Tutte le novità dal Gamescom 2012

Tutte le novità dal Gamescom 2012

Il report contiene tutte le informazioni rivelate al GamesCom e le prime impressioni sui giochi presentati, che faranno parte della prossima stagione videoludica. Tra gli altri, Borderlands 2, Call of Duty Black Ops 2, Dishonored, Remember Me, Crysis 3, SimCity, Total War Rome 2, Hitman Absolution e Assassin's Creed III.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
Assassin's CreedCall of DutyTotal War
 

THQ

Company of Heroes 2
software house: Relic Entertainment
piattaforme: PC
data di pubblicazione: 2013

Al Gamescom era possibile giocare due missioni di Company of Heroes 2, l'attesissimo strategico in tempo reale di Relic Entertainment ambientato sul fronte orientale del secondo conflitto mondiale. Si poteva giocare una delle missioni collocate nella prima parte della campagna, con lo scenario di Rzhev Meatgrinder, e uno skirmish due contro due, in cui l'intelligenza artificiale gestiva l'alleato del giocatore e i suoi due avversari.

Il sistema di spostamento dei soldati e di gestione delle coperture appare nella sostanza immutato rispetto al predecessore. Ci sono però più aiuti visivi, che consentono immediatamente di capire il livello di esposizione delle truppe al fuoco del nemico. Quando si sposta il cursore verso una copertura, come nel predecessore, appare un'indicatore visivo che si colora di rosso se in quel punto della mappa le unità saranno eccessivamente esposte al fuoco nemico. Il tutto però è più pulito e più chiaro, consentendo soprattutto al giocatore di capire con maggiore precisione quale sarà l'esatta disposizione dei soldati dopo l'ordine di movimento impartito.

In Company of Heroes 2, come sappiamo dai precedenti annunci, non ci sarà la normale fog of war, che genericamente copre le parti della mappa che si trovano troppo distanti dal proprio esercito. Il True Sight, invece, gestirà dinamicamente la porzione della mappa rivelata in funzione degli ostacoli alla vista di ciascun soldato. Se per esempio uno dei soldati si trova dietro un albero, non vedrà la parte subito dietro la vegetazione. Ma, se un altro dei compagni si trova in una posizione migliore rispetto a quel tronco, ecco allora che la parte subito dietro l'albero verrà rivelata a sua volta. Tutti questi coni visivi, quindi, cambiano dinamicamente e continuamente a seconda dei movimenti del plotone. Inoltre, se soldati avversari si spingono fuori dal cono visivo delle nostre truppe, benché rimangano all'interno della gittata possibile delle armi dei nostri soldati, non sarà possibile individuarli come target e quindi aprire il fuoco contro di loro.

Il True Sight è quindi calcolato in base a cosa effettivamente vede ciascun soldato del plotone, e quindi il giocatore potrà vedere solamente solo ciò che i suoi soldati vedono. Se ad esempio mandiamo un carro in una zona inesplorata, risulterà rivelata quella parte della mappa che vede il soldato che si trova all'interno della torretta del carro.

Questo costringerà i giocatori a spostare le proprie truppe in maniera sagace anche in funzione degli ostacoli visivi: ad esempio se ci si trova in una foresta potrebbe rimanere nascosta una mitragliatrice, pronta a fare fuoco in maniera indiscriminata sul nostro esercito.

La strategia che sta alla base degli spostamenti poi deve essere oculatamente ponderata anche in funzione delle condizioni meteo. Come più volte annunciato da THQ e da Relic, infatti, la neve si accumulerà dinamicamente sul terreno, mentre alcune zone ghiacciate potrebbero rallentare i movimenti dei soldati e bloccare i mezzi cingolati. Una tecnologia apposita, chiamata ColdTech, si occuperà delle condizioni meteo variabili. La tecnologia permette di simulare la neve dinamicamente: non solo si accumulerà sugli edifici e sui veicoli, ma potrà anche essere sciolta o rimossa dagli oggetti dal giocatore.

Nello skirmish si possono poi costruire edifici adibiti all'allenamento dei soldati o alla costruzione di nuovi veicoli militari. Gli ingegneri, inoltre, possono adesso costruire dei depositi di munizioni e di carburante per ciascun punto di controllo presente sulla mappa. In questo modo è possibile aumentare la quantità di risorse che si ottengono ma, nel momento in cui uno degli avversari entra in possesso del punto di controllo associato al deposito, questi si impossesserà delle risorse supplementari. Per il resto, come al solito, bisogna controllare tre Victory Point all'interno di una grande mappa di gioco.

Relic promette il supporto alle DirectX 11, che consentirà di avere gli effetti grafici dei giochi di ultima generazione, come tassellazione e gestione avanzata dell'occlusione ambientale. Si potrà giocare anche in DirectX 9, e anche in questo caso ci sarà la simulazione avanzata dell'accumulo della neve, solo che verrà resa in maniera meno precisa dal punto di vista grafico, con una gestione particellare più approssimativa. In DirectX 11 ci saranno più effetti dinamici e una gestione più realistica di quello che succede sul campo di battaglia, ma Relic vuole fare in modo che coloro che giocavano il primo capitolo con dettagli medio-bassi riescano a giocare anche con Company of Heroes 2.

 
^