Le battaglie 1 vs 1 di Fifa Street

Le battaglie 1 vs 1 di Fifa Street

Abbiamo giocato qualche partita con la versione preview di Fifa Street, lo spin-off di Fifa 12 più immediato e arcade, fortemente basato sui trick. All'interno dell'articolo trovate l'intervista a Colin MacRae, direttore delle comunicazioni di EA Canada.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
 

Impact Engine

Adattare la tecnologia di Fifa 12 al gameplay di Fifa Street, la serie di spin-off dello stesso Fifa basata sulle evoluzioni folli dei giocatori che ha da sempre presentato un gameplay esagerato incentrato sui trick, è la sfida più ambiziosa di EA Canada. Infatti Fifa Street 3, l'ultimo capitolo della serie uscito nel 2008, è un gioco sensibilmente differente rispetto a Fifa: sicuramente meno realistico e molto sopra le righe. Quindi le domande a cui cercheremo di dare risposta nel corso di questo articolo sono: la tecnologia di Fifa 12 è in grado di adattarsi a un gameplay quasi completamente diverso dal gioco originale? Nella sostanza, quanto è diverso Fifa Street da Fifa 12?

Andiamo con ordine. Il nuovo Fifa Street segna il ritorno della serie dopo 4 anni: un ritorno, rimarca EA Canada, lo sviluppatore di Fifa 12, richiesto fortemente dai fan. Cambia il contesto perché nel frattempo Fifa è diventato il punto di riferimento nel genere delle simulazioni di calcio, mentre nel 2008 faticava molto a inseguire l'allora re incontrastato del settore PES.

Il senso di Fifa Street è sempre stato, e lo sarà anche con questo nuovo capitolo, vincere umiliando l'avversario con stile. Vincere, quindi, non è sufficiente. A dirigere il progetto, inoltre, troviamo quel Gary Paterson che è da considerarsi come uno degli artefici principali del recente successo della serie principale di Fifa. Ma è tutto il team EA Canada, che si occupa proprio della serie principale e che ha terminato da poco lo sviluppo di Fifa 12, che ha curato Fifa Street.

Questo crea una forte discontinuità con il passato, visto che i precedenti capitoli della serie (usciti nel 2005, nel 2006 e, come detto, nel 2008) erano affidati a uno studio apposito. Affidare Fifa Street al core Fifa team ha l'obiettivo di ottenere la stessa qualità del gameplay di Fifa 12 anche nel fratello arcade e sicuramente più immediato. Con qualità, EA Canada intende dire che anche in Fifa Street ci sarà l'impianto tecnologico di Fifa 12, ovvero i vari precision dribbling, tactical defending, Impact Engine, con le revisioni del caso, come vedremo nel corso dell'articolo.

L'audience target di questo nuovo gioco di calcio sono sia i nuovi giocatori che i giocatori hardcore di calcio simulato. I nuovi, che magari sono intimiditi dall'abilità dei giocatori più legati a Fifa, hanno la possibilità di impratichirsi con uno stile di gioco comunque differente; mentre chi non ha fatto altro che giocare a Fifa 12 dal momento del suo rilascio (vero Stefano Carnevali? ndpWi) hanno la possibilità di estendere la propria bravura imparando le nuove skill move. Fifa Street, come vedremo, ha infatti molte più skill move per ciascuno dei giocatori più forti.

Altre caratteristiche determinanti di Fifa Street sono le location in cui si svolgeranno i match e lo stile personale di ciascuna compagine. EA Canada si è sforzata di riprodurre la tradizione e l'atmosfera di ogni scenario: quindi avremo l'austera Londra piuttosto che la romantica Parigi o la sognatrice Venezia. Ad esempio, lo stage di Venezia prevede un campo sopraelevato sui canali, mentre a Parigi si gioca con lo sfondo di Notre Dame.

Inoltre, per ognuno dei team più forti traspare uno stile personalizzato: i brasiliani danzeranno letteralmente sul pallone, mentre i tedeschi, ad esempio, si manterranno rigidi nell'applicazione degli schemi. Visto che i match si svolgono tra squadre di soli cinque giocatori, e che la personalità di ciascun calciatore è accentuata dalle nuove sfrenate skill move, la presenza di ciascun atleta è più marcata e l'utente la sentirà con maggiore enfasi. Insomma un match due contro due tra Messi e Iniesta contro Portanova e Mudingayi (non me ne vogliano!) difficilmente potrà essere ad appannaggio dei secondi!

 
^