Street Fighter X Tekken: il grande festival del picchiaduro

Street Fighter X Tekken: il grande festival del picchiaduro

Un gioco adrenalinico e spettacolare. Accessibile ma profondo. E dotato di un roster carismatico come non mai. Se Ono-San voleva creare una pietra miliare del picchiaduro… beh: ce l’ha fatta!

di Stefano Carnevali pubblicato il nel canale Videogames
 

Roster e coppie

SFxT rappresenta l'incrocio di due scuole di lotta 'epiche'. Il tutto in 'salsa Capcom', visto che lo sviluppo del titolo è stato affidato a Yoshinori Ono, il papà di Street Fighter IV. Quindi, ci si deve aspettare un 'adeguamento' dei personaggi 'combo e 3D' di Tekken al sistema 'a mezze lune e sei tasti' di SF.

Fondamentale, in questa operazione, la creazione di squadre - credibili ed efficaci - che potessero dar vita ai combattimenti di SFxT. Alcuni team sono 'ovvi' (Ken & Ryu, per esempio), altri curiosi (Zangief & Rufus), altri 'rischiosi' (Lili & Asuka o Bison e Juri).

Di fatto é mantenuta la divisione tra 'squadre' Street Fighter / Tekken. Scegliendo un team 'regolare', si potrà godere di una storia articolata, che ci verrà illustrata attraverso un filmato introduttivo, dialoghi tra i personaggi dopo il match vinto, un terz'ultimo match contro avversari 'rivali' e un filmato finale.

A costo di fare due piccoli spoiler - SE CREDETE NON LEGGETE LE SEGUENTI RIGHE - si affronteranno due boss finali differenti (a seconda dell'appartenenza al roster di SF o T) e si assisterà a un finale sempre 'di conflitto' tra i due membri della squadra. I cui screzi saranno esacerbati dall'inglusso negativo di Pandora. Un vero peccato che, a quanto pare, non ci sia la possibilità di 'giocare' questo ultimo scontro. Il possessore finale del Vaso, ci verrà annunciato da una sterile schermata di testo, dove si racconterà anche quello che il 'campione' fará con il potere di Pandora. Apparentemente, il 'vincitore finale' risulterà il personaggio principale del nostro team. FINE SPOILER.

Un'opzione interessante é anche quella di creare team originali. Magari non solo per la loro efficacia sul ring, ma per coerenza di trama o di inclinazioni dei lottatori. Per esempio, il 'team beauty', composto dai bellissimi e spocchiosi Vega e Lili Rochefort, é tanto azzeccato quanto accattivante. Ed è anche la mia scelta preferita.

 
^