Assetto Corsa: la simulazione di guida italiana

Assetto Corsa: la simulazione di guida italiana

Dopo netKar Pro, Kunos Simulazioni vuole espandere la propria esperienza di guida con un gioco più completo, dotato di grafica di ultima generazione e di un grande livello di precisione sul piano della fisica. All'interno trovate l'intervista-fiume a Marco Massarutto, Production Director di Assetto Corsa, con 19 domande tecniche sulla nuova simulazione di guida.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
Kunos Simulazioni
 

L'Olimpo delle simulazioni di guida

In quello che è possibile definire come l'Olimpo delle simulazioni di guida c'è anche un progetto italiano, quel netKar Pro che è nato nel 2006 da un'idea di Stefano Casillo e che poi si è evoluto costantemente fino a Ferrari Virtual Academy e adesso in Assetto Corsa. Insomma, molto spesso si parla dei vari rFactor, Live for Speed o iRacing, ma un posto importante in questa serie di simulazioni di guida rigorose, precise e difficili da padroneggiare va assolutamente riservato a questo prodotto interamente costruito in Italia.

Come sa chi segue il settore, le simulazioni di guida non sono spesso associabili al mercato di massa, e questo le relega a una ristretta nicchia di giocatori appassionati. I siti più blasonati fanno fatica a trovare degli spazi per parlare di questi prodotti, anche perché non ci sono community così ampie che sono in grado di apprezzare simulazioni che si concentrano sulla precisione della fisica e della riproduzione del comportamento delle auto reali. Per gli sviluppatori è altresì difficile marginare, anche se il caso di iRacing, con un modello di business innovativo e ampiamente aggressivo, ha fatto scuola.

nKPro ha la sua origine nel progetto freeware netKar, sviluppato dal novembre 2001 al 2003 da Stefano Casillo, senza fini commerciali. Il progetto però ha subito attirato le attenzioni degli appassionati del settore perché, anche se fortemente limitato nella grafica e nel multiplayer, era in grado di offrire ai giocatori un modello fisico sofisticato, assolutamente all'avanguardia per l'epoca, che si traduceva in un modello di guida divertente.

Perché quel progetto potesse evolversi, arrivare alla portata di tutti e diventare definitivamente netKar Pro, servivano risorse finanziarie e supporto sul piano della visibilità. Questo ha portato alla fondazione di Kunos Simulazioni, che non ha desistito dai suoi piani, ed è riuscita a creare una realtà importante, fino a ottenere una delle migliori simulazioni di guida attualmente disponibili.

netKar Pro è basato su elementi vincenti, che ritroveremo alla base anche di Assetto Corsa. Vanta una simulazione avanzata dei pneumatici e un modello di gestione dell'aerodinamica avanzato all'interno di un motore fisico accurato e studiato per riprodurre con precisione il comportamento di una vasta gamma di automobili. I pneumatici possono sporcarsi, logorarsi e spiattellarsi con conseguenze visive e di maneggevolezza della vettura.

Un'altra delle caratteristiche "storiche" di netKar Pro è poi l'abitacolo interattivo, dove il pilota virtuale può interagire con le varie funzioni presenti all'interno dell'auto, tra cui il sistema di avviamento. Kunos mutuò questo approccio dai simulatori di volo, che già a quei tempi permettevano di avere un rapporto approfondito con la strumentazione di bordo, ma in ambito di guida virtuale era pressoché inedito.

Grazie a un accordo con AIM Sportline, poi, netKar Pro consentiva di acquisire dati e telemetria provenienti dalle prestazioni delle auto sulla pista virtuale. I dati erano poi visualizzati in tempo reale sul display del volante. Il gioco traeva, in realtà, vantaggio da una serie di accordi articolata, che coinvolgeva, tra gli altri, anche Sparco, per il design di volanti, tute e caschi; Cooper/AVON Tyres per i pneumatici; Brembo per il sistema di frenata; Beta Tools, per gli attezzi dei meccanici. Kunos si avvalse anche delle consulenze di alcuni ingegneri operanti nel mondo della Formula 3 di allora, come Andrea Quintarelli, oltre che del pilota Riccardo Azzoli.

L'ultima release importante di netKar Pro è la 1.3, rilasciata nel febbraio del 2011. Introduce migliorie significative alla simulazione, come un'espansione della componente multiplayer, fix alla grafica e alla fisica e la correzione di una serie di bug del gioco. I più grandi cambiamenti, tuttavia, riguardavano i modelli matematici dei pneumatici e l'introduzione delle condizioni meteo variabili, che i giocatori potevano regolare con diverse condizioni intermedie.

Il 9 settembre 2010 usciva, invece, Ferrari Virtual Academy, costruito su tecnologia Kunos. Si configura come un progetto sostenuto dalla stessa Ferrari che si incentrava su un concorso a premi. Inizialmente prevedeva un'unica vettura di F1 e la pista di Fiorano, sulla quale si preparano effettivamente i piloti Ferrari. Nel novembre dello scorso anno, poi, Kunos rilascia un contenuto di espansione per Fva con la Ferrari 150° Italia, la Ferrari 458 Challenge, force feedback regolabile da setup, DRS e Kers, l'aggiornamento grafico della pista del Mugello e altre novità e affinamenti.

La fondazione di Kunos Simulazioni avviene nel 2005, con un'intuizione del già citato Stefano Casillo che, insieme, al "nostro" Marco Massarutto, trasformano una passione in una tecnologia che si può sposare con diversi ambiti di applicazione. Come si legge sul sito ufficiale di Kunos si va "da software di training professionale, a veicolo promozionale per aziende, a videogame avanzato dedicato ai sim.racer alla ricerca di un modello dinamico votato al massimo realismo".

Kunos Simulazioni è nata, quindi, con l'obiettivo principale di portare sul mercato netKar Pro, ma poi si è evoluta grandemente e oggi è una struttura complessa che abbraccia diversi ambiti. Dal 2009 si trasferisce nella nuova sede operativa di Vallelunga, continuando a sviluppare la propria tecnologia proprietaria orientata al realismo dei modelli dinamici.

 
^