Nuova dashboard Xbox 360: il Live verso Windows 8

Nuova dashboard Xbox 360: il Live verso Windows 8

Domani debutterà la nuova dashboard della console di Microsoft che propone lo stile e i colori dell'interfaccia Metro adottata da Microsoft per Windows 8 e per Windows Phone 7. Microsoft ha poi annunciato che quasi 40 provider televisivi porteranno i loro servizi su XBox Live: vediamo, dunque, cosa c'è dietro l'accordo con Mediaset Premium.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
MicrosoftWindowsXboxWindows Phone
 

Beacon

Una delle principali introduzioni di questa nuova dashboard è poi il concetto di Beacon. Con questo termine, Microsoft intende degli oggetti virtuali che indicano ad amici Xbox Live e contatti Facebook che si intende giocare con loro a un particolare titolo. Quando si accede alla nuova sezione Beacon, nella rinnovata schermata social, si ha la possibilità di piazzare un Beacon sulle rispettive bacheche degli amici, che siano di Xbox Live o di Facebook. Quando l'amico notificato vedrà il Beacon potrà accedere istantaneamente alla partita multiplayer o, se vuole, ignorarlo.

D'altra parte la categoria social è adesso completamente cambiata, con diverse nuove schermate rivolte ai gruppi, alle attività e, appunto, ai Beacon. Si potranno condividere gli achievement, mentre in futuro ci saranno sempre nuovi spunti a cui Microsoft sta pensando, come Video Kinect e Youtube.

Ma la categoria che ha destato maggiormente le vostre attenzioni sarà sicuramente app che, come starete immaginando, riguarda la forte integrazione che Microsoft vuole creare fra Xbox e Windows Phone. Ci è stata mostrata la cosiddetta 'companion app', che è solamente una delle possibili app che si trovano in questa schermata. A questo punto della presentazione ci si è spostati su terminale Windows Phone.

Si lancia la companion app da quest'ultimo, si naviga all'interno del menu e si possono consultare informazioni e dati sul film che si sta per eseguire. Si preme play ed ecco che sul monitor a cui è collegata Xbox 360 parte il film selezionato sullo smartphone. A questo punto lo smartphone diventa un telecomando da cui è possibile ottenere il riavvolgimento rapido o l'avanzamento rapido del film, così come mettere in pausa la riproduzione.

Si tratta di un bel passo in avanti per Microsoft, che quindi inizia a trasformare Windows Phone in un telecomando remoto per Xbox 360. D'altronde, il colosso di Redmond è molto indietro rispetto alla concorrenza da questo punto di vista: infatti, PSP consente questo tipo di interfacciamento con PlayStation 3 da tempo, con il vantaggio che è anche possibile giocare con i titoli PS3 attraverso la console portatile. Quest'ultima feature, su cui Microsoft sta ovviamente lavorando, non è al momento disponibile su Xbox 360.

Quando abbiamo chiesto delucidazioni su quest'aspetto ci è sembrato che per il momento Microsoft non ne voglia parlare. Ci è stato detto che ci sono comunque un paio di possibilità di interazione tra smartphone e videogiochi Xbox 360, e che una di queste riguarda Kinectimals. Ma ci è stato fatto capire che questo supporto è appunto ancora in una fase primordiale, per cui bisognerà aspettare un po' per averlo allo stesso livello di competitività del rivale PlayStation.

Molto più approfondito e completo invece è il supporto ai comandi vocali, che può rivoluzionare il modo di interfacciarsi con il sistema. Per la prima volta, infatti, si può navigare all'interno della dashboard di Xbox 360 con i comandi vocali, recepiti ovviamente dal microfono di Kinect. Il sistema riconosce con una certa precisione i comandi impartiti, anche grazie all'enorme lavoro fatto da Microsoft Italia per adattare ogni possibile inflessione dialettale, vista l'eterogeneità che la lingua italiana presenta da questo punto di vista.

Anche se si pronuncia 'social' o 'video' con inflessione dialettale Kinect dovrebbe essere in grado di riconoscere il comando impartito e di condurre l'utente alla schermata desiderata. L'unico limite è che il sistema, impostato in italiano, prevede che anche le parole inglesi siano pronunciate con fonetica italiana: va detto, dunque, 'icsbocs' e non 'ecsbocs'. Nel Regno Unito, in Canada e negli Usa, poi, entro natale sarà attivata anche la ricerca vocale su Bing, sia per ciò che concerne la ricerca dei contenuti su internet che per i contenuti memorizzati all'interno della console. Questo supporto arriverà prossimamente anche nelle altre nazioni.

Un'altra importante integrazione è poi quella con Muzu.tv, uno dei principali cataloghi gratuiti di contenuti musicali. Offre attraverso Xbox 360 oltre 800 video musicali e funzioni speciali come il jukebox e le funzioni sociali, il tutto integrato all'interno della nuova interfaccia. Durante la presentazione delle nuove funzionalità Live sulla quale stiamo costruendo questo articolo, abbiamo notato come prima dell'avvio di questo tipo di contenuti appaia un messaggio pubblicitario, realizzato in tempo reale, dalla durata di circa 15 secondi. Bisogna aspettare la fine della promo per iniziare a vedere il contenuto gratuito selezionato.

La nuova funzionalità di cloud storage, e concludiamo questa parte, consente inoltre di memorizzare i salvataggi di gioco e il profilo Live su server remoto, e quindi di proseguire facilmente la partita anche su una Xbox diversa da quella con cui si era iniziato a giocare.

 
^