Test Drive Ferrari: la storia del Cavallino Rampante, secondo gli sviluppatori di Shift

Test Drive Ferrari: la storia del Cavallino Rampante, secondo gli sviluppatori di Shift

Slightly Mad Studios ripropone la stessa filosofia che è stata alla base di Need for Speed Shift, ma questa volta a monopolizzare la scena è l’amata Rossa di Maranello, vista da varie prospettive appartenenti al passato, senza per questo dimenticare l’attualità.

di Davide Spotti pubblicato il nel canale Videogames
 

Conclusioni

Alla luce di quanto abbiamo espresso come va interpretato questo TD Ferrari Racing Legends? Dipende molto dalle vostre aspettative e dalla passione che nutrite per il marchio Ferrari. Il gioco, l’avrete ormai capito, è molto simile a Shift, dal punto di vista del gameplay e non solo. Ma Shift si dimostra di un livello superiore sotto svariati punti di vista.

Le soluzioni vincenti di questo titolo riguardano nello specifico il passaggio tra epoche differenti, il sapore dei tracciati e delle macchine da corsa di una volta, combinato con i circuiti odierni e i nuovi gioielli ultra-performanti del giorno d’oggi, che danno sfoggio di tutto il progresso tecnologico compiuto in oltre cinquant’anni di storia dell’automobilismo.

Come abbiamo già fatto notare mancano alcuni accorgimenti importanti, tra cui la scarsa variabilità di situazioni proposte e l’assenza di un vero e proprio contesto Ferrari, che è sempre esistito intorno al marchio del Cavallino Rampante, fin dai suoi primi giorni. E’ vero, ci sono le auto, ma mancano i personaggi che le hanno rese leggendarie.

Basta questo a caricare di una tendenziale impersonalità un titolo che al contrario avrebbe dovuto toccare nel profondo tutti gli appassionati e i conoscitori della “Rossa”.

Test Drive Ferrari Racing Legends è attualmente disponibile nei formati console, mentre la versione PC arriverà il 24 agosto.

  • Articoli Correlati
  • Test Drive Ferrari Racing Legends: Need for Speed Shift incontra il mondo Ferrari Test Drive Ferrari Racing Legends: Need for Speed Shift incontra il mondo Ferrari Abbiamo provato una versione pressoché definitiva dell'ibrido simulazione/arcade sviluppato da Slightly Mad Studios, il team britannico responsabile di Shift e Project Cars. Nell'articolo le nostre prime impressioni sul modello di guida e l'elenco delle caratteristiche del nuovo titolo dedicato al mondo Ferrari, oltre all'intervista ad Andy Tudor, Creative Director di Slighty Mad.
13 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Opossum2713 Luglio 2012, 16:29 #1
no, c4zzo, no!!!!

in pratica hanno speso un casino di soldi per il solo acquisto della licenza Ferrari, e a che pro?

un gioco con in ballo un marchio così prestigioso e rinomato nel mondo meritava una simulazione schiacciante e pure un pò punitiva, in questo modo metteranno in evidenza che pure un quindicenne potrà guidare dei bolidi da 500 cavalli.

delusione estrema (addirittura con l'aggiunta di quella avuta con TDU2), continuerò ad usare il mio G25 con il mio Shift 2.
djmatrix61913 Luglio 2012, 17:27 #2
Come mi sarei aspettato, SCAFFALE.

La licenza Ferrari è vero, attira, ma sono sempre stato del parere che il gioco non vale la candela per le numerose restrizioni che ciò impone. Avrei preferito di gran lunga un "Test Drive: Unlimited 3" più ottimizzato e con qualche bella novità che questo titolo che punta tutto sul noto marchio italiano. Ahimé, non lo prenderò.
Delgado15 Luglio 2012, 12:04 #3
Se volete una simulazione vera prendete GTr2, Rfactor 1/2, Netkar Pro e relativi della Kunos Simulazioni..

Questo gioco, la serie Shift e company sono degli "arcade" con grafica da paura ma simulazione inesistente.

Titoli del genere sono giustificati dal fatto che devono fare i numeri ed utili, i simulatori sono di nicchia e per appassionati che passato ore solo per trovare il setting giusto per l'auto e la pista su cui si corre quindi poco appetibili per il grande pubblico.
djmatrix61915 Luglio 2012, 12:38 #4
Originariamente inviato da: Delgado
Se volete una simulazione vera prendete GTr2, Rfactor 1/2, Netkar Pro e relativi della Kunos Simulazioni..

Questo gioco, la serie Shift e company sono degli "arcade" con grafica da paura ma simulazione inesistente.

Titoli del genere sono giustificati dal fatto che devono fare i numeri ed utili, i simulatori sono di nicchia e per appassionati che passato ore solo per trovare il setting giusto per l'auto e la pista su cui si corre quindi poco appetibili per il grande pubblico.


Ma a parte che mi sembra alquanto un commento fuori luogo. Si parlava del gioco, non delle preferenze su questi titoli di guida. Ma a parte questo, se dici che Shift è completamente ARCADE e per nulla simulativo, mi sa che non ti sei degnato non solo di giocarci, ma neanche di vedere un video su youtube di un gameplay. E commenti lo stesso, per giunta.

Credimi, ce ne sono di titoli molto più arcade rispetto a quelli della serie Shift (Burnout, serie NFS, per citartene alcuni), e questi ultimi (SHIFT 1,2) sono preferiti da molti proprio perché rappresentano un giusto compromesso tra tipologia arcade e simulazione.

La realtà odierna permette di accontentare questi 3 gruppi principali di videogiocatori di guida, per fortuna, quindi chi vuole può scegliere tra una discreta scelta.
mtk16 Luglio 2012, 19:38 #5
@djmatrix619

shift e' completamente arcade,punto.
che ci siano titoli molto piu' arcade non lo discuto,e' verissimo,ma shift di simulazione non ha niente.

se ti accontenta meglio cosi,ma il comportamento dinamico delle auto in shift e' ridicolo.
djmatrix61916 Luglio 2012, 19:39 #6
Originariamente inviato da: mtk
@djmatrix619

shift e' completamente arcade,punto.
che ci siano titoli molto piu' arcade non lo discuto,e' verissimo,ma shift di simulazione non ha niente.

se ti accontenta meglio cosi,ma il comportamento dinamico delle auto in shift e' ridicolo.


Parere tuo.
mtk16 Luglio 2012, 19:42 #7
parere di chi ha guidato almeno una panda....
djmatrix61916 Luglio 2012, 20:07 #8
Originariamente inviato da: mtk
parere di chi ha guidato almeno una panda....

..oh questa poi...

Non so cosa dirti, ripeto, è un parere tuo. Nel mio paese se un titolo non è un simulatore professionale al 100% non vuol dire che sia automaticamente un arcade. Esistono le vie di mezzo, che ti piacciano o no.
zio noob17 Luglio 2012, 00:23 #9
e invece ha totalmente ragione.
la frase "non deve essere un simulatore professionale al 100%" l'ho già sentita un sacco di volte,e non ha alcun senso logico.
un gioco o è un arcade,con comportamenti arbitrari e inventati,o è un sim,con comportamenti che mirano a essere realistici,e a rispondere a precise leggi fisiche.
shift 1 e 2 rientrano pienamente nella prima categoria,mi spiace.
per chiunque abbia un volante:fatevi un favore e provate un sim serio(tra qualche tempo dovrebbe uscire Assetto Corsa..)e poi ditemi che senso hanno ste "vie di mezzo"
Opossum2717 Luglio 2012, 08:16 #10
se allora dobbiamo mirare alla simulazione perfetta, anche Granturismo è un arcade: basti pensare che il 95% di chi ci gioca lo fa con un joypad, e un'auto da corsa di certo non la guidi con quello

mai sentito parlare della parolina magica compromesso ?

P.S.= non andiamo troppo OT, si parlava di un gioco, non del miglior gioco....

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^