Spike Video Game Awards 2011: reportage

Spike Video Game Awards 2011: reportage

Vi proponiamo l’intero coverage della kermesse che si è svolta domenica notte. A Skyrim è andato il riconoscimento come gioco dell’anno. Tra gli annunci spiccano The Last Of Us di Naughty Dog e la collaborazione tra Kojima Interactive e Platinum Games per MetalGear Rising.

di Davide Spotti pubblicato il nel canale Videogames
 

L’assegnazione dei premi e gli ospiti sul palco

Ad ogni edizione dei VGA impazzano critiche e polemiche riguardanti la scelta dei vincitori. Anche quest’anno non mancano gli spunti di discussione per alcune categorie (e magari avrete anche già qualche ‘sospetto’ in merito). La lotta per il GOTY (Game of The Year) era particolarmente serrata, considerando i cinque titoli che ambivano al principale riconoscimento della manifestazione. Alla fine l’ha spuntata The Elder Scrolls V: Skyrim, che ha quindi bissato il risultato conseguito da Oblivion nel 2006. Il capolavoro di Bethesda è riuscito a scalzare colossi come Portal 2, Batman Arkham City, Uncharted 3 e l’ultimo capitolo della saga di Zelda, i quali si sono dovuti ‘accontentare’ del primato nelle singole piattaforme (nell’ordine PC, Xbox 360, PS3 e Wii).

The Elder Scrolls V Skyrim

Bethesda ha letteralmente sbancato l’evento andando a conquistare anche il riconoscimento come ‘Studio dell’Anno’, conteso a Rocksteady, Valve e Naughty Dog. Molto bene anche Bastion, l’action RPG indipendente, sviluppato da SuperGiant Games, che si è portato a casa ben tre riconoscimenti (miglior original score, miglior canzone in un gioco, e miglior titolo scaricabile). Senza troppe sorprese Minecraft si è aggiudicato il premio come miglior prodotto indipendente, mentre a Super Mario 3D Land è andata la palma di miglior videogioco portatile.

Completamente a secco invece DICE con il suo Battlefield 3, superato rispettivamente da Modern Warfare 3 per quello che riguarda il premio di miglior FPS e dallo stesso Portal 2 nel riconoscimento come miglior componente multiplayer.

Di seguito vi riportiamo l’elenco completo di tutti i premi assegnati:

Game Of The Year
The Elder Scrolls V: Skyrim

Studio of The Year
Bethesda Game Studios

Best Xbox 360 Game
Batman: Arkham City

Best PS3 Game
Uncharted 3: Drakes Fortune

Best Wii Game
The Legend of Zelda: Skyward Sword

Best PC Game
Portal 2

Best Handeld/Mobile Game
Super Mario 3D Land

Best Shooter
Call of Duty: Modern Warfare 3

Best Independent Game
Minecraft

Best Adapted Video Game
Batman: Arkham City

Best Song In a Game
“Build That Wall” by Darren Korb – Bastion

Best Original Score
Bastion

Best Graphics
Uncharted 3: Drake’s Deception

Best Performance by a Human Male
Stephen Merchant nei panni di Wheatley – Portal 2

Best Performance by a Human Female
Ellen McLain nei panni di GLaDOS – Portal 2

Best Downloadable Game
Bastion
Best DLC
Portal 2 Peer Review

Best Character
Joker – Batman Arkham City

Most Anticipated Game
Mass Effect 3

Nelle oltre due ore di durata dello spettacolo si sono avvicendati numerosi ospiti che hanno introdotto, a modo loro, alcuni dei filmati e delle novità annunciate. Tra questi Tony Hawk, Charlie Sheen e il vulcanico Hulk Hogan.

Rimanendo invece sul versante che più ci interessa, è da evidenziare l’intervento di Shigeru Miyamoto, presente sul palco per ritirare il prezioso riconoscimento conferito a The Legend of Zelda. In concomitanza con il venticinquesimo compleanno è stata infatti annunciata l’introduzione della saga all’interno della nuova VGA Hall of Fame.

Cliff Bleszinski, come da tradizione, ha voluto essere presente in prima persona per mostrare al pubblico il nuovo titolo di Epic, mentre Hideo Kojima si è reso protagonista di evidenti lapsus nel tentativo di rivolgersi alla platea in un inglese particolarmente stentato.

 
^