Le battaglie robotiche, i mech e le esplosioni di Gatling Gears

Le battaglie robotiche, i mech e le esplosioni di Gatling Gears

Gatling Gears è un gioco d'azione frenetico basato sui combattimenti tra mech, che lascia molto spazio al gioco in multiplayer e alla cooperazione.

di Luca Helbling pubblicato il nel canale Videogames
 

Un futuro felice?

Sono quasi sicuro che il seguito di Gatling Gears, insomma un possibile Gatling Gears 2, potrà essere un giocone, se quelle piccole mancanze riscontrate ora saranno limate. Cose come la semplicità media dei livelli, infatti, sono anche dei punti forti dell’attuale capitolo. E chissà: nascerà una community competitiva un giorno nel successivo capitolo?

A quanto pare, i ragazzi di Vanguard Entertainment dopo il precedente Cred Corp (gioco dal differente gameplay), ambientato nello stesso mondo (simili le ambientazini e varie similitudini), si gettano in un altro lavoro, rifacendosi a tanti classici degli anni passati.

Gatling Gears si trova a 9.90 euro in Digital Delivery , un prezzo giusto, non costosetto Lo stesso Greed Corp di cui parlavo qualche riga fa (rinominato ora Greed Corp HD) è diventato disponibile per iPad, Android e Mac!

GG vi mette al comando d’un mech da combattimento che con il tempo sarà potenziabile (basterà spendere i “gold” raccolti nei livelli), e personalizzabile secondo le vostre esigenze: potrete scegliere in base al vostro stile di gioco, potenziando in base all’opzione che preferite per respingere le orde di nemici che dovrete annientare.

Mi ha dato più volte la sensazione d’essere io stesso nel plastico costruito da appassionati di realtà alternative, e di non avere mai veramente un attimo di tregua per perdermi in dettagli. Anzi più d’una volta c’è stata quella sensazione di smarrimento, sia personale sia del proprio mech. Capita, infatti, di non vederlo più tra tutta quella mattanza, esplosioni, quel tripudio di colori e di mezzi corrazzati messi poi a tacere per sempre dal nostro Walker. Un gioco che mi sento di consigliare anche senza riserve per avvicinare i “principianti”, o quei ragazzi più giovani a questa tipologia di giochi Nelle più concitate situazioni il caos sonoro e visivo sprigionato dalla console casalinga (o dal pc), farà incuriosire gli astanti, e quasi certamente attirerà i presenti. Credo sia impagabile una cooperativa con il proprio fratellino o contro amici. Nel nome del divertimento anche più accessibile. Ma attenzione, un alleato del vostro metch influirà sul gameplay, dunque scegliete la difficoltà di gioco di conseguenza.

La semplicità di GG, vista da alcuni come una mancanza, non è un punto di debolezza, ma è invece a mio avviso anche il bello di questo titolo. Si rivela, infatti, user friendly a difficoltà easy/medium, ma più impegnativo nella hard. Se poi mirate a raggiungere alcuni punteggi della classifica online, a superare sempre il vostro punteggio principale, allora direi che vi metterete di fronte ad una sfida “ultra hard”, perché veramente per arrivare ai migliori posti in classifica ci si pone davanti ad una super sfida.

Ridurre ad una semplice traversata di livelli sminuisce il prodotto. I nemici sono tanti, e abbastanza diversificati, non fortissimi, né molto abili, i loro colpi sono lenti. Avversarsi però ostici quando si presentano in ranghi serrati, e i colpi provengono da ogni dove, e diventa quasi impossibile non beccarsi dei razzi, perdendo preziosa energia vitale. È divertente svuotare le industrie nemiche di uomini e risorse, ripulendo scenario dopo scenario, sul vostro piccolo ma super armato mech.

Max Brawley il pilota, e vostro alter-ego ribelle, ha dunque questo scopo nella vita: annientare qualunque cosa si muova sullo schermo, e farlo con il suo mezzo supertecnologico. Anche, se non avrete moltissime armi tra cui scegliere, queste sono molto funzionali, utili, e non poco scenografiche. Le granate/mortaio sono anche inizialmente un po’ ostiche da calibrare.

Consiglio di giocare con il gamepad (ho usato il classico controller della X360 compatibile con pc). Certo il mouse è più preciso, ed è da puristi, ma secondo me abbassa d’una tacchetta il livello della sfida. Dunque, con il pad, inclinando lo stick destro attiverete la mitragliatrice pesante, e muovendo il mech ruoterete di conseguenza l’orientamento del fuoco. Con quest’arma non dovrete temere di scaricare il rullo. La Gatling sarà l’arma primaria, la vostra arma con la A maiuscola.

Con i due grilletti del Joypad ( per esempio Lt) attiverete il lancio di devastanti razzi- colpi che somigliano tanto a quelli d’un mortaio (Lt +stick destro+ movimento del cursore su dove volete farli impattare). E già con questo siete pronti per portare sul viale del tramonto, infuocato e silenzioso, i nemici più corrazzati.

Il vostro super mezzo è inoltre dotato d’una terribile arma, la Smart Bomb, l’immancabile arma finale, attivabile premendo il tasto Y del pad X360: questo si tradurrà in un genocidio su schermo. Nei livelli si trovano dei power-up che incrementeranno il rateo di fuoco. E pure delle barre energia, molto utili per ripararvi e non perdere vite.

Il discorso cambia con i boss, che sono d’una forza incredibile se confrontati con tutte le altre minacce. Attaccano in modi diversi, si muovono, resistono moltissimo, sono un po’ la ciliegina sulla torta.

Insomma GG è l’essenza dell’arcade, quello più vero e genuino, accessibile fin da subito, toccherà poi a voi migliorarvi e velocizzarvi. Usando in maniera oculata le vostri armi e colpendo senza mancare nessuno con il vostro utile mortaio, migliorandovi soprattutto nell’affrontare i nemici piccoli ma in formazione, per giunta in movimento. E quando vi sembrerà opportuno scatenare la devastante arma finale.

Il comparto tecnico sviluppato da Vanguard è convincente fin da subito. Ambientazioni ricche di dettagli, non spoglie ma non estremamente rifinite per contro. Estremamente colorate. Il mondo offre molte piccole finezze, tutte da scoprire.

Piccolo applauso anche per quanto riguarda l’interazione, molte le cose che possono essere distrutte, casse, soprattutto. Il mech potrà anche calpestare i nemici. L’audio è funzionale e gradevole.

 
^