: Visceral Games
piattaforme: PC, PlayStation 3, XBox 360
data di pubblicazione: febbraio 2013

Dead Space 3 era giocabile al Gamescom nella componente single player. È stato quindi possibile provare le novità al sistema di controllo dell'iconico personaggio della serie Isaac Clark, che adesso può infatti ricorrere alle coperture e schivare i colpi dei Necromorfi, rotolando a terra. Alcuni hanno storto un po' il naso di fronte a queste novità, che rischiano di sminuire l'approccio tattico tipico della serie, contrassegnata anche da una certa lentezza nei movimenti del suo protagonista.

In realtà, dopo il primo hands-on, si può dire che è cambiato realmente poco rispetto al secondo capitolo, anzi il feeling nel controllo del personaggio è rimasto, a parte queste novità, nella sostanza immutato. Tornano inoltre le classiche abilità di cui è capacce Clark, come la cinesi.

Dead Space poi conferma l'artisticità di alcune sequenze di narrazione, che raccontano il tormento dell'avventura di Clark in maniera epica e altamente spettacolare. Come Dead Space 2, dunque, anche questo terzo capitolo va alla ricerca di una sorta di amalgama tra gameplay e cinematograficità.

Ma la vera novità a proposito di Dead Space 3 proveniente dal Gamescom riguarda il sistema di crafting, che avviene tramite la bench che Clark può usare per potenziare le sue armi. Il crafting, già presente anche nel secondo Dead Space, adesso risulta notevolmente espanso, visto che si può sia creare da zero delle armi tramite dei progetti che si trovano nei livelli di gioco sia modificare ogni singola componente delle armi. Si riscontra un numero di categorie di armi nettamente superiore rispetto al passato. Ogni modifica, inoltre, si riflette in cambiamenti estetici e nelle funzionalità delle armi.

In Dead Space 3 tutto prende le mosse, apparentemente, poco dopo la conclusione di DS 2. Abbiamo perciò Ellie e Isaac in fuga da Unitologisti e Necromorfi. Ma la loro ‘corsa spaziale’, si conclude malamente, con lo schianto su un pianeta ghiacciato (Tau Volantis). E, come era logico aspettarsi, infestato. Tanto da Necromorfi quanto da Unitologisti e, apparentemente, da creature autoctone e ostili.

Come precedentemente annunciato, poi, ci sarà il nuovo personaggio John Carver, che permetterà di avere la campagna cooperativa contraddistinta dalla possibilità di effettuare sempre il drop in/drop off del secondo personaggio.

Fifa 13
software house: EA Canada
piattaforme: PC, PlayStation 3, XBox 360, Wii, Wii U, PlayStation 2, PlayStation Vita, PSP, 3DS
data di pubblicazione: 28 settembre 2012

EA ha annunciato il cosiddetto EA Sports Football Club Match Day, "che permetterà la più profonda e significativa interazione mai vista tra un videogioco e il vero mondo dello sport", si legge nel comunicato stampa di presentazione. Fife 13 e la stagione calcistica dei campionati principali saranno, dunque, integralmente connessi. Il Match Day porterà in Fifa 13 notizie prese dal mondo reale e commenti e gameplay rifletteranno situazioni come infortuni, squalifiche, forma della squadra e gossip.

La modalità Stagioni di Fifa 13, inoltre, risulterà ulteriormente espansa. Includerà, infatti, le partite classificate online co-op 2 contro 2, così da rendere possibile per gli amici affrontare insieme serie di 10 partite per ottenere la promozione in campionato. Ogni divisione ha dei titoli da conquistare e la bacheca dei trofei permette ai campioni di mostrare il proprio palmarés. Ci sarà, inoltre, una modalità Stagioni anche per FIFA Ultimate Team, in cui, per la prima volta, si potranno affrontare partite classificate online con promozioni e retrocessioni. Fifa 13 sarà disponibile dal 28 settembre.

Medal of Honor Warfighter
software house: Danger Close
piattaforme: PC, PlayStation 3, XBox 360
data di pubblicazione: 26 ottobre 2012

Danger Close vuole espandere il multiplayer del precedente Medal of Honor con l'obiettivo, neanche troppo velato, di raggiungere il numero di fan del rivale Call of Duty. Come per lo shooter di Activision, il multiplayer del nuovo Moh sarà veloce e incalzante, tutto basato sulle abilità del giocatore piuttosto che sulla tattica. Al Gamescom, così come ha fatto anche la stessa Activision, EA si è voluta concentrare sul multiplayer del suo shooter natalizio, tralasciando di fornire dettagli sul single player.

Come abbiamo visto nelle occasioni precedenti, ci saranno 12 team corrispondenti ad altrettante forze speciali di potenti nazioni del globo. I giocatori, quindi, saranno in grado di specializzarsi nella forza militare legata al loro paese di origine. Warfighter, oltre a questa specializzazione di base, consentirà poi di scegliere tra una delle sei classi messe a disposizione, ovvero Assaulter, Point Man, Heavy Armored, Spec Ops, Demolition e Sniper.

Quanto alle modalità, Home Run vede sfidarsi due squadre composte da quattro giocatori all'interno di mappe molto piccole. Si tratta di un tipologia di gioco estremamente immediata e frenetica, in cui ogni match si compone di dieci round. L'obiettivo delle due squadre è quello di conquistare una bandiera nella base del nemico e di riportarla nella propria. In Hot Spot, invece, bisogna conseguire degli obiettivi disposti in maniera sequenziale sulla mappa, un po' come accade nella modalità Rush di Battlefield. Le mappe sono stavolta di grandi dimensioni, e i giocatori devono pensare alla tattica, oltre che ad agire rapidamente.

In Warfighter si potranno creare anche delle sotto-squadre, composte per l'esattezza da due giocatori, che continueranno a vedersi sulla mini-mappa e potranno collaborare per raggiungere degli obiettivi immediati. Danger Close ha pensato alla dinamica di coppia Revival Revenge, che tra le altre consente a uno dei due soldati di riportare immediatamente il vita l'alleato ferito mortalmente. La possibilità di collaborare con un amico, mentre intorno ai due impazza la classica battaglia, sembra dare nuove prospettive di gameplay, oltre alla possibilità di agire in maniera più tattica.

Ricordiamo, infine, che Medal of Honor Warfighter è costruito sul Frostbite 2 di Battlefield 3 e che la modalità multiplayer, a differenza del precedente Moh per il quale se ne era occupata DICE, è sviluppata, così come il single player, da Danger Close.

Need for Speed Most Wanted
software house: Criterion Games
piattaforme: PC, PlayStation 3, XBox 360, PS Vita
data di pubblicazione: 2 novembre 2012

Come abbiamo appreso all'E3, Need for Speed Most Wanted di Criterion Games sarà una sorta di miscuglio tra il precedente Nfs della software house britannica, quindi con gameplay ispirato da Burnout, e l'originale Most Wanted di EA Black Box, quindi con focus principalmente sul free roaming e sulla libertà di esplorazione a bordo di veicoli da sogno.

In Most Wanted il giocatore potrà esplorare liberamente la grande mappa di gioco messa a disposizione, con la possibilità, in qualsiasi momento, di affrontare qualsiasi tipo di evento, a prescindere dalla necessità di sbloccare auto o altri elementi. Basterà, infatti, avvicinarsi a un qualsiasi veicolo o una qualsiasi competizione, schiacciare un tasto, per impossessarsi immediatamente del veicolo o per accedere senza attese a una gara. Per questo, il gioco a cui assomiglia più di tutti il nuovo Most Wanted è proprio Burnout Paradise.

Ci sarà comunque una sorta di progressione tra gli obiettivi facoltativi: i giocatori, infatti, potranno sbloccare dei super-bolidi, fino a un massimo di 10 vetture, affrontando delle speciali sfide.

Se all'E3, EA e Criterion si erano concentrati soprattutto sul single player di Most Wanted, al Gamescom hanno preferito dare spazio alla componente multiplayer. A differenza del single player, nella componente multigiocatore ci sarà invece una rigorosa barra di progressione, con livelli da raggiungere e ticket da sbloccare, oltre al supporto al Cloud Compete annunciato da Electronic Arts nella sua conferenza preshow. A prescindere dalla versione di Most Wanted che si gioca (console, mobile o PC), i punti di esperienza incanalati vanno a finire nella stessa barra di esperienza.

Tornerà anche l'Autolog, che metterà istantaneamente a confronto le azioni del giocatore con quelle fatte dagli amici nelle medesime occasioni. Quindi, la prestazione in un salto potrà essere messa subito in confronto con la prestazione registrata da un amico in quello stesso punto della mappa, e cià varrà anche per le infrazioni, gli inseguimenti della polizia e la scoperta di nuove scorciatoie.

Tra le modalità di gioco troviamo Easy Drive, che consente di spostarsi velocemente tra i vari tipi di competizione; Takedown, in cui bisogna buttare fuori dalla strada gli avversari prendendoli a sportellate, come nel classico stile Burnout; e Speed trap, in cui vince il giocatore che raggiunge una certa velocità entro un certo intervallo di tempo.

Need for Speed Most Wanted includerà anche il supporto a Kinect, che sarà utilizzato soprattutto per i comandi vocali così come è successo con Mass Effect 3. E non mancherà una versione dedicata a PlayStation Vita.

NHL 13
software house: EA Canada
piattaforme: PlayStation 3, XBox 360
data di pubblicazione: 13 settembre 2012

Per NHL 13 si parla di migliore reazione degli skater controllati dalla CPU a tutto ciò che succede sul ghiaccio; del nuovo True Performance Skating, che simula in maniera più accurata il pattinaggio degli atleti grazie a una migliore gestione della fisica; di classificazione delle abilità degli skater più rifinita; di presentazioni pre-partita specifiche per ogni squadra; e del nuovo GM Connected, che consentirà di giocare la modalità Be a GM insieme ad altri giocatori.

NHL Moments Live, invece, permetterà di rivivere i momenti più significativi della stagione 2011–12 dell'NHL, vinta dai Los Angeles Kings. Inoltre, mentre la stagione che sta per iniziare sarà in corso verranno introdotti i nuovi momenti all'interno del nuovo canale. Il design dell'Hockey Ultimate Team, inoltre, sarà ulteriormente rifinito, con un nuovo sistema di ricompense e un nuovo formato per i playoff. Verranno aggiunte nuove funzioni per la gestione delle collezioni di figurine degli skater in modo da rendere questa componente ancora più accessibile.

Lo sviluppatore EA Canada affinerà anche la fase di trattativa per l'ottenimento di nuovi giocatori e per gli scambi, con routine di intelligenza artificiale ancora più avanzate. EA Sports Hockey League si confermerà una delle modalità della componente multiplayer più gratificanti, con la nuova funzione capitani e un matchmaking migliorato.

Nella modalità Be a Pro, poi, il giocatore potrà chiedere al proprio GM di essere messo sul mercato. Può anche segnalare la volontà di essere acquistato da una squadra diversa da quella di appartenenza, e in questo caso il GM gestito dall'intelligenza artificiale prenderà in considerazione diversi parametri come le performance nelle ultime partite e lo metterà nel trading block. I giocatori potranno decidere anche di ritirarsi a un certo punto della carriera.

EA Canada ha elencato tutta una serie di aree in cui interverrà con questa edizione del suo popolare sportivo, ma migliorare il gameplay della serie sarà molto difficile, visto che già raggiunge praticamente la perfezione con i precedenti episodi. La veemenza e l'adrenalina tipiche di questo sport sono già sontuosamente riprodotte in NHL 12, con una gestione della fisica di altissimo livello sia per quanto riguarda gli impatti tra gli atleti che per le relazioni tra il disco, i bastoni, le balaustre e gli altri elementi che si trovano sul ghiaccio e ai suoi margini.

La demo di NHL 13 è già disponibile su Xbox Live e PlayStation Network. NHL 13 sarà disponibile dal 13 settembre.

SimCity
software house: Maxis
piattaforme: PC, Mac
data di pubblicazione: febbraio 2013

A Colonia era possibile provare una prima demo giocabile dell'atteso gestionale di Maxis. Il gioco, come annunciato nella conferenza preshow di Electronic Arts, arriverà anche in formato Mac. Questa versione, così come quella PC, sarà disponibile dal mese di febbraio 2013.

Sullo showfloor si poteva gestire una città già avviata, iniziando a prendere confidenza con le meccaniche di gioco più complesse del nuovo SimCity. Chiaramente per avere un'idea chiara di un gioco enorme come SimCity si ha la necessità di spendere più tempo, ma le impressioni a caldo sono senz'altro positive. Innanzitutto, si nota come Maxis si sia impegnata a rendere l'interfaccia di gioco estremamente intuitiva, visto che ogni operazione si può compiere con il numero minore possibile di click; mentre grafici e fumetti ragguagliano il sindaco/giocatore su tutto ciò che sta succedendo nella sua città.

Un obiettivo primario di Maxis è però anche quello di ridurre al minimo la componente numerica, che deve essere invece esplicitata visivamente da ciò che sta succedendo nella città. Non si tratta per forza di cose di una semplificazione, anzi gli eventi si susseguono a ritmo incalzante, tenendo sempre impegnato il giocatore. EA e Maxis hanno poi pensato al cosiddetto CityLog che, come l'Autolog dei Need for Speed di Criterion Games, offre delle sfide al giocatore, mettendolo in competizione con gli amici che hanno affrontato quelle medesime sfide. Si possono fare delle scommesse su chi per primo raggiunge un certo numero di cittadini nella propria città o sul miglioramento del tasso di occupazione. La demo, alla fine, si concludeva con un'incessante pioggia di meteore che finivano inevitabilmente per radere al suolo la città.

I Sims in ogni città potranno trovare o perdere il lavoro, comprare casa, prosperare o diventare un peso economico per la città. In SimCity, ogni scelta comporterà dei veri cambiamenti, che influiranno sul carattere della città stessa, sullo stato della regione e sugli altri giocatori nel mondo virtuale.

Si parla di scelte con ripercussioni a lungo termine che si estenderanno al di là dei confini della città. Bisognerà affrontare sfide globali come il cambiamento del clima, la ricerca di energie rinnovabili e i disastri naturali, e il tutto si ripresenterà anche nella modalità multiplayer in cui bisognerà collaborare e competere con gli altri giocatori, e affrontare insieme queste sfide. Il gioco è basato sul nuovo motore grafico di Maxis, GlassBox Engine.

Prima del rilascio della versione definitiva ci sarà inoltre una beta, alla quale è possibile accedere iscrivendosi a questo indirizzo.

 
^