Considerazioni sul finale di Mass Effect 3 e confronto con il cinema [CONTIENE SPOILER]

Considerazioni sul finale di Mass Effect 3 e confronto con il cinema [CONTIENE SPOILER]

Questo editoriale è indirizzato ESCLUSIVAMENTE A CHI HA FINITO MASS EFFECT 3 e ha voglia di ragionare sui temi e sul modo di raccontare la storia del nuovo titolo BioWare. L'articolo contiene SPOILER ANCHE SULLA TRILOGIA DI FILM MATRIX.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
 

Incongruenze

A questo punto devo aprire una parentesi, relativa alle possibili incongruenze di questa storia che, come sa chi ha seguito le news videoludiche degli ultimi giorni, hanno scatenato un vero e proprio putiferio sui forum di tutto il mondo dedicati a Mass Effect. Il finale del terzo capitolo, insomma, sembra aver deluso molti fan, in primo luogo per la morte del Comandante Shepard, ma anche perché effettivamente ci sono delle incongruenze.

Mass Effect 3

Partiamo da due presupposti: il senso di Mass Effect 3, e di tutta la serie, è quello che abbiamo detto nelle pagine precedenti, per cui qualsiasi possibile incongruenza non riguarda il messaggio alla base del lore di Mass Effect dato da BioWare. Secondo presupposto: BioWare vuole che ciascun giocatore si crei la propria storia, che la modifichi in base alle proprie credenze personali e alle decisioni che prende instintivamente nel corso delle vicende. Confrontare l'esito di due partite a Mass Effect 3 è sbagliato perché si metterebbero nello stesso calderone due flussi di vicende sostanzialmente slegati. Ognuno ha la propria storia di Mass Effect 3 e non deve cercare spiegazioni che vadano al di là di essa.

Detto questo, sembra che il numero di incongruenze paradossalmente aumenti con l'aumentare del tempo dedicato dai giocatori a Mass Effect 3. Sostanzialmente il finale del gioco dipende dal livello di reattività della galassia alla guerra proposta da Shepard per salvare la Terra. Questo livello, a sua volta, dipende dalle decisioni prese dal giocatore nel corso della storia, anche da quelle apparentemente meno significative. Inoltre, il finale cambia, nel caso si siano importati i salvataggi da Mass Effect 2, in base a come si era concluso il precedente gioco della serie, ovvero se la base dei Collettori è stata salvata o distrutta.

Sostanzialmente, se in Mass Effect 3 si supera il livello 5000 di reattività e si sceglie di distruggere i Razziatori, e sono stati importati i salvataggi del precedente capitolo, Shepard incredibilmente vive alla fine della storia. Non vi sto imbrogliando, ed è possibile vedere anche dei video caricati da utenti su Youtube che confermano quanto vi sto dicendo. Si vede una sequenza finale con un moribondo Shepard, sovrastato dalle macerie in seguito alla guerra sulla Terra. Shepard si muove e sembra dunque ancora in vita. Quindi, in Mass Effect 3 Shepard vive o muore?

BioWare, tra le righe, ha già fatto capire che ci sarà un Mass Effect 4 e che il giocatore non controllerà il Comandante Shepard, che quindi sembra definitivamente destinato a non essere più il personaggio cardine di Mass Effect. Ha anche detto che importando i salvataggi di Mass Effect 3 si avranno delle modifiche nella storia dell'ipotetico quarto capitolo, esattamente come avviene con i predecessori.

Inoltre, la sopravvivenza di Shepard sembra incongruente con l'ultimissima sequenza del terzo capitolo, che si può vedere dopo i crediti finali. Un adulto spiega a un bambino che in futuro l'umanità sarà in grado di volare, mentre lo stesso bambino chiede, a quello che sembra essere il padre, di raccontargli ancora altre storie del Comandante Shepard. La sensazione, quindi, è che è vera la storia che la Terra è stata completamente distrutta o, perlomeno, che è stato avviato un nuovo ciclo sulla Terra, che riparte tecnologicamente da zero. Il piano dei Razziatori di riportare indietro lo stato di avanzamento tecnologico terrestre sembra, insomma, essere andato in porto. Ricordate anche che i terrestri sono gli ultimi a prendere consapevolezza dell'esistenza delle altre razze dell'universo di Mass Effect, il che dà la sensazione che altri cicli del genere siano già avvenuti prima dell'inizio delle vicende della trilogia.

Sostanzialmente, meglio si gioca, più si gioca e meno sacrifici si verificano. Meno eroi muoiono e un migliore equilibrio tra organico e sintetico si concretizza nella galassia. Ma, allo stesso tempo, più si gioca e più incongruenze sembrano esserci. Dopo la fine delle vicende, Mass Effect 3 mostra ad esempio una nuova sequenza in cui vengono fuori dalla Normandy gli eroi sopravvissuti al conflitto. Molti si sono chiesti come mai questi eroi si trovino sulla Normandy, mentre logicamente dovrebbero essere sulla Terra a combattere. Ma non conosciamo l'ordine cronologico esatto delle vicende, per cui la sequenza della Normandy potrebbe riferirsi a uno spazio temporale successivo, per esempio di diversi giorni, rispetto alla battaglia sulla Terra. Resta comunque la sensazione che sia come un riepilogo del punteggio finale, inserito da BioWare per i giocatori più incalliti che vogliono essere ricompensati per aver giocato particolarmente bene.

Anche la presenza sulla Terra di Shepard nella sequenza che vuole mostrare che è ancora vivo è ambigua. Sembra insomma che il suo viaggio sulla Cittadella per azionare il Crucibolo sia collocato su una linea temporale differente rispetto alla battaglia sulla Terra. Quasi che il flusso del tempo sulla Cittadella sia diverso da quello terrestre, e chiaramente molto più veloce. Ma, lo ripeto, c'è la sensazione che il numero di incongruenze aumenti quando si gioca di più. Chi ha terminato Mass Effect 3 velocemente, senza badare troppo alle missioni facoltative, non avverte la sensazione di fastidio, e tutto sembra chiaro e lineare, mentre chi ha giocato di più inizia a fare dei ragionamenti che poi non trovano una spiegazione logica per via di tutti questi incastri che si verificano, alcuni dei quali effettivamente poco chiari.

Non possiamo conoscere i possibili agganci che potranno esserci tra questa trilogia e l'ipotetica futura trilogia di Mass Effect. Magari importando il salvataggio si avrà una storia completamente diversa, e in alcuni casi Shepard continua a essere vivo mentre in altri è effettivamente morto nella precedente battaglia per la Terra. Magari Shepard è comunque morto semplicemente perché sono passati troppi anni tra la prima trilogia e la seconda. Punto fermo in tutto deve però essere il suo sacrificio.

 
^