Project Cars: simulazione di guida in crowd sourcing

Project Cars: simulazione di guida in crowd sourcing

Ci guadagnano gli sviluppatori ma, soprattutto, ci guadagnano i giocatori. È su questo assunto che si fonda il progetto World of Mass Development, allestito da Slightly Mad Studios, la software house responsabile dei due Need for Speed Shift. Si parte proprio dalla tecnologia di questi due giochi, snellita dalle componenti arcade con l'obiettivo di creare la simulazione di guida pura.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
 

Ufficio virtuale

I giocatori/finanziatori danno il loro feedback sui progressi attraverso l' "ufficio virtuale", ovvero un forum dedicato costruito per consentire ai co-sviluppatori di scambiare le idee sul progetto e sullo stato dei lavori. Si possono esprimere dei voti sulle direzioni imboccate dal progetto e sui contenuti, e ci sono meeting online tra la community e gli sviluppatori. Project Cars viene aggiornato periodicamente con update alla build beta, a cui si può accedere versando una piccola quota, che abbiamo testato per redigere questo articolo. Questa build è pensata per comunicare alla community tutti i progressi fatti e, quindi, per essere tenuta costantemente aggiornata.

Ma la parte più interessante riguarda le royalties che Slighlty Mad si impegna a pagare a coloro che partecipano, in base ai margini che la versione definitiva del gioco riuscirà a fare. Chiaramente, è questo il punto di maggiore interesse e di innovazione del progetto del team britannico. L'entità delle royalties dipenderà dalla posizione acquisita dal membro all'interno del gruppo, a sua volta legata al tipo di investimento fatto.

La seguente tabella, diffusa sempre da Slighlty Mad, illustra un ipotetico caso di successo per Project Cars. Se i sviluppatori ottenessero ricavi per 7,5 milioni di euro, ai membri della community andrebbero invece 17,5 milioni di euro. Nel caso di 250 mila copie vendute fra le quattro piattaforme in cui il gioco è previsto, ci sarebbero guadagni complessivi per 6,25 milioni di dollari, secondo le stime Slighlty Mad. Un membro in posizione "junior", che ha investito 10 €, guadagnerebbe allora 11,25 €, e si sale sempre di più fino ai 27.500 € guadagnati da un membro in posizione "senior manager", che ha investito 25 mila euro. Slighlty Mad fa anche il caso del milione di copie vendute fra i quattro formati, che porterebbe ad entrate per 25 milioni di euro. In questa situazione, ai membri "junior" andrebbero 45 € mentre i "senior manager" incasserebbero 110 mila euro.

Insomma, un progetto con diversi punti critici, ma sicuramente originale e decisamente ambizioso. Fino a oggi, Slighlty Mad ha ottenuto oltre due milioni di euro e, sebbene il gioco sia ancora in una fase embrionale dello sviluppo, ha diversi elementi di solidità che consentono allo sviluppatore britannico di iniziare a fare piani a lunga scadenza e di stabilire una data di rilascio. Secondo le cifre fornite dalla stessa Slighlty Mad, dei 2,5 milioni accumulati fino a oggi poco più di 900 mila euro provengono dai membri della community, mentre i restanti 1,5 milioni di euro sono stati immessi dalla stessa software house.

Nei piani di Slightly Mad, C.A.R.S. consentirà di vendere oltre tre milioni di copie, avrà una valutazione media di 90/100 su Metacritic e porterà a profitti complessivi per 52 milioni di dollari.

World of Mass Development è offerto anche agli altri sviluppatori di videogiochi che così possono promuovere i loro progetti, condividerli con la community nelle varie fasi dello sviluppo e ottenere feedback dai giocatori.

"I tradizionali metodi di sviluppo mettono le software house alle dipendenze dei grandi produttori", sostiene Slightly Mad. "Anche se questi metodi consentono di avere finanziamenti importanti e un controllo rigido sulla qualità, ricoprono lo sviluppo di elementi finanziari che portano alla necessità di utili e a scadenze. World of Mass Development sposta l'attenzione sulla creazione dei giochi pensati per il target che li giocherà, pur continuando a offrire la possibilità di ricevere finanziamenti per lo sviluppo e i test".

Slightly Mad Studios è un team fondato nel gennaio del 2008 ed è diretto da Michael Mann, ex produttore esecutivo di EA Black Box. Il co-fondatore è Patrick Soderlund, che ha già lavorato in DICE (serie Battlefield). Anche Ian Bell, sviluppatore di GT Legends, è coinvolto in questo progetto. Bell è il principale responsabile di Project Cars, segue costantemente gli sviluppi della simulazione ed è il primo elemento di contatto tra gli sviluppatori e la community, prestando quasi sempre attenzione alle richieste di qualsiasi membro pagante del gruppo che sta costruendo C.A.R.S.

 
^