Birds of Steel: simulatore di volo per le console

Birds of Steel: simulatore di volo per le console

Abbiamo provato una versione preview del simulatore di volo di Gaijin Entertainment che verrà rilasciato nel primo trimestre del 2012. Vediamo come sia possibile avere un simulatore di volo su console, giocabile con il gamepad.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
 

Fedeltà storica

Autrice di IL-2 Sturmovik: Birds of Prey, Gaijin Entertainment è una software house russa creata nel 2002. È specializzata nella creazione di videogiochi Tripla A per tutte le piattaforme e ha un team dedicato allo sviluppo di tecnologia interna. Gaijin è divisa in 6 dipartimenti e annovera complessivamente più di 60 impiegati. Ha inoltre ricevuto diversi premi, soprattutto grazie a IL-2 Sturmovik: Birds of Prey (arrivato anche su PC con il nome Wings of Prey), che si è aggiudicato i premi per "il miglior simulatore su Xbox 360 e PlayStation 3", mentre il Dagor Engine, su cui il gioco è basato, ha vinto "miglior tecnologia" e "miglior sonoro". I premi sono stati vinti in occasione della Russian Game Developer's Conference.

Attualmente Gaijin Entertainment è il più grosso sviluppatore indipendente in Russia e ha intessuto rapporti di collaborazione con alcuni fra i principali protagonisti dell'industria dei videogiochi come Activision, 505 Games, Microsoft, TopWare Interactive, SouthPeak Interactive, Sony Computer Entertainment, 1C Company e Apple.

Birds of Steel nella sostanza vuole riprendere gli elementi vincenti di Birds of Prey e aggiungere un ulteriore strato di realismo. Per quanto sia giocabile attraverso il comune gamepad, Birds of Steel suggerisce al giocatore sensazioni da simulatore puro, consentendo di modificare il livello di realismo tra diversi preset disponibili. Approfondiremo il discorso più avanti nel nostro articolo: per il momento ci basti dire che, sebbene non sia preciso come un Falcon 4.0 o un Flight Simulator, Birds of Steel ha alcuni elementi di grande complessità e richiede al giocatore, al massimo livello di realismo, uno sforzo non indifferente per padroneggiare l'aereo.

Si tratta di un simulatore di volo ambientato nella seconda guerra mondiale che offre oltre 100 aeroplani fedelmente ricostruiti secondo i modelli originali, sia come scocca che negli interni, e che riproduce alcune delle battaglie aeree più famose della seconda guerra mondiale come la battaglia delle Midway, del mar dei Coralli, di Guadalcanal, di Pearl Harbor, della Ruhr e l'assedio di Malta.

È un gioco che presta grande attenzione alla fedeltà dei fatti storici, indirizzato principalmente ai fan di aeronautica che sono in grado di riconoscere i velivoli e di apprezzarne le affinità con le controparti storiche.

 
^