Star Wars The Old Republic: BioWare dà la caccia a Warcraft

Star Wars The Old Republic: BioWare dà la caccia a Warcraft

Tutto quello che c'è da sapere sul MMORPG destinato a cambiare il mercato. Resoconto dalla beta, classi, razze, Flashpoint, Operation del videogioco più costoso di sempre.

di Jonathan Russo pubblicato il nel canale Videogames
Star Wars
 

Conclusioni

Abbiamo passato così tanti anni a chiederci, di ogni nuovo mmorpg, se sarebbe diventato il successore di World of Warcraft che ormai anche solo valutare l’ipotesi fa venire il mal di testa. E tutto sommato, essendo passato attraverso diversi mmorpg che, successo o meno che abbiano avuto, mi hanno davvero divertito (ad esempio Dc Universe, ma anche Warhammer Online e naturalmente Eve Online), ritengo che la domanda sia superflua.

La vera questione è: sarà The Old Republic in grado di divertire e affascinare i suoi utenti? E sarà Bioware in grado di mantenere alto lo standard anche dopo i soliti tre o quattro mesi dalla release, garantendo vita al suo titolo e non solo i consueti picchi di accesso alla vigilia dell’uscita del titolo? Alla prima domanda la risposta che si può dare da queste prime impressioni è sicuramente positiva.

Il gioco, pur non brillando per coraggio e innovatività e rispecchiando anzi da vicino il competitor Blizzard su molti aspetti, è inequivocabilmente divertente, capace di tenere alta l’attenzione per almeno tutti e cinquanta i livelli necessari a raggiungere l’endgame, e sicuramente anche per affrontare altri cinquanta livelli con un diverso personaggio. Il gioco Bioware mostra un’attenzione spasmodica su alcuni elementi, come il voice acting e la creazione di una vera esperienza single player, ma al tempo stesso sembra avere inspiegabili carenze su altri: la grafica e l’artwork in generale, l’assunzione di concetti di gameplay ormai visti e stravisti e persino superati (superati persino dallo stesso World of Warcraft, che da anni ormai cerca di liberarsi dell’ingombrante sistema di talenti che lo ha caratterizzato in favore di qualcosa di più snello e moderno, laddove Swtor invece ricalca proprio quel sistema pari pari).

Come il gioco si evolverà dopo la release è naturalmente impossibile da prevedere. La speranza è che visto anche l’investimento massiccio da parte di software house e publisher nel prodotto, ci sia la massima voglia di continuare a migliorare The Old Republic e di restare vicini all’utenza che verrà a crearsi. Il passato purtroppo è pieno di casi di mmorpg anche buoni crollati nel giro di pochi mesi, vuoi per mancanza di attrattività, vuoi per un basso supporto degli sviluppatori, vuoi per decisioni palesemente sbagliate sullo sviluppo del titolo.

Non resta che augurarsi che The Old Republic spezzi questa catena funesta e riconsegni finalmente al brand di Star Wars un posto nell’olimpo degli rpg online, le premesse sono più che positive e di certo la quantità di appassionati che non aspettano altro di potersi perdere nell’universo di Star Wars è sconfinata.

92 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Aenor12 Dicembre 2011, 15:56 #1
In bocca al lupo. Mi auguro sia un vero capolavoro viste le attese.
Capozz12 Dicembre 2011, 16:11 #2
Sicuramente è molto interessante, sia per l'ambientazione nell'universo di Guerre Stellar, che rimane sempre affascinante, sia per come è stato sviluppato.
Personalmente mi piace molto l'idea di inserire qualche elemento single player anche in un mmorpg, vediamo come funzionerà.
Veradun12 Dicembre 2011, 16:32 #3
Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upgrade
da accanito fan di Revan e dell’Esule provai un momento di grandissimo sconforto


Ecco un consiglio: http://www.tuskenraiders.org/?p=737

E anche una prima impressione: http://www.swtoritalia.it/impero/in...&Itemid=143
Armage12 Dicembre 2011, 17:06 #4
"in Old Republic fare ‘quest’, cioè missioni, non si riduce a una sorta di catena di montaggio amorfa con obiettivi risibili che oltre a essere poco entusiasmanti sembrano anche decisamente poco degni dell’attenzione del protagonista di una grande avventura"

Magnifico come in ogni singola recensione che io abbia letto dai tempi di wow in poi, tutti i recensori - sicuramente dietro suggerimento indiretto degli sviluppatori del gioco che tutte le volte gridano al miracolo - abbiano maltrattato il sistema di quest di wow (a ragione, devo dire) dicendo che PERO' STAVOLTA E' TUTTO DIVERSO... e poi non è mai diverso una minchia
Veradun12 Dicembre 2011, 17:21 #5
Originariamente inviato da: Armage
"in Old Republic fare ‘quest’, cioè missioni, non si riduce a una sorta di catena di montaggio amorfa con obiettivi risibili che oltre a essere poco entusiasmanti sembrano anche decisamente poco degni dell’attenzione del protagonista di una grande avventura"

Magnifico come in ogni singola recensione che io abbia letto dai tempi di wow in poi, tutti i recensori - sicuramente dietro suggerimento indiretto degli sviluppatori del gioco che tutte le volte gridano al miracolo - abbiano maltrattato il sistema di quest di wow (a ragione, devo dire) dicendo che PERO' STAVOLTA E' TUTTO DIVERSO... e poi non è mai diverso una minchia


Avendo provato circa 25 livelli, posso confermare che la qualità delle quest è da single player (come può esserlo un The Witcher o un Mass Effect). Certo è necessario un livello sufficiente di comprensione dell'inglese (o francese, o tedesco), come è necessario in un Dragon Age o un Mass Effect, appunto.
G-DannY12 Dicembre 2011, 17:31 #6
Non è molto chiaro (anche se sembra così se è l'ennesimo gioco da farmare o va un pò controcorrente...

Se è meno farmoso degli altri mmo (della serie che non serve stare 20 ore per 3 mesi a giocarci per livellare) sicuro lo provo.
Redvex12 Dicembre 2011, 17:31 #7
Ovviamente sarà con abbonamento vero?
Se si mi sa che attendo GW2 per il 2012
Veradun12 Dicembre 2011, 17:44 #8
Originariamente inviato da: G-DannY
Non è molto chiaro (anche se sembra così se è l'ennesimo gioco da farmare o va un pò controcorrente...

Se è meno farmoso degli altri mmo (della serie che non serve stare 20 ore per 3 mesi a giocarci per livellare) sicuro lo provo.


Non so quale sia la curva di esperienza più avanti, ma con 20 ore di gioco io ho fatto il livello 22...

Originariamente inviato da: Redvex
Ovviamente sarà con abbonamento vero?
Se si mi sa che attendo GW2 per il 2012


Yes
Armage12 Dicembre 2011, 18:01 #9
Originariamente inviato da: Veradun
Avendo provato circa 25 livelli, posso confermare che la qualità delle quest è da single player (come può esserlo un The Witcher o un Mass Effect). Certo è necessario un livello sufficiente di comprensione dell'inglese (o francese, o tedesco), come è necessario in un Dragon Age o un Mass Effect, appunto.


mi fa piacere sentirlo dire, ma ormai finché non vedo non credo.
peraltro il sistema a livelli è fallimentare in partenza. io preferisco e ho sempre preferito l'impostazione occidentale dei mmo, stile ultima online o eve online, per capirsi. E purtroppo dopo wow ormai dobbiamo sorbirci tutta una serie di cloni male usciti.
Non dico che non si possano fare le cose bene in questo modo, ma è un sistema ottuso, forse semplifica solo la vita agli sviluppatori ma a lungo andare ti dà l'idea di stare a giocare un gioco cretino.
v1doc12 Dicembre 2011, 18:35 #10
Ho letto fino a qui:

un gruppo di personaggi parteciperà collettivamente a un dialogo con un npc attraverso dei ‘tiri di dado’ che determineranno di volta in volta quale giocatore risponderà all’npc. Il sistema a un primo approccio va un po’ chiarito per le situazioni in cui è necessario fare una scelta morale, dato che queste decisioni si possono prendere una volta sola e perdere un tiro di dado e trovarsi affibbiati con dei punti ‘lato oscuro’ quando si cercava di ottenere quelli opposti forse può risultare fastidioso


Praticamente è come giocare a Fallout 3 con un bambino brufoloso alle spalle che ha approfittato di una tua disattenzione per atomizzare Megaton
Semplicemente agghiacciante, anche se un pseudo-RPG online.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^