PES 2013 e lo scettro per il miglior gioco di calcio

PES 2013 e lo scettro per il miglior gioco di calcio

Continua la rincorsa di PES rispetto all'eterno rivale Fifa. Quest'anno le novità principali si nascondono dietro ai nomi di FullControl, Player ID e ProActive AI. Ecco le nostre prime impressioni su PES 2013 dopo aver provato una versione alpha del gioco.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
 

Si scende in campo

Ma veniamo alle sensazioni che abbiamo provato dopo questo primo contatto diretto e approfondito con PES 2013. Si nota che Konami ha provveduto a un generale rallentamento dell'azione. Adesso c'è più tempo per pensare all'organizzazione delle tattiche e per decidere le giocate da compiere, con la possibilità di sfruttare le nuove dinamiche di gioco che abbiamo descritto nelle pagine precedenti. Konami vuole evitare che PES diventi un gioco troppo arcade, seguendo le indicazioni dei giocatori che, con l'edizione precedente, avevano puntato il dito contro l'eccessiva velocità e qualche tendenza di troppo verso l'arcade. PES deve essere invece ragionato e deve consentire ai giocatori di agire in maniera tattica. La velocità di PES 2013, sempre a detta di Konami, sarà dunque allineata a quella di PES 5 e 6.

Se sul discorso velocità ci siamo, la versione alpha che abbiamo provato era ancora carente in diversi altri aspetti. Non tutte le novità di cui abbiamo parlato erano pienamente evidenti, insomma si trattava di una sorta di via di mezzo tra PES 2012 e PES 2013. Soprattutto i movimenti della difesa convincono ancora poco, perché rimane la tendenza ad andare troppo avanti e, soprattutto, a lasciare scoperte le fasce. Mi sono ritrovato troppe volte ad attaccare l'area dai due spigoli per poi accentrarmi per segnare, il che evidenzia che i terzini non sono ancora sufficientemente attenti a coprire.

Se le promesse di Konami saranno mantenute questo difetto sarà corretto con la versione definitiva, ma per quello che abbiamo visto dobbiamo dirvi che ancora non è così. Anche il comportamento dei portieri è controverso: in molti casi effettivamente compiono delle parate realistiche, e si nota già il buon lavoro fatto sulle animazioni, ma in altre circostanze sono ancora indecisi. In questa versione demo di PES 2013 si poteva giocare con quattro squadre spagnole, Barcellona, Real Madrid, Valencia e Siviglia, e con quattro della Coppa Libertadores (ancora in licenza esclusiva per PES), Santos, Corinthians, Vasco da Gama e Flamengo (con uno straordinario Ronaldinho, soprattutto per le animazioni di stop e tiro al volo). Paradossalmente, si ha la sensazione che i portieri della Libertadores si comportino meglio, e siano più reattivi, segno che forse le nuove feature di intelligenza artificiale in questa alpha erano implementate su questi portieri e non su quelli delle squadre europee.

PES 2013 è basato su un motore grafico che è un'evoluzione della tecnologia impiegata in PES 2012. Si tratta di un motore costruito inizialmente sull'hardware di PlayStation 3, sulla quale PES è andato meglio per diverse edizioni. In occasione dell'evento di presentazione italiano abbiamo potuto giocare sia su PS3 che su Xbox 360, ma non abbiamo notato delle differenze evidenti in termini di prestazioni e dettaglio grafico. Mi sembra di poter dire che la versione Xbox 360 ha raggiunto la controparte per la console di Sony.

Ciò in cui PES continua a brillare, e secondo il sottoscritto sovrasta Fifa, sono i tiri e le giocate di testa. I tiri sono effettivamente migliorati anche rispetto a PES 2012: si ha la sensazione che in manuale si possa effettivamente mettere la palla in qualsiasi punto della porta. C'è maggiore imprevedibilità rispetto a Fifa e un diverso approccio nella costruzione delle manovre di attacco. Certo PES come Fifa non mette il controllo totalmente libero nelle mani del giocatore e spesso entrambi i giochi scendono a compromessi da questo punto di vista per garantire la varietà nelle soluzioni di attacco. Spesso i calciatori si producono in qualche tocco che il giocatore non avrebbe pensato o magari anticipano e stoppano in maniera imprevedibile.

Se in Fifa, poi, è sempre molto facile segnare di testa sui cross dalle fasce, in PES, ma già nella versione precedente, c'è più dinamismo da questo punto di vista. Gli attaccanti palesano delle difficoltà a controllare le palle alte e l'impatto è sempre difficoltoso, con gol di testa quasi sempre diversi e spesso frutto del caso visto che l'impatto con il pallone può essere non ottimale.

Ma il vero limite di PES, a giudicare da questa alpha, rimane il solito: è sempre meno reattivo rispetto al rivale. I movimenti dei calciatori sono più legnosi e hai sempre la sensazione che Fifa abbia un qualcosa in più nel momento che intercorre tra l'input del giocatore e il movimento degli atleti virtuali. Si tratta di un discorso di animazioni, su Fifa è stato fatto un lavoro migliore anche perché l'introduzione dell'attuale motore che gestisce i movimenti a 360 gradi è antecedente. Fifa è migliore anche per il realismo della palla e per la fisica in generale, soprattutto con l'introduzione dell'Impact Engine.

PES 2013 comunque mostra in quest'area dei miglioramenti rispetto all'edizione precedente, e questi consentono di contrastare in maniera più efficiente in caso di difesa grazie al già descritto Response Defending. Se in difesa si corre contro un avversario i due calciatori si spintoneranno con rinnovato realismo e migliore compenetrazione tra i loro corpi. Ma EA Sports può utilizzare l'esperienza che accumula fra i tanti giochi sportivi che produce, e quindi è sempre un passo avanti per ciò che concerne la relazione tra i corpi degli atleti e il comportamento del pallone e la maniera in cui rimbalza.

Ciononostante PES è amato ancora da una grossa fetta del mondo degli appassionati di giochi di calcio. Ha comunque delle aree in cui risulta superiore a Fifa, gestione dei tiri e dei cross su tutte, e si poggia su una filosofia di gioco comunque diversa, che può essere maggiormente gradita da certi giocatori. Il tipo di organizzazione delle azioni è diverso così come le tattiche per andare al tiro. Si tratta alla fine di trovare il feeling giusto tra i due giochi, che si differenziano nella fase di impostazione dell'azione per piccole differenze che è difficile cogliere in maniera analitica e descrivere. Il fatto che PES mantenga comunque una filosofia leggermente diversa nel controllo della palla e degli atleti sul campo spingerà un certo tipo di giocatori a continuare a preferirlo rispetto a Fifa.

Le migliorie alle dinamiche di gioco, all'intelligenza artificiale, al controllo del pallone e ai movimenti dei calciatori sul campo che abbiamo potuto verificare in questa prima alpha, che però, ribadiamo, è ancora molto lontana dalla versione definitiva, siamo certi che saranno particolarmente gradite da chi ama PES.

3 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
mattia100010 Luglio 2012, 17:26 #1
Lo so che sarà impossibile, ma voglio un gioco degno del nome dai!! Non chiedo altro!
ion210 Luglio 2012, 18:30 #2
Ma la demo che "dovrebbe" uscire il 25 luglio è uguale a quella provata da voi o sarà una versione aggiornata?
OvErClOck8211 Luglio 2012, 00:27 #3
"Ma il vero limite di PES, a giudicare da questa alpha, rimane il solito: è sempre meno reattivo rispetto al rivale. I movimenti dei calciatori sono più legnosi e hai sempre la sensazione che Fifa abbia un qualcosa in più nel momento che intercorre tra l'input del giocatore e il movimento degli atleti virtuali. Si tratta di un discorso di animazioni, su Fifa è stato fatto un lavoro migliore anche perché l'introduzione dell'attuale motore che gestisce i movimenti a 360 gradi è antecedente. Fifa è migliore anche per il realismo della palla e per la fisica in generale, soprattutto con l'introduzione dell'Impact Engine"


purtroppo per me questo paragrafo potenzialmente potrebbe distruggere qualsiasi altra mirabolante caratteristica dal nome figo che potranno implementare. Che me ne faccio di un AI avanzatissima, di giocatori che fanno sovrapposizioni e schemi più veri del vero se poi il giocatore che vado a controllare ha le movenze palesemente finte e sgraziate ? se voglio un gioco che mi simula bene i movimenti e le tattiche di squadra mi prendo football manager..

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^