The Witcher 2: è il momento di Xbox 360

The Witcher 2: è il momento di Xbox 360

In occasione di un press tour a Francoforte abbiamo avuto la possibilità di provare per la prima volta la versione Xbox 360 di The Witcher 2 Assassins of Kings e, quindi, di collaudare questo difficile porting di quello che rimane come uno dei giochi di ruolo più profondi sul mercato. All'interno trovate anche l'intervista a Marek Ziemak, level artist di CD Projekt (ndr: in riferimento alle immagini che trovate nel corso dell'articolo, quelle con la dicitura 'in-game screenshot' provengono dalla versione originale di The Witcher 2, quelle senza dicitura dalla EE).

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
XboxThe WitcherMicrosoft
 

Una questione di ottimizzazione

Quando CD Projekt RED, la software house amata dai giocatori per la sua politica lungimirante sui DRM, per la sua ottima tecnologia e per aver creato una serie di RPG profonda, adulta e coinvolgente, ha annunciato la versione Xbox 360 di The Witcher 2 Assassins of Kings molti sono rimasti spiazzati. Come è possibile adattare un motore grafico complesso come il Red Engine, che gestisce tantissimi oggetti sullo schermo e con un livello di dettaglio estremamente sostenuto, all'hardware vetusto di Xbox 360? A cosa dovranno rinunciare i giocatori? Quanto può essere fedele la versione per console rispetto alla riuscitissima, sia tecnologicamente sia dal punto di vista dello spessore, versione PC?

Se le risposte a queste domande, come vedremo nel corso dell'articolo, sono assolutamente positive, il press tour non inizia nel migliore dei modi. Vedi i ragazzi di CD Projekt trafficare con le circa 20 postazioni di Xbox 360 allestite per consentire ai giornalisti di provare la nuova versione di The Witcher 2. Apparentemente non arrivano al dunque: i giornalisti aspettano senza, per il momento, ricevere dettagli sullo stato dei lavori. Cominciano a collegare un PC alle varie Xbox e sembrano riversare dei dati dal disco rigido del portatile a quello della console, ma The Witcher 2 non accenna a partire.

Ti vengono in mente alcune domande sarcastiche. Ma avete installato le DirectX 11? Veramente pensavate che The Witcher 2 potesse partire su Xbox 360? In realtà le cose non stanno così visto che, dopo questa prima esperienza con The Witcher 2 su 360, possiamo dire che CD Projekt ha fatto un lavoro grandioso e che, probabilmente, si tratta del gioco per console con la migliore grafica in assoluto, come vedremo nel dettaglio.

Dopo un po' ci viene detto che il press tour nella giornata precedente era passato in Gran Bretagna e che gli hard disk erano arrivati formattati. Ovviamente, non riusciamo a darci una spiegazione del perché si sia verificata una situazione così apparentemente assurda. Fortunatamente i ragazzi di CD Projekt avevano la build della versione Xbox 360 sull'hard disk di un portatile e hanno riversato questa immagine su tutti gli hard disk delle console presenti all'evento di presentazione. Operazione non certo veloce perché 6 GB venivano trasferiti in circa 15 minuti e perché occorreva sbloccare l'ID del computer su ciascuna console debug per consentire l'interfacciamento tra i due sistemi.

Passano diverse decine di minuti ed ecco che The Witcher 2 appare, come per magia visto che siamo in tema, sulla prima delle console. La grafica è fluidissima, dettagliata poligonalmente e profonda quasi come su PC: un vero miracolo di programmazione insomma!

La versione Xbox 360 di The Witcher 2 Assassins of Kings avrà dei contenuti inediti che saranno presenti anche su PC attraverso la Enhanced Edition. Tra questi il nuovo filmato in grafica CGI diretto da Tomasz Baginski, vincitore del premio Bafta e candidato all'Oscar. Il filmato presenta una qualità eccellente ed evidenzia il mondo fantasy di The Witcher 2 con grande classe. Illustra l'assassinio del Re Demavend di Aedirn, che si verifica prima del flusso di fatti raccontato nel gioco principale. Svela le fattezze fisiche dell'assassino dei re, che invece nel gioco principale rimanevano avvolte nel mistero per alcune ore di gioco, modificando leggermente l'orientamento della trama che, nelle prime ore, vede proprio Geralt, ovvero il witcher protagonista intepretato dal giocatore, additato come possibile regicida.

La struttura portante di The Witcher 2 rimane la medesima su Xbox 360 rispetto alla precedente versione PC. Il giocatore impersona Geralt di Rivia, il witcher, una figura magica oscura e senza scrupoli. Nel regno di Temeria si stanno verificando diversi regicidi e si intuisce il profilarsi di un complotto ordito da forze oscure che guidano la mano dell'omicida che si vede nel filmato CGI. Nel prologo di The Witcher 2 viene ucciso anche il Re Foltest, praticamente sotto lo sguardo dei suoi due piccoli figli, all'interno dell'assedio al castello La Valette perpetuato dall'Ordine della Rosa Fiammeggiante.

La serie The Witcher è ambientata nel mondo fantasy immaginato dallo scrittore polacco Andrzej Sapkowski, un mondo spietato e oscuro con tanti elementi maturi nella storia, come sesso, suicidio, stupro, alleanze e tradimenti, ferocia, vendetta. Nel videogioco tutto questo è raccontato con sequenze cinematografiche che hanno pochi rivali all'interno del mondo dei videogiochi dal punto di vista prettamente qualitativo.

 
^