L'apoteosi arcade di Trials Evolution

L'apoteosi arcade di Trials Evolution

A quasi tre anni di distanza dal lancio di Trials HD, Redlynx si ripropone sul mercato arcade con un nuovo capitolo, appositamente rivisto e migliorato in molti suoi aspetti, dalla varietà dei tracciati all’utilizzo dell’editor, fino all’introduzione di un’inedita modalità multiplayer.

di Davide Spotti pubblicato il nel canale Videogames
 

…anche in multiplayer

Per la prima volta nella storia del brand è stata integrata una modalità multiplayer, che consente di sfidare altri utenti in carne e ossa. Come abbiamo già evidenziato nella parte introduttiva, già in passato è stata introdotta l’opportunità di sfidare i ghost di altri giocatori. Questa soluzione è presente anche in Trials Evolution, ma non si tratta dell’unico approccio possibile.

Esistono due varianti della modalità Trials: quella tradizionale nella quale ci si sfida 1vs1 su percorsi lineari e particolarmente accessibili, e quella ‘Hardcore’, nella quale si prende parte ai tracciati più complessi, corrispondenti alla seconda parte della campagna singolo giocatore. Entrambe potranno essere sbloccate crescendo di livello.

All’inizio è infatti accessibile unicamente la modalità Supercross, grazie alla quale si possono sfidare altri tre giocatori in contemporanea, su appositi tracciati dotati di quattro binari. Per ogni gara sono previsti due eventi distinti, ognuno formato da due batterie. Il punteggio di ciascun concorrente viene calcolato in relazione al posizionamento alla fine di ogni singola gara e alla quantità di cadute, che comporteranno la detrazione di altrettanti punti.

Il versante multiplayer, grazie anche per merito dell’implementazione dei match in locale, costituisce un innegabile valore aggiunto per l’intera produzione, anche se non manca qualche appunto da muovere a Redlynx, in particolare per quello che riguarda la stabilità del frame-rate nella modalità Trials e qualche eccessivo tempo di caricamento durante il matchmaking. Si tratta comunque di dettagli che potranno essere certamente corretti nell’immediato futuro tramite patch.

 
^