F1 Online: la Formula 1 nel browser web

F1 Online: la Formula 1 nel browser web

Abbiamo provato la versione beta di F1 Online The Game, il nuovo gioco free-to-play di Codemasters che offre un mondo persistente dedicato alla Formula 1, con la possibilità di guidare con il mouse. Il gioco si basa sulla licenza ufficiale FIA e offre grafica tridimensionale avanzata su browser web.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
 

Gestione

La parte di gestione della base operativa è alquanto complessa, e occupa una sezione a parte di F1 Online. Anche questa parte del gioco presenta una grafica calcolata in tempo reale e in tre dimensioni, in cui si può vedere il complesso di edifici dove avviene la ricerca e l'affinamento delle varie componenti della vettura di Formula 1.

Nella prima schermata della base operativa troviamo lo sviluppo delle componenti. Si possono ottenere miglioramenti al motore, alle ali, all'aerodinamica, alle molle, nell'accelerazione, alla deportanza. Per ciascuna di queste sezioni ci sono diversi gradini da scalare fino a ottenere il pezzo più performante in assoluto. Ogni gradino di sviluppo richiede una certa quantità di tempo, anche di decine di ore, proprio come succede nei giochi per browser web di Zynga. Si può accelerare questo processo pagando con valuta reale o spendendo dei crediti ottenuti vincendo le gare, ma in ogni caso, come dicevamo, non capita in nessun caso che risulti impossibile scendere subito in pista per una nuova gara.

Oltre alla componente di creazione di nuove parti per la vettura, ci sono le sezioni ricerca, produzione e commerciale. Per ciascuno di questi edifici si possono ottenere dei perk, che migliorano la gestione del team. Ci sono perk diversi per ogni struttura: ad esempio, si può ottenere l'incremento dei membri del proprio staff, la riduzione dei tempi di sviluppo, l'aumento dei punti esperienza ottenuti per ogni gara vinta, e così via.

Una volta che i nuovi pezzi sono usciti dalla fabbrica, bisogna installarli sulla vettura. Si può installare ad esempio un nuovo alettone posteriore, un nuovo motore, un nuovo kit di aspirazione, freni più performanti, il Kers, un nuovo cambio, sospensioni più efficaci o un nuovo muso. Tutte queste aggiunte modificano il modello poligonale dell'auto, sia nelle schermate della componente gestionale sia nella gara vera e propria.

Se la componente principale è quella in cui il giocatore può personalizzare il proprio team automobilistico e ottenere un'auto performante partendo da un veicolo da Formula 3000 o pressappoco, c'è poi tutto il mondo della Formula 1 Ufficiale. Qui si può scegliere il team con cui correre tra quelli disponibili nel momento in cui si accede al gioco. Il sistema infatti seleziona un range di tre team tra i quali il giocatore può scegliere e cambia questa selezione ogni dieci minuti. Se si vuole correre con un team preciso, invece, bisogna sbloccarlo tramite micro-transazione.

Ogni vettura presenta un modello poligonale che riproduce con buona approssimazione la controparte reale della stagione 2011 di Formula 1. La Red Bull, sarà, quindi molto simile all'auto che ha consentito a Sebastian Vettel di dominare in lungo e in largo la stagione 2011, mentre la Ferrari ci riporterà alla mente le gesta sportive di Fernando Alonso. Chiaramente, poi, vincere con una Red Bull sarà molto più facile che vincere con una HRT, anche se comunque la componente di abilità del giocatore rimane determinante.

Quando si avvia il matchmaking il sistema individua tutti i giocatori che vogliono avviare una gara veloce in quel momento. Se non trova 23 avversari riduce il numero di competitor, fino a trovare un compromesso tra giocatori al momento disponibili e spettacolarità della gara. Ci sono degli obiettivi anche in questa componente del gioco, che consentono di ottenere dollari spendibili nella sezione con il team personalizzato. Gli obiettivi cambiano a seconda del team scelto: ad esempio, si possono ottenere 100 mila euro se con la Red Bull si arriva per cinque volte prima della Ferrari.

 
^