Primo contatto con Nintendo Wii U

Primo contatto con Nintendo Wii U

Nintendo ha portato in Italia parte del materiale con cui ha presentato Wii U all'E3. È stata l'occasione per avere un approccio più approfondito con la nuova console di Nintendo e per provare alcuni dei giochi, come Pikmin 3, New Super Mario Bros. U e ZombiU, che rimpolperanno la line-up di lancio di Wii U.

di Dorin Gega, Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
NintendoWii USuper Mario
 

I giochi

Il gioco di riferimento del line-up di lancio di Nintendo Wii U è Pikmin 3. Fra tutti i giochi che abbiamo avuto modo di provare fin qui è quello che dimostra più degli altri di avere le caratteristiche da killer application, e probabilmente quello che avrà la media voti più alta. Inoltre, la stessa Nintendo l'ha scelto per lanciare il suo media briefing all'E3, visto che proprio Pikmin 3 ha dato il via allo spettacolo all'interno del quale Nintendo Wii U è stato definitivamente rivelato a Los Angeles.

Pikmin 3

Come tutti sanno, un uomo dello spazio precipita sulla Terra, e viene immediatamente attorniato da creature, conosciute come Pikmin, che lo seguono pedissequamente. Si interagisce quasi esclusivamente con il Wii remote: si punta sulla parte dello schermo dove si vuole spostare l'uomo spaziale e si preme in corrispondenza degli oggetti con i quali i Pikmin possono interagire. In questa prima demo abbiamo due tipi di Pikmin, quelli rossi e quelli neri. A seconda del tipo, i Pikmin possono portare a compimento certi ordini: ad esempio, potrebbero riuscire a spostare un grosso masso, a scalare una parete, a combattere contro un mostro di grandi dimensioni.

I giocatori devono portare a compimento l'obiettivo principale del livello di gioco entro un certo intervallo di tempo, facendo collaborare tra di loro i vari tipi di Pikmin. Il gioco evidenzia il supporto per l'alta definizione e la fisica calcolata in tempo reale, oltre che la gestione dinamica delle distruzioni e delle illuminazioni ambientali. Insomma, tutte cose che su console Nintendo non si sono ancora viste. Ciò che si è visto è invece il gameplay di Pikmin, profondo e strategico come i vecchi Lemmings. Difficile, dunque, che questo titolo fallisca.

Ma il nuovo Wii U Gamepad? Purtroppo in Pikmin 3 si usa in rarissimi casi, fungendo perlopiù da mini-mappa costantemente disposizione del giocatore. Si continuerà quindi a interagire con il Wii remote, mentre il nuovo controller potrebbe rimanere poggiato sul divano. Sulla mini-mappa visualizzata dal nuovo controller, il giocatore può verificare in qualsiasi momento la posizione delle insidie e sfruttarla per decidere qual è il miglior percorso in funzione del tempo ridotto a sua disposizione. Anche in questo caso, come abbiamo detto precedentemente, resta il problema di dover staccare lo sguardo dall'esperienza di gioco principale per controllare cosa sta succedendo sulla mini-mappa.

Nintendo Land è poi il baluardo di Nintendo per il lancio di Wii U per quanto concerne il pubblico occasionale, che chiaramente ha decretato il successo della precedente console del colosso nipponico. Si tratta di una serie di mini-giochi a tema sui principali capolavori del mondo Nintendo. Ci sono 12 mini-giochi complessivamente, ora ispirati a Luigi's Mansion, ora a Zelda, ora a Super Mario.

Nintendo Land

Abbiamo provato approfonditamente il gioco ispirato a Luigi's Mansion. Si gioca in cinque: quattro interagiscono tramite il normale Wii remote e il quinto giocatore utilizza il nuovo Gamepad. I quattro spostano dei personaggi su una piccola mappa, che si vede tramite prospettiva isometrica e che è delimitata da muri invalicabili. Con le loro torce devono inquadrare il fantasma, che è gestito dal giocatore con il quinto Gamepad, rivelarlo e, definitivamente, annientarlo.

Chi interpreta il fantasma può spostarsi liberamente nel piccolo labirinto come fanno gli altri giocatori, interagendo attraverso gli stick analogici del nuovo Gamepad. Non deve farsi inquadrare dal fascio di luce degli altri personaggi e, inoltre, deve coglierli impreparati alle spalle, spaventarli e metterli fuori gioco. Se mette fuori gioco tutti i suoi avversari vince. Ma il bello del gioco è che, ovviamente, i quattro con Wii remote non possono vedere il fantasma, perché guardano tutti e quattro lo schermo a cui è collegato il sistema principale, mentre il fantasma vede tutto grazie al display sul Gamepad.

Si tratta di un'esperienza di gioco multiplayer estremamente divertente, godibile anche su singolo sistema. Anche in questo caso le meccaniche di gioco somigliano a quelle di un grande classico del passato, Pac-Man, ma Wii U riesce liberamente a innestarle all'interno di uno schema fresco e originale, proprio grazie alle caratteristiche del nuovo Gamepad. Il gioco, anche se presenta una grafica spartana, gestisce le illuminazioni delle torce dinamicamente.

New Super Mario Bros. U, ci garantisce Nintendo, è un'esperienza sensibilmente differente rispetto a New Super Mario Bros. 2, in arrivo su 3DS. È vero che la struttura di base è la medesima, ovvero la classica da platformer a scorrimento orizzontale, ma anche in questo caso si fa pesante uso delle nuove caratteristiche del Gamepad di Wii U. Il flusso di immagini tra display supplementare del Gamepad e sistema principale è il medesimo, ma nel caso che si giochi in cinque l'esperienza di gioco tra chi usa Wii remote e chi usa il nuovo Gamepad, ancora una volta, si combina.

New Super Mario Bros. 2

I quattro giocatori con il Wii remote interpretano alcuni personaggi famosi del mondo Nintendo, come Mario o Luigi, e giocano all'interno delle classiche meccaniche di gioco. Si usa il giroscopio per compiere delle piroette in aria e per saltare più velocemente, mentre saltando sulla testa di uno dei compagni si va più in alto. Ma il gameplay cambia per chi interagisce con il nuovo Gamepad: sfruttando la funzionalità touch dei display, infatti, quest'ultimo può piazzare delle nuove piattaforme in qualsiasi punto del livello di gioco, decidendo liberamente se aiutare o svantaggiare gli altri quattro giocatori. Pensate a una piattaforma proprio sopra un vuoto: sarà di grande aiuto per gli altri! Ma una piattaforma davanti l'unico passaggio possibile, invece, renderà il tutto più complicato.

È simile all'idea adottata da Ubisoft per Rayman Legends, il seguito di Rayman Origins che risulterà ottimizzato nel caso proprio del nuovo Wii U. Le possibilità di interazione per il quinto giocatore, in questo caso, sono ancora più profonde, visto che potrà rimuovere a piacimento, e agendo dinamicamente sulla geometria dei livelli di gioco, parti degli scenari. Quest'ultimo, che prende il ruolo di Murfy, può compiere diversi tipi di azione come attivare meccanismi, tagliare corde, aggrapparsi ai nemici e aiutare nella raccolta dei Lums.

Rayman Legends

Sempre da Ubisoft ci sarà poi Zombi U, altro gioco pensato nativamente per sfruttare il nuovo Gamepad della console. Le funzionalità più innovative ruotano intorno al kit di sopravvivenza di cui sono dotati i protagonisti di questo sparatutto in prima persona, ovvero il cosiddetto Bug Out Bag. Ad esempio, i giocatori possono usare uno scanner: quando abilitano la funzione, infatti, bisogna spostare il nuovo Gamepad in giro, come se ci si trovasse effettivamente nella stanza riprodotta nel videogioco, e puntarlo nei vari angoli degli ambienti, di solito estremamente bui. Così facendo si possono rilevare dei mostri o degli oggetti che potrebbero essere utili per il prosieguo nel gioco, come risorse vitali e proiettili per i fucili a pompa. Nel kit di sopravvivenza c'è anche la mappa e altri strumenti fondamentali per procedere nel gioco. Per esempio, potremmo utilizzare una chiave che dà via a un mini-gioco, da affrontarsi proprio nel display supplementare, che ci consentirà di scardinare una serratura.

Zombi U

Per il resto si tratta di uno shooter tradizionale all'interno di uno scenario da survival horror. È estremamente basato su comandi contestuali: il giocatore infatti non deve dedicare tempo ai vari pulsanti funzione, visto che si abiliterà automaticamente quello adatto al momento adatto. Ad esempio, un ostacolo ci blocca la strada? Ecco che X diventa il tasto per saltare. Una porta chiusa ci impedisce di proseguire? Allora X diventerà il tasto per aprire le porte.

Quando il giocatore muore, inoltre, può ritornare in vita nel corpo di un altro sopravvissuto che si materializza nella stessa posizione in cui è avvenuta la morte. Inoltre, il nuovo sopravvissuto potrà recuperare il vecchio Bob, il kit di sopravvivenza.

Ci sarà anche una componente multiplayer, visto che consente a un giocatore di assumere il ruolo di "Signore degli zombi", creando e controllando i nemici tramite il gamepad di Wii U con una visuale dall'alto, mentre il secondo giocatore combatte seguendo la partita sullo schermo principale della TV in uno sparatutto tradizionale e interagendo con il Wii remote classico e con l'unità nunchuck.

Al lancio di Wii U ci saranno altri giochi interessanti, di cui abbiamo parlato in precedenti occasioni. Tra questi Assassin's Creed III, Ninja Gaiden 3 Razor’s Edge, Darksiders II, Mass Effect 3, Just Dance 4, Lego City Undercover e Batman Arkham City Armored Edition. Per i dettagli su questi giochi, ma anche per ulteriori informazioni sui titoli che velocemente abbiamo citato in questo articolo, vi rimandiamo al nostro reportage dall'E3 2012.

 
^