Lego Harry Potter: la conclusione della saga, in ottica Lego

Lego Harry Potter: la conclusione della saga, in ottica Lego

Traveller’s Tales porta in scena anche la seconda parte della saga ideata da J.K. Rowling. Ancora una volta si deve risolvere ampie sezioni puzzle, scovare e ricostruire oggetti, andare a caccia di collezionabili. I filmati d’intermezzo ripercorrono le sequenze originali già presenti nei film, con un immancabile tocco di humour.

di Davide Spotti pubblicato il nel canale Videogames
 

Introduzione

LEGO ed Harry Potter tornano insieme, per la seconda volta. Un binomio destinato a funzionare per forza di cose, vista la potenza di cui godono entrambi i brand e l’infinita schiera di fan sparsi per tutto il mondo. La saga di Harry Potter, creata dalla penna di J.K. Rowling, nei suoi quattordici anni complessivi di durata ha catturato milioni di fan in tutto il mondo (giovani ma non solo), dapprima grazie ai romanzi ma soprattutto per mezzo delle relative trasposizioni cinematografiche, che hanno portato alla ribalta anche giovani interpreti come Daniel Radcliff, Rupert Grint ed Emma Watson.

Gli sviluppatori di Traveller’s Tales dal canto loro sono ormai giunti al nono capitolo per quanto riguarda le reinterpretazioni cinematografiche in ottica LEGO. Dopo i primi riusciti esperimenti con Star Wars è stata la volta dei due capitoli dedicati a Indiana Jones, di Batman e dello stesso Harry Potter, fino alla rappresentazione di Jack Sparrow e della sua allegra ciurma in LEGO Pirati dei Caraibi.

Come si evince dal sottotitolo in questo secondo episodio dedicato al giovane mago vengono trattati gli eventi degli ultimi tre libri della saga e dei relativi film (l’Ordine della Fenice, Il Principe Mezzosangue e I Doni della Morte, suddiviso in due pellicole separate). Si possono pertanto rivivere, in una nuova veste, i fatti accaduti nella parte finale della serie, dalla progressiva caduta di Hogwarts fino alla capitolazione e allo scontro finale con il pericoloso Voldemort.

 
^