Videogiochi: cosa aspettarsi dal 2012 - Seconda parte

Videogiochi: cosa aspettarsi dal 2012 - Seconda parte

Continuiamo il nostro percorso fra i titoli più attesi del 2012 con questa seconda e ultima parte. Analizziamo, tra gli altri, Aliens Colonial Marines, Grand Theft Auto V, The Last Guardian, Max Payne 3, Guild Wars 2 e Tomb Raider.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
Grand Theft Auto
 

XCom (PC, PS3, 360)

XCom è sviluppato da 2K Marin, il team che si è occupato di BioShock 2, formato da programmatori che si definiscono come grandi appassionati del gioco originale, uscito nel 1994. 2K Marin sostiene di voler mantenere il fascino e l'approccio strategico del gioco originale, quindi bisognerà reclutare le truppe, ricercare le tecnologie e sarà mantenuto lo stesso feeling del gameplay del gioco originale, oltre che l'elemento strategico.

XCom però cambia prospettiva, trattandosi di uno sparatutto in prima persona. Il giocatore può selezionare gli agenti che faranno parte del proprio team di assalto, ciascuno caratterizzato da specifiche statistiche per defense shield, disrupt, livello di esperienza complessivo, e così via. Quindi la scelta dell'agente dipende dalle sue specifiche caratteristiche e dalla missione che si sta per affrontare.

Una volta in missione, si assiste a tanti effetti di terraforming, ovvero lo scenario viene continuamente modificato con la comparsa di strutture aliene, le classiche strutture quadrate tipiche della serie, che segnano l'avanzata della penetrazione extraterrestre sulla Terra.

Le meccaniche di gioco ricordano i vecchi episodi della serie Brothers in Arms: XCom è infatti pesantemente basato sulle coperture e si può ordinare ai compagni dove andare e quale potere usare. Si apre un menu un sensibile al contesto mentre la visuale dalla prima persona si sposta alla terza, consentendo proprio di determinare per ogni soldato quale deve essere il suo bersaglio e con quale arma attaccarlo. Anche nelle meccaniche di aggiramento XCom ricorda ancora una volta Brothers in Arms. C'è una barra temporale che può essere interamente riempita: se succede non si possono più impartire ordini agli altri agenti. Questo è stato pensato per rispettare la struttura del gioco originale di strategico a turni.

XCom conferma l'interesse da parte degli sviluppatori di confermare il fascino storico della serie, anche se il gioco può prestare il fianco a critiche dal punto di vista tecnologico e per qualche elemento di troppo del gameplay mutuato da Brothers in Arms. Ci sono, infine, missioni primarie statiche, e missioni secondarie popolate dinamicamente come nel gioco originale.

Recentemente 2K Games ha posticipato XCom dalla data di rilascio precedentemente prevista, quella del 9 marzo 2012, all'anno fiscale 2013 della compagnia. XCom quindi uscirà nel periodo che va dall'1 aprile 2012 al 31 marzo 2013. Nello scorso fine settimana, poi, ha rivelato un secondo gioco su XCom, più fedele all'originale e con data di rilascio fissata nell'autunno 2012, di cui abbiamo parlato qui.

 
^