The Amazing Spider-Man: anche l'Uomo Ragno verso la simulazione del super-eroe

The Amazing Spider-Man: anche l'Uomo Ragno verso la simulazione del super-eroe

Il lancio del prossimo film su Spider-Man, che Sony ha pensato come reboot, sarà accompagnato con l'ormai pressoché immancabile videogioco. Beenox rivoluziona la sua serie sull'Uomo Ragno, con un progetto che strizza l'occhio al lavoro fatto da Rocksteady con Batman Arkham City.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
Sony
 

L'Uomo Ragno

Nella prossima estate tornerà uno dei super-eroi in assoluto più iconici. The Amazing Spider-Man, infatti, è il nuovo brand di Sony Pictures, con cui rivoluziona il modo in cui conosciamo oggi l'Uomo Ragno. Non ci sono, infatti, legami con la trilogia di film di Sam Raimi, con i fumetti e con altre produzioni sul celebre super-eroe. Si tratta di un reboot a tutti gli effetti, di una reimmaginazione pressoché totale del brand.

La rivoluzione al cinema, dunque, non poteva che essere accompagnata con il solito progetto parallelo videoludico. Non possiamo chiamarlo neanche tie-in, perché offrirà una storia diversa, che costituirà una sorta di seguito rispetto a ciò che vedremo al cinema, all'interno di meccaniche di gioco evolute. Queste ultime differiranno in maniera consistente rispetto ai precedenti videogiochi su Spider-Man, che ormai mostravano di avere qualche anno sulle spalle, con un gameplay stantìo e una certa approssimazione.

Lo sviluppatore resta il team del Quebec Beenox, che con The Amazing Spider-Man strizza l'occhiolino al lavoro fatto da Rocksteady Studios: come vedremo, infatti, il nuovo gioco sull'Uomo Ragno ha ben più che un elemento in comune con Batman Arkham City. Ovviamente il tutto inserito all'interno dello scenario Marvel con un progetto che intende prima di ogni cosa esaltare il carisma del suo protagonista e offrire un mondo di gioco che sia il più possibile simile a quello che vedremo al cinema, e con questo intendo anche i cattivi che Spider-Man affronterà, oltre che offrire il livello di libertà più ampio possibile al giocatore.

Al cinema, Peter Parker, interpretato da Andrew Garfield, è un geek che frequenta il liceo, senza amici, e si innamora della compagna Gwen Stacy. Un giorno ritrova una valigetta che apparteneva al padre e questa lo induce a iniziare a indagare sulla scomparsa dei genitori, che apparentemente lo hanno abbandonato quando era piccolo. Le sue indagini lo mettono sulle tracce della Oscorp, una compagnia dove lavora un ex collega di suo padre, lo scienziato Curt Connors. Peter inizia a padroneggiare dei poteri speciali che lo spingono a diventare un super eroe e iniziare la sua caccia contro il mostruoso alter ego di Connors, Lizard.

Beenox si è posta quattro obiettivi cardine con il suo nuovo gioco. Innanzitutto, deve esserci grossa attenzione sulla storia. Le vicende ripartono esattamente dal punto in cui si interrompono nel film, consentendo ai giocatori di conoscere il destino dei personaggi e l'evoluzione delle vicende. Il secondo punto imprescindibile è la completa rivisitazione del sistema di gioco, e questo sia per quanto riguarda l'esplorazione che il combattimento oltre che le altre meccaniche di gioco come stealth, spostamenti e abilità.

Terzo elemento riguarda l'introduzione della cosiddetta web rush, una meccanica di gioco, che vedremo meglio tra un attimo, è studiata per far immedesimare il giocatore nei panni di Spider-Man. Infine, il free roaming all'interno di una Manhattan ricostruita con grande scrupolo e che presenta un interessante dettaglio poligonale, oltretutto esperibile sia in configurazione diurna che notturna passando dagli intensi raggi solari all'illuminazione artificiale di palazzi e auto.

 
^