Tales of Graces f per chi ama i giochi di ruolo orientali

Tales of Graces f per chi ama i giochi di ruolo orientali

Namco Bandai ha organizzato un evento di presentazione per il prossimo capitolo della serie Tales of che sbarcherà in Italia a fine agosto. Tra una serie infinita di sigle che contraddistinguono le varie caratteritiche del sistema di combattimento, vediamo quali sono le peculiarità di questo gioco uscito già su Nintendo Wii. Namco ha poi annunciato che Tales of Xillia arriverà in Europa nel 2013.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
Nintendo
 

RPG to Know the Strength to Protect

Con questa dicitura si identifica di solito il genere di apparentenza dei giochi della serie Tales of. Il videogioco segue infatti le vicende di Asbel Lhant, il cui desiderio più grande è proprio quello di ottenere una grande potenza in modo da essere in grado di aiutare gli amici. Asbel trova una ragazza che soffre di amnesie e che ha già visto la propria morte. Rincontra la ragazza dopo sette anni, dopo la sua morte, ma lei appare esattamente com'era prima di morire. Il protagonista interpretato dal giocatore deve quindi trovare la forza che gli serve per proteggerla.

Venendo al gameplay, sono due le componenti principali di Tales of Graces f: la mappa generale e la schermata della battaglia. La prima si costituisce di un ambiente di gioco tridimensionale che può essere attraversato dai personaggi a piedi. In questo scenario il giocatore può imbattersi in altri personaggi con cui può dialogare e acquisire delle missioni. Tales of Graces f è un gioco di ruolo contestualizzato in un mondo aperto, nel quale il giocatore può imbattersi in eventi secondari che descrivono in maniera più approfondita i personaggi e seguono con rinnovata attenzione le vicende. Ogni personaggio, inoltre, può apparire secondo sembianze diverse a seconda dello svolgersi della storia.

Una caratteristica unica della versione europea di Tales of Graces f, che la differenzierà rispetto alle controparti nipponica e americana, è poi l'epilogo Lineage & Legacies. Si tratterà di un intero capitolo aggiuntivo che aggiungerà altre 10 ore di gameplay all'avventura principale. Lineage & Legacies si avvarrà di nuove location di gioco, personaggi inediti e darà al giocatore l'opportunità di indagare ulteriormente sulla storia.

La schermata della battaglia invece vede i personaggi controllati dal giocatore fronteggiare il nemico gestito dall'intelligenza artificiale. Tales of Graces f introduce nuove meccaniche di combattimento rispetto ai precedenti capitoli della serie Tales of identificate con la sigla Style Shift Linear Motion Battle System (SS-LMBS). Il nuovo sistema, infatti, consente di cambiare liberamente tra vari stili di combattimento ed è pensato per incrementare il ritmo e per dare più azione ai combattimenti stessi.

Si contrappone al vecchio Linear Motion Battle System usato nei precedenti giochi della serie. Il giocatore, quindi, è adesso chiamato a interpretare la battaglia e a cambiare il proprio stile di combattimento in funzione della situazione. Le armi distintive di ogni personaggio, poi, possono essere scambiate per sfruttare i diversi stili di combattimento associati a ognuna di esse. Il nuovo sistema, inoltre, è più facile da controllare, rendendo così le battaglie ancora più coinvolgenti.

Se impugna la Sheathed Sword, ad esempio, Asbel si produrrà in una serie di calci veloci per poi sfoderare la sua spada. Con la Drawn Sword, invece, colpirà tutti i nemici che si trovano intorno a lui con attacchi con la spada pesanti.

 
^