I soldati del futuro in Ghost Recon

I soldati del futuro in Ghost Recon

È in corso il beta test multiplayer su Xbox 360 di Ghost Recon Future Soldier, il quinto capitolo della famosa serie di sparatutto strategici di Red Storm Entertainment. È l'occasione per verificare quali sono le caratteristiche principali del nuovo Ghost Recon in termini di controllo e personalizzazione, con riferimento anche alle componenti cooperativa e single player, oltre che competitiva.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
XboxMicrosoft
 

Co-op e Guerriglia

Ma le modalità di gioco principali di Ghost Recon Future Soldier sono quelle che prevedono la co-operazione contro l'intelligenza artificiale, più lente e ragionate e che trasmettono la tensione che c'è sul campo di battaglia quando dei soldati altamente preparati si accingono a entrare nel vivo della loro missione. L'intera campagna single player è affrontabile anche in co-operativa in quattro giocatori. Le missioni sono studiate in modo da favorire la collaborazione, con un'intelligenza artificiale reattiva e sempre presente.

I bersagli, infatti, si muovono continuamente: basta esporsi troppo o presentarsi al combattimento senza la giusta copertura offerta dal resto della squadra per pregiudicare l'esito della missione. In co-op diventa quindi fondamentale co-ordinarsi con gli altri giocatori e suddividersi i bersagli. I soldati nemici possono infatti essere associati a dei numeri da uno a quattro e, una volta "taggati", si possono uccidere contemporaneamente, coordinando il momento dell'esplosione dei colpi.

Studiare la posizione dell'avversario prima di entrare in azione è una delle operazioni più ricorrenti in Future Soldier, così come ponderare i propri spostamenti in funzione di quelli del nemico. Per spiare l'avversario si possono utilizzare vari tipi di approcci: innanzitutto, c'è il drone meccanico che può essere guidato in giro per la mappa e rivelare cosa fa il nemico. Il camuffamento ottico, come abbiamo visto prima, consente altresì di spostarsi in maniera indisturbata e di cogliere il nemico impreparato. L'aggiramento della postazione presidiata dai soldati avversari è strategia altrettanto consigliata, che si può combinare al fuoco di soppressione.

La campagna co-operativa non è l'unico modo per affrontare Future Soldier con il supporto di altri giocatori. Guerriglia, infatti, è la classica modalità multiplayer in cui il nemico gestito dall'intelligenza artificiale entra a ondate sulla mappa di gioco, ricalcando la classica modalità Orda di Gears of War. Guerriglia offre situazioni di combattimento sempre diverse e richiede ai giocatori di adattarsi velocemente alla situazione. Offre, nelle battute avanzate, un elevato livello di sfida. Oltre che eliminare i nemici, ai giocatori viene richiesto di salvaguardare un quartier generale che si trova alle loro spalle: se il nemico arriva al QG la missione è da considerarsi fallita.

Oltre al classico drone, inoltre, i giocatori possono impiegare delle granate non offensive che sono in grado di scannerizzare limitate aree della mappa evidenziando automaticamente la posizione delle minacce.

Future Soldier, in single player, evidenzierà i sentimenti dei soldati in ogni momento delle missioni, sottolineando il fascino dell'ambientazione e portando ai massimi livelli il fattore coinvolgimento. I giocatori devono sentire le difficoltà e gli ostacoli che presentano situazioni militari così critiche, in cui spostarsi sul campo di battaglia diventa una sfida che devi superare se vuoi salvare tante vite umane.

Tutti i membri della squadra Ghost collaborano e si scambiano informazioni sulla situazione in maniera concitata attraverso l'auricolare e gli spostamenti tra le coperture sono seguiti da inquadrature cinematografiche, tanto che in certi momenti si ha la sensazione di assistere a un film d'azione. Le coperture sono distruttibili, il che porta a diversificare la propria tattica in maniera dinamica.

Ubisoft promette grande varietà nella campagna single player anche in termini di scenari, visto che si alterneranno location con caratteristiche visive molto differenti tra di loro, come lo scenario norvegese e quello africano. Se il primo sarà rilassante e il nemico si troverà ben nascosto all'ombra, in Africa il vento sposterà furiosamente la sabbia e i soldati avversari saranno agguerriti e decisi a mettere fuori combattimento il Team Ghost al suo primo errore.

Come abbiamo visto, Ghost Recon Future Soldier si basa sul motore grafico YETI. Bisogna dire che la tecnologia è ancora in via di affinamento e, per quanto riguarda la beta, se presenta una buona fluidità dobbiamo dire di non essere rimasti molto soddisfatti dal punto di vista della pulizia dell'immagine. Le texture su Xbox 360 non sono molto definite, e tutto ciò fa in modo che non è sempre possibile distinguere con precisione i confini degli oggetti poligonali, lasciando nel giocatore una sensazione di grande confusione. Non è possibile dire se su PC ci saranno miglioramenti da questo punto di vista, ma la sensazione è che Future Soldier per PC sarà poco più di un porting, mentre Ghost Recon Online sarà in grado di sfruttare più profondamente le peculiarità di questa piattaforma.

YETI è in grado di gestire ombre dinamiche e illuminazioni dinamiche in tempo reale. Ubisoft si è concentrata principalmente sulla gestione degli effetti di calore in dipendenza dal fuoco delle armi e dagli altri esplosivi. Si parla di normal map altamente dettagliate, con modifiche in seguito agli impatti. Il motore gestisce dinamicamente la fisica e le interazioni con il mondo di gioco, con la presenza di un assortimento di filtri e di effetti in post-processing. Tra le specifiche, si parla anche di combinazione di rendering dell'illuminazione in HDR e potente filtro di anti-aliasing.

La tecnologia supporta anche l'occlusione ambientale, la traslucenza degli oggetti e le luci volumetriche. Non mancano gestione dinamica di fumo e fuoco e profondità degli sprite.

 
^