The Darkness II: una volta assaggiato il potere non puoi fermarti

The Darkness II: una volta assaggiato il potere non puoi fermarti

Abbiamo testato approfonditamente la versione PC di The Darkness II, il nuovo shooter con elementi di forte innovazione di Digital Extremes, la storica software house che ha aiutato Epic Games nello sviluppo di Unreal e Unreal Tournament. Gli screenshot sparsi nell'articolo provengono dal produttore, quelli inseriti nella gallery che trovate nella prima pagina sono invece realizzati da noi sempre sulla versione PC del gioco.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
Epic
 

Conclusioni

The Darkness II colpisce principalmente per l'originalità di alcune meccaniche di gioco. Il fatto di poter intervenire con le due braccia demoniache oltre che con le due armi consente al giocatore di avere diverse possibilità tattiche oltre che di agire contemporaneamente su elementi dello scenario diversi. Unitamente al forte livello di interazione, questo aspetto rende il gameplay dello shooter di Digital Extremes accattivante, contribuendo a ottenere un ritmo intenso per tutta la campagna single player.

Mentre il gioco originale era più un classico shooter, questo seguito si dà quindi all'innovazione. Chi si aspetta, insomma, uno sparatutto tradizionale potrebbe rimanere spiazzato, per cui The Darkness II va consigliato principalmente a coloro che sono interessati a un'esperienza di gioco differente e a uno scenario horror e dai toni adulti in cui il protagonista non è necessariamente un buono. Come abbiamo visto, il rapporto continuo con la Tenebra trascinerà verso il male il protagonista Jackie Estacado. Il rapporto è estrinsecato con un dialogo continuo tra Jackie e Tenebra, doppiata magistralmente in italiano.

D'altronde il single player è molto breve: difficilmente si finisce il gioco in più di cinque ore, mentre la componente co-op, interessante per altri versi, non presenta un numero di missioni molto alto. La storia della campagna, anche se incastonata in uno scenario interessante e con un gradevole comparto visivo, è in alcuni punti banale e stereotipata. Anche se presenta toni forti e immagini cruente, insomma, The Darkness II sembra essere indirizzato a un pubblico molto giovane sia per la storia sia per la semplicità di alcune meccaniche del gameplay.

La presenza di una forte complessità nell'interazione, con quattro spunti di interazione contemporaneamente, infatti, avrebbe potuto rendere ostico il controllo e aumentare la sfida. Ma così non è, perché Digital Extremes ha inserito una serie di assistenze: ad esempio, la traiettoria degli oggetti scagliati contro il nemico è pre-determinata ed è molto difficile non andare a segno. Ci sono quattro livelli di difficoltà e quindi chi vuole più sfida può comunque ottenerla, ma d'altra parte manca il multiplayer competitivo.

Decisamente interessante è il co-op, che potrebbe fare accostare a The Darkness II i giocatori che amano Left 4 Dead, Borderlands o lo stesso Dead Island. Ci sono quattro personaggi con caratteristiche di interazione differenti e con armi specifiche (ma in co-op non ci sono le braccia demoniache), che possono essere usati all'interno di scenari che richiedono la collaborazione, popolati da tanti mostri che possono essere annientati solamente se ci si aiuta. D'altra parte le location di gioco sono quasi sempre abbastanza piccole e il numero di missioni rimane limitato.

In definitiva, The Darkness II è un acquisto consigliato per chi ama giocare su console, tenendo comunque in mente che il single player è molto breve e che il co-op è gradevole ma difficilmente aggiungerà più di 20 ore di gameplay supplementare. La versione PC, invece, è limitata in molti aspetti: finisce per farsi giocare con il gamepad all'interno di un porting in cui non sono state adattate, come spesso accade purtroppo, neanche le icone dei menu.

7 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
appleroof17 Febbraio 2012, 17:01 #1
l'ho preso e l'ho sto quasi finendo....che dire, sono d'accordo al 100% con questa recensione, sia nei pregi che nei difetti...dovrei quotarla parola per parola
gildo8817 Febbraio 2012, 17:23 #2
Sarebbe un gioco interessante, ma è troppo corto... Ormai più paghi un gioco meno dura. Onestamente mi sono rotto le scatole di fps del genere, sarà anche originale, graficamente accattivante e con un buon gameplay, ma cribbio almeno 12-15 ore (minimo) di gioco sono cosi impossibili da fare? Non voglio più avere niente a che fare con fps di questa durata infima...
Credo che un pò tutti gli sviluppatori ci stanno prendendo per il spudoratamente

P.s. Noto con piacere, che sono stati aggiunti altri parametri alla recensione come narrazione, i.a. e sfida. Ottima trovata, spero che in futuro siano usati in modo corretto.
netcrusher17 Febbraio 2012, 18:07 #3

il primo episodio

Ma il primo episodio non è disponibile su pc?
hexaae17 Febbraio 2012, 23:29 #4
Gli FPS hanno rotto le OO.
Afterandre18 Febbraio 2012, 16:46 #5
Originariamente inviato da: netcrusher
Ma il primo episodio non è disponibile su pc?


Pubblicato solo su PS3 e 360...

Davvero molto molto bello, lo consiglio assolutamente!

Questo lo prenderò di sicuro ma più avanti, aspetto un consistente sconto
Zeorymer19 Febbraio 2012, 01:20 #6
Ancora FPS? E che due sferoidi!!! Basta, non se ne può più!!!!
Giochi incredibilmente vari e MOOOOOLTO longevi come gli hack 'n' slash (e magari anche economici, tipo Torchlight) sono terribilmente rari da trovare, mentre siamo sommersi da trilioni di FPS costosi e brevissimi. Che schifo
Makico21 Febbraio 2012, 19:11 #7
Poi si lamentano della pirateria ... quando i primi a prendere per i fondelli sono loro .

Ditemi voi come si fa a spendere 50 euro per neanche 6 ore di gioco !!
8 euro e passa all'ora lol

Direi che non lo prenderò mai

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^