La Caduta di Cybertron: Transformers personalizzabili

La Caduta di Cybertron: Transformers personalizzabili

Abbiamo assistito a una presentazione hands-off del nuovo capitolo di Transformers previsto per il prossimo autunno. Basato ancora su Unreal Engine 3 e Havok, La Caduta di Cybertron presenta una nuova modalità multiplayer competitiva e una campagna single player affrontabile dalla prospettiva dei Transformers più famosi.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
 

Multiplayer, solo competitivo

High Moon Studios ha quindi completamente rivisto la struttura della campagna single player, in modo da favorire il coinvolgimento e avere un ritmo serrato. Ogni capitolo, quindi, si affronta con un robot diverso, mentre le armi continuano a migliorarsi nel corso della campagna. Se si migliora un'arma con un personaggio, questa passerà, nella forma potenziata, sui robot protagonisti nelle missioni successive.

All'inizio della missione, inoltre, in alcuni casi si potrà scegliere con quale arma combattere, mentre in altri bisogna usare un'arma prestabilita. Elemento che rende bene l'idea di come questa nuova campagna single player sia fortemente pre-determinata. High Moon, comunque, promette un'intelligenza artificiale migliore rispetto a quella dei precedenti capitoli, essendo stata rifatta da zero.

Introduce, inoltre, una nuova modalità multiplayer competitiva, che comprende la creazione del personaggio. Ci è stato mostrato solamente l'editor di creazione del personaggio, che presenta più un elemento di forte interesse per i fan di Transformers. Innanzitutto, bisogna scegliere la classe di appartenenza del proprio robot tra Infiltrator, Destroyer, Titan e Scientist. Questa scelta incide sulle armi che si possono usare, le caratteristiche passive e le abilità attive utilizzabili nei match multiplayer.

Si possono cambiare la testa, il corpo, le gambe, le ruote, i colori, la voce e le trasformazioni e si possono avere sia robot Autobot che Decepticon. La successione dei match multiplayer, infatti, porterà i giocatori a giocare per entrambe le fazioni. Non manca, inoltre, la possibilità di fare personalizzazioni avanzate come, ad esempio, stabilire la forma delle ali. Giocare con il proprio robot personale, che riproduce le forme preferite di ogni singolo giocatore, può rivelarsi estremamente sfizioso!

D'altra parte High Moon ha deciso di rinunciare al co-op, che era stata una delle modalità vincenti de La Guerra per Cybertron. Matt Tieger, direttore del progetto Transformers La Caduta di Cybertron, ci ha detto che High Moon vuole stavolta concentrarsi principalmente sulle caratteristiche dei singoli Transformers, che si migliorano nel corso dell'esperienza di gioco, offrendo al giocatore la possibilità di prendere decisioni su questo processo di miglioramento.

In definitiva, La Caduta di Cybertron sembra palesare qualche limite nella campagna single player, che probabilmente offrirà pochi spunti di personalizzazione e di libertà decisionale al giocatore, che invece deve attenersi a specifici percorsi prestabiliti. Purtroppo, manca il co-op, che invece ci era piaciuto molto nel capitolo precedente, mentre sembra molto interessante, anche se non è stato ancora mostrato nel dettaglio, il multiplayer competitivo, grazie soprattutto alla possibilità di creare il proprio personale Transformers.

L'uscita è prevista nel prossimo autunno, per il momento solo nei formati PlayStation 3 e Xbox 360.

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Beelzebub05 Marzo 2012, 10:59 #1
Se sarà bello come il primo con l'aggiunta di nuovi personaggi, varrà sicuramente la pena. E poi c'è Grimlock che da solo vale l'acquisto! Peccato non poter fare un'intera campagna con lo stesso personaggio...
Pakko06 Marzo 2012, 21:06 #2
No pc e niente coop rendono pakko pazzo furioso (Homer cit.)

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^