Dishonored: steampunk in stile Half-Life 2

Dishonored: steampunk in stile Half-Life 2

Dopo una nuova presentazione hands-off dell'atteso action stealth di chi ha fatto Dark Messiah of Might and Magic e Arx Fatalis, possiamo esprimere delle prime sensazioni. Dishonored si contraddistingue principalmente per il suo scenario steampunk, sullo stile di Half-Life 2, e per l'ambientazione vittoriana e neo-rinascimentale. La presentazione, chiaramente, è stata a Londra.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
 

Considerazioni

Dishonored ci sembra una sorta di versione moderna di Arx Fatalis, che va verso uno stealth molto permissivo e che si caratterizza per una grande attenzione per la componente artistica. Diciamo stealth permissivo perché, a giudicare da queste prime presentazioni, bisogna essere decisamente maldestri per allertare le guardie e mandare a monte i piani di approccio silenzioso. Solamente se ci avviciniamo molto alle guardie, queste iniziereanno ad affrontarci direttamente, mentre le abilità risolvono un sacco di problemi senza che il giocatore debba affinare particolarmente le tattiche d'attacco.

Bisogna dire che non abbiamo giocato direttamente Dishonored e che magari in queste prime presentazioni è stato usato un livello di difficoltà appositamente basso. Nella versione definitiva ci saranno quattro livelli di difficoltà tra cui scegliere, e quindi, probabilmente, anche i giocatori che si aspettano un alto livello di sfida rimarranno soddisfatti. Ma la prima sensazione è proprio quella di diffusa permissività, di uno stealth molto semplificato, e della possibilità, comunque, di ricorrere in qualsiasi momento all'approccio brutale.

D'altronde, se Dishonored è interessante per le azioni stealth e per la genialità delle abilità, la componente shooter ci sembra meno affinata, con combattimenti che rischiano di diventare monotoni vista la scarsa interazione con gli scenari e i ristretti ambienti di gioco. D'altra parte, bisogna elogiare l'ottimo sistema di abilità, visto che i giocatori possono combinare diversi tipi di soluzioni e intervenire quasi sempre in maniera creativa. Proprio la possibilità di agire in ogni situazione con un proprio personale modus operandi è il principale obiettivo di Arkane Studios.

Poi bisognerà valutare il cosiddetto sistema della Teoria del Caos. Lo sviluppatore francese promette ripercussioni per ogni scelta del giocatore, con una reputazione per Corvo che cambia a seconda delle sue azioni e del livello di impiego della brutalità. Non si tratterà di ripercussioni evidenti, ma di cambiamenti viscerali, quasi celati, che riguarderanno il mondo di gioco, i rapporti con gli altri personaggi e lo stesso esito delle vicende.

Dishonored è ambientato in una città fittizia appartenente a un mondo alternativo alla Terra conosciuta come Dunwall. Il regime autoritario ha limitato le libertà personali della gente, che odia ormai la politica e forma delle gilde di spie. Il personaggio protagonista, accusando ingiustamente dell'omicidio dell'Imperatrice, è al contempo un'icona contro la corruzione delle istituzioni e dell'alta società, ricordando per certi versi alcuni stilemi narrativi che gli appassionati di cinema hanno visto in V per Vendetta.

Il titolo di Arkane è un gioco d'azione a missioni in prima persona lineare e coinvolgente, in cui ogni missione è guidata e all'interno della quale il giocatore deve interpretare un ruolo fondamentalmente prefissato. Non è un gioco free roaming per scelta dello sviluppatore francese, che punta innanzitutto al massimo coinvolgimento del giocatore in ogni punto della storia. Per ogni missione, di fatto, un caratteristico barcaiolo, chiamato Samuel, conduce il giocatore direttamente al luogo in cui si svolge la missione.

Arkane, come abbiamo visto, ha poi ricostruito il mondo di gioco in maniera sopraffina, collezionando una serie di oggetti appartenenti all'epoca vittoriana che le hanno fatto da punto di riferimento nella modellazione del mondo di gioco. Tutto questo si nota durante il gameplay vero e proprio? Non aspettatevi la grafica di Battlefield 3 (il motore grafico è una versione fortemente modificata di Unreal Engine 3), ma alcuni scorci di Dishonored sono realmente suggestivi, il gioco è quasi sempre coinvolgente ed emozionale, e soprattutto i personaggi, con i loro "costumi" e le loro fattezze fisiche tipicamente britanniche, corroborano la sensazione di essere in una strana epoca alternativa che galleggia tra il '600 e il futuro.

Dishonored uscirà nel corso del 2012 (data precisa non ancora rivelata ufficialmente) nei formati PC, PlayStation 3 e Xbox 360.

16 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Abufinzio26 Aprile 2012, 18:11 #1
non solo half life, dalle immagini mi pare che ci sia anche del bioshock
Balthasar8526 Aprile 2012, 18:15 #2
Ogni missione è pensata individualmente per avere sempre il massimo livello di coinvolgimento possibile per il giocatore, che quindi non ha libertà di tipo free roaming come può succedere in Rage o in Assassin's Creed, tanto per fare due esempi.

Il motore grafico non sembra faticare a gestire gli spazi aperti, ma diminuisce il dettaglio dei palazzi in lontanaza in maniera progressiva, fin quando si riducono a semplici texture. Arkane vuole riprodurre un'immensa città e questo non è sempre possibile, visti i limiti hardware delle console (la demo girava su Xbox 360), quindi non aspettatevi un grande livello di dettaglio, soprattutto per i palazzi in lontanaza.

AAAAAHHH!!! Una fitta al cuore!!
Vabbé, comunque qualche elemento interessante come gioco lo ha quindi è da seguire..


CIAWA
Acid Queen26 Aprile 2012, 19:23 #3
Corvo Attano?! Ma che nome è?
Max_R26 Aprile 2012, 21:56 #4
Dishonored ci sembra una sorta di versione moderna di Arx Fatalis

Dubito che lo troverò anche solo vagamente simile...
fbrbartoli26 Aprile 2012, 22:25 #5
Dove vedete lo stile steampunk in half life bisogna che qualcuno me lo spieghi...
alex926 Aprile 2012, 23:20 #6
Originariamente inviato da: fbrbartoli
Dove vedete lo stile steampunk in half life bisogna che qualcuno me lo spieghi...


Meno male che non sono il solo a esser rimasto stupito dell'affermazione...
rb120527 Aprile 2012, 00:56 #7
Originariamente inviato da: fbrbartoli
Dove vedete lo stile steampunk in half life bisogna che qualcuno me lo spieghi...


Beh direi i treni. Anche la stazione, volendo.
nicacin27 Aprile 2012, 01:45 #8
l'unica somiglianza con half life sono quei robot giganti...

lo trovo moolto più simile a Bioshock che ad Half Life (che adesso è diventato pure steampunk??)


HWU, con tutto il rispetto, ma assumere nuovi redattori no è?
Baboo8527 Aprile 2012, 09:45 #9
Originariamente inviato da: Balthasar85
AAAAAHHH!!! Una fitta al cuore!!
Vabbé, comunque qualche elemento interessante come gioco lo ha quindi è da seguire..


CIAWA


Eh, finche' vogliono continuare con queste console, avremo giochi castratissimi, sia per la grafica sia per il gameplay.

Originariamente inviato da: Acid Queen
Corvo Attano?! Ma che nome è?


Ajeje Brazo.



Comunque...... La grafica del gioco e' scrausa e vecchia, fatta veramente alla ca**o di cane e il fatto di non avere liberta' di andarsene in giro mina ulteriormente l'interesse per questo gioco, ma.... Vedremo. Chi lo sa, non sono moltissimi i giochi stile Steampunk (o almeno che io sappia, escludendo i RTS che odio), potrebbe essere interessante.

Se almeno mi facessero un RPG o MMORPG in pieno stile Cyberpunk.........
gildo8827 Aprile 2012, 09:50 #10
Sarà perchè a me il sottovalutatissimo Dark Messiah è piaciuto un sacco, e quindi so di cosa sono capaci gli sviluppatori, sarà che abbiamo finalmente un'ambientazione originale, ma a me questo gioco attira moltissimo. Il fatto che somigli ad HL2 o Bioshock è solo un bene, visto che ultimante il termine di paragone per gli fps, è stato quella merda di gioco, che prende il nome di Cod.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^