The Darkness II: una volta assaggiato il potere non puoi fermarti

The Darkness II: una volta assaggiato il potere non puoi fermarti

Abbiamo testato approfonditamente la versione PC di The Darkness II, il nuovo shooter con elementi di forte innovazione di Digital Extremes, la storica software house che ha aiutato Epic Games nello sviluppo di Unreal e Unreal Tournament. Gli screenshot sparsi nell'articolo provengono dal produttore, quelli inseriti nella gallery che trovate nella prima pagina sono invece realizzati da noi sempre sulla versione PC del gioco.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
Epic
 

La Tenebra

Da Starbreeze a Digital Extremes. Dietro questo cambiamento principale troviamo una rifocalizzazione importante per la serie The Darkness. Questo secondo capitolo, infatti, si presenta in maniera sensibilmente differente rispetto al predecessore, principalmente per due motivi cardine. Le meccaniche di gioco sono state sensibilmente riviste con un certo allontanamento dalla classica struttura di gioco da sparatutto in prima persona. Cambia, poi, lo stile grafico, passando da un'impostazione più realistica alla grafica in cel-shading che ricorda lo stile visivo del fumetto della Top Cow da cui The Darkness è stato tratto.

The Darkness, o meglio la Tenebra, è infatti originariamente una serie di fumetti creata da Garth Ennis, Marc Silvestri e David Whol, che gira intorno a Jackie Estacado, all'interno del quale si è insinuato un potere incontrollabile per chiunque tranne che per lo stesso Jackie, che trascina il protagonista in un vortice di spietatezza e auto-distruzione. La Tenebra è un'entità elementale del Caos che incarna in sé tutti i mali del mondo. È l'eterna nemica del Paradiso stesso, e agisce sfruttando un corpo umano ospite.

La Tenebra, ed è anche uno dei motivi cardine del gioco, instaura con il corpo ospite, in questo caso Jackie, un rapporto contraddittorio. In alcuni momenti gli dà la sensazione di avere libertà, mentre in altri lo comanda come se fosse una bambola voodoo e gli fa compiere delle azioni spietate, volte a favorire la diffusione del male nel mondo. In questo secondo capitolo videoludico, come vedremo, la Tenebra si presenta in forme decisamente diverse rispetto a quelle viste nel gioco originale, pensate da Digital Extremes in modo da creare una struttura di gioco assolutamente originale.

La mafia è l'altro motivo portante dello scenario di The Darkness. Jackie Estacado è un sicario della famiglia mafiosa di New York dei Franchetti, della quale prende il controllo all'inizio delle vicende di questo secondo capitolo videoludico. Jackie è un giovane uomo risoluto e turbolento da una parte, ma dall'altra è pieno di dubbi, relegandosi a una vita assolutamente solitaria. L'unica persona a non essere ostile nei suoi confronti è Jenny Romano, una bambina che diventerà poi l'unica donna che Jackie abbia mai amato. Soffre inoltre il confronto con il padre Dany, anch'esso boss della malavita decisamente rispettato, dal quale Jackie ha assunto alcuni tratti del carattere ma che resta per lui un modello irraggiungibile.

Nel primo The Darkness le vicende iniziano con una rocambolesca fuga dalla polizia, durante la quale muore uno degli amici dello stesso Jackie. Quest'ultimo si mostra subito spietato: l'anti-eroe per eccellenza che non si tira indietro quando si deve uccidere qualche poliziotto. Alla fine della fuga Jackie si ritrova in un cimitero e, in preda alla disperazione, acquisisce misteriosamente i poteri della Tenebra.

Jackie ha un rapporto controverso anche con lo zio Paul, e all'interno di una serie di rivendicazioni tra i due Paul finisce per uccidere la stessa Jenny. Questo è un momento topico nella vita di Jackie, perché cambierà completamente il suo rapporto con il mondo e instillerà in lui una serie di ossessioni, che lo spingeranno sempre più a fare uso della Tenebra. Nel corso degli eventi del primo The Darkness continuerà, fino a sfociare definitivamente, questa competizione con Paul.

All'inizio di The Darkness II, invece, Jackie sembra avere completamente risolto il suo dualismo con la Tenebra e di essersene liberato. Nella sequenza di introduzione, però, durante una serata mondana degli uomini di una famiglia mafiosa rivale fanno irruzione nel locale e cominciano a uccidere gli astanti. Jackie si salva a malapena, ma non può venire fuori dalla sparatoria senza ricorrere alla Tenebra. È l'inizio di un nuovo terrificante percorso, in cui Jackie diventa nuovamente vittima del male che lo assale, e non può liberarsene.

La Tenebra, infatti, fa adesso gola agli altri malviventi della criminalità organizzata. Non possono però sottrarla a Jackie a meno che non sia lui di sua spontanea volontà a decidere di lasciarla. Si tratta della cosiddetta Fratellanza, ovvero il custode originale della Tenebra che non lesina di mettere in pratica azioni spietate pur di riconquistare la Tenebra. Chiaramente Jackie non può consentire che questo sterminato potere vada nelle mani di persone senza controllo, anche se queste minacciano i suoi cari. Si tratta di un percorso spietato e pieno di elementi horror, in cui bisogna aspettarsi anche elementi crudi che oltre che il gore riguardano scene di sesso esplicite. Altro leit motive è la pazzia di Jackie, che in alcuni momenti ha delle visioni in cui si trova relegato in un manicomio che ricorda quello reso celebre da Qualcuno volò sul nido del cuculo.

Nonostante le immagini siano abbastanza crude per un pubblico adulto, The Darkness II come vedremo presenta un gameplay alle volte approssimativo, all'interno di un fluire degli eventi non completamente coinvolgente, per certi versi indirizzato a un pubblico abbastanza giovane. Si tratta di una delle tante dicotomie che il nuovo gioco di Digital Extremes presenta.

 
^