Ridge Racer Unbounded: la nuova alba della serie, dagli autori di FlatOut

Ridge Racer Unbounded: la nuova alba della serie, dagli autori di FlatOut

Sono trascorsi quasi vent’anni dal primo capitolo di Ridge Racer. Bugbear Entertainment riporta in pista la serie, discostandola dalla sua tradizionale natura ‘nipponica’ e conducendola verso lidi inesplorati. Il risultato è un racing game veloce e divertente, che strizza l’occhio a FlatOut e ai vecchi capitoli di Burnout.

di Davide Spotti pubblicato il nel canale Videogames
 

Conclusioni

Ridge Racer Unbounded ha un sapore di reboot, anche se Bugbear dal canto suo non ha mai parlato apertamente in questi termini nei mesi che hanno preceduto la release.

“Eravamo certamente interessati nei confronti di Blur e Split/Second, in quanto si trattava di titoli rispettabili. Non penso che ci sia nulla che non va in questi prodotti, semplicemente non hanno avuto riscontri dall’utenza, nonostante le recensioni positive. Penso che abbiamo imparato la lezione dalle esperienze di questi ragazzi e credo che stiamo mettendo a punto qualcosa di differente. Abbiamo inoltre il brand di Ridge Racer ad aiutarci nel generare interesse e alimentare il passaparola”, aveva dichiarato Jonaas Laasko la scorsa estate.

L’editor costituisce una soluzione coraggiosa ed è stato predisposto in modo tale da poter essere utilizzato senza alcuna remora da chiunque metta le mani su questo titolo. Si poteva fare di più per quanto riguarda la varietà degli asset proposti al pubblico, soprattutto per quello che riguarda la conformazione dei singoli isolati. Dopo aver speso numerose ore di gioco le sezioni sembrano infatti ripetersi senza soluzione di continuità, rendendo spesso simili tra loro anche i tracciati personalizzati.

In attesa del responso delle vendite ci sentiamo di promuovere il gioco nella sua nuova veste. Pur non esente da alcuni difetti e da una tendenziale linearità, diverte e appare molto immediato. Il fatto di aver ripreso caratteristiche proprie di altre produzioni, eliminando gran parte dell’essenza originaria del gioco, potrebbe essere recepito come una delusione da una fetta dell’utenza. Come però abbiamo già evidenziato il cambio di rotta era inevitabile, in seguito ai molti (per non dire troppi) anni di immobilismo.

  • Articoli Correlati
  • Ridge Racer Unbounded: di nuovo distruzione e guida arcade Ridge Racer Unbounded: di nuovo distruzione e guida arcade Namco Bandai ha consentito alla stampa videoludica italiana di provare l'ultima build di Ridge Racer Unbounded, il nuovo capitolo della popolare serie di giochi di guida arcade che, però, stravolge alcune delle meccaniche consolidate di Ridge Racer. All'interno l'intervista con Joonas Laasko di Bugbear Entertainment. L'uscita è prevista per il 2 marzo 2012.
7 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
maggiore scia04 Aprile 2012, 23:17 #1
ho sempre preferito Daytona USA... rispetto a Ridge Racer
robertino7505 Aprile 2012, 01:42 #2
non sono affatto daccordo che fosse inevitabile il cambio di rotta, perchè invece di fare un gioco che di ridge racer ha solo il nome non hanno fatto lo stesso gioco ma con un nome diverso?perchè non chiudere semplicemente la serie se questa non ha più niente da dire?
beh io penso per il semplice motivo che il nome vende e nonostante non centri più nulla qualcuno lo attira lo stesso.
tra questo e quella specie di demo a pagamento per psvita non sò proprio dove voglia andare a finire Namco...ormai veramente i giappomongoli sono proprio alla frutta.
sono profondamente deluso e pensare che reputo Ridge Racer per psp tutt'ora un gran gioco...
Bestio05 Aprile 2012, 03:16 #3
Dopo che hanno fatto un Syndicate che non ha nulla a che fare con Syndicate, ho capito che i nomi non hanno più alcuna importanza...

Ma il modello di guida com'è?
"Drift Style" alla Ridge Racer o più lineare alla flatout?
User11105 Aprile 2012, 09:22 #4
un cambiamento coraggioso dopo anni di corse "drifting" prendendo a sportellate auto concorrenti senza il benchè minimo danno, era ora un pò di sano divertimento alla flatout
ClosingTime05 Aprile 2012, 13:59 #5
Visto che si fa riferimento a Blur... lo split-screen c'è?
GiGBiG20 Aprile 2012, 10:33 #6
Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upgrade
Abbiamo inoltre il brand di Ridge Racer ad aiutarci nel generare interesse e alimentare il passaparola”, aveva dichiarato Jonaas Laasko la scorsa estate...


Almeno hanno ammesso che il nome e' una pura operazione commerciale, e che serve solo per farsi pubblicita' gratis: questo gioco non c'entra NULLA con Ridge Racer!
E' la stessa cosa di quando fanno un qualsiasi gioco di corse e nel nome ci piazzano un "Test Drive X" o "Need for Speed Y" per fregare i fan delle serie.

Per esempio, non me ne vogliano gli amanti del tuning, ma Underground non c'entrava 'na mazza con la serie! Sara' anche un bel gioco, ma credo che buona parte del suo successo sia venuta dal nome "Need for Speed" attaccato con lo sputo: paragonerei quel gioco ad un episodio di Cucine da Incubo in cui Gordon Ramsay fa la televendita delle Miracle Blade
nasio9128 Aprile 2012, 13:58 #7
Non vedo un Burnout nuovo da una vita...e neanche un Flatout (anche se l'ultimo era praticamente il 2 con grafica rinnovata) quindi un bel misto penso che ci stia, poi l'editor delle piste sembra completo e divertente...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^